Conoscere nuova gente, internazionale e italiana, con Internations

Quando si decide di trasferirsi in un nuovo paese, dove lingua e cultura sono differenti, gli ostacoli da affrontare non mancano. Sono tante le cose nuove da imparare, da sbrigare, da ricordare e da sapere. Il più delle volte bisogna ricominciare tutto da zero: nuova casa, nuovo lavoro, nuovi Read more

Cerchi un professionista o un artigiano che parla italiano? Cerca su Berlinitaly!

Il portale Berlinitaly é sempre più ricco di iscrizioni, che vi ricordo, sono gratuite. È un luogo ideale per presentarsi e una banca dati sempre più ricca per chi cerca professionisti di tutte le categorie che parlano la nostra lingua. Spargete la voce tra i professionisti italiani o tedeschi a Berlino Read more

Cercare un lavoro in Germania

www.pixabay.com Che dire? GRAZIE GRAZIE Corrado Musso per i tuoi non preziosi, ma preziosismi articoli!!! Sono chiari e vanno dritti al punto! Una splendida giornata di sole a tutti! Ruth   Cercare un lavoro in Germania? -Vorrei venire in Germania a cercare lavoro, mi sapete dare qualche consiglio -Ottima idea. Che cosa sai fare, che Read more

Verità e pregiudizi sul mercato immobiliare a Berlino. Intervista a Ruth Stirati di Case a Berlino

Intervista di Dalal Irene Al Zuhairi a Ruth Stirati di Case a Berlino sulle verità e sui pregiudizi sul mercato immobiliare a Berlino. Dopo aver conosciuto Ruth, mi era chiaro che le dicerie sul mercato immobiliare Berlinese fossero numerose. Così abbiamo deciso di stendere un’intervista che potesse essere utile  a tutti coloro Read more

Rinnovo Comites e elezioni! Importante votare e/o candidarsi!

Posted on by Ruth in Cinema, Cultura, Curiosità, Documenti, Famiglia e bambini, Feste e eventi, Lavoro, Mostre, Musei, Società, Varie | Leave a comment

lo-01-b

 

Cari tutti, in questa dorata giornata di Ottobre ( che mese bellissimo a Berlino!!) mi sono giunte oggi le informazioni per candidarsi e per votare all’elezione dei Comites, però forse alcuni di voi non sanno il ruolo che hanno. Copio quindi alcune informazioni dalla loro pagina. Buona settimana a tutti!Ruth

I Comites (Comitati degli Italiani all’Estero) sono gli organismi di rappresentanza degli italiani residenti in ogni circoscrizione consolare. Il Comites viene eletto ogni cinque anni a suffragio universale diretto dai cittadini italiani iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero). I rappresentanti eletti nel Comites di Berlino – Brandeburgo sono dodici.

Il Comites, in collaborazione con le Autorità consolari, con le Regioni, con le Autonomie locali, con Enti e Associazioni operanti nella circoscrizione consolare, nonché con Autorità e Istituzioni tedesche, esprime pareri e favorisce iniziative per la collettività italiana nel campo dell’istruzione, della formazione professionale, del lavoro, della tutela dei diritti civili, politici e sociali, della cultura, della ricreazione e del tempo libero.

A causa dei tagli che stanno colpendo tutte le sedi estere anche il Comites di Berlino ha momentaneamente dovuto rinunciare ad una sede propria.

Per svolgere le proprie attività il Comites di Berlino-Brandeburgo riceve un finanziamento annuale di, circa,  euro 14.000,00, da destinare esclusivamente alle spese di funzionamento (affitto locali, posta e telefono, retribuzione di un’unità di segreteria ecc.). Tali fondi non possono essere destinati ad altri fini, per esempio ad attività d’assistenza ai connazionali o alla retribuzione dei membri del Comites, il cui lavoro è gratuito.

I principali ambiti di competenza del Comites sono: l’istruzione, la formazione professionale, il lavoro, la previdenza e la cultura.

In questi campi, da quando è in carica, il Comites ha contribuito alla realizzazione di molteplici iniziative.

VOTAZIONI

il 19 dicembre si voterà in tutte le circoscrizioni consolari dove risiedono più di tremila cittadini italiani per eleggere i membri dei COMITES cioè dei COMITATI DEGLI ITALIANI ALL’ESTERO.

Per votare alle elezioni dei Comites é necessario fare richiesta preventivamente all’ufficio consolare di riferimento
Si comunica l’intenzione al voto via mail, lettera, fax o di persona compilando questo modulo  e allegando copia di un documento di identitá:

http://www.ambberlino.esteri.it/NR/rdonlyres/B06CA925-BED2-442B-B8E7-71ECE3FAB10E/80399/RichiestaiscrizioneelencoelettoriCOMITES2016.pdf

Si vota per corrispondenza.

Per coloro che desiderassero candidarsi il termine per la presentazione delle liste é il 19  ottobre. Entro tale termine é  necessario presentare la lista presso le autoritá consolari o presso un notaio. I termini e le regolamentazioni  non sono stati ancora definiti dal Ministero. Preghiamo dunque di consultare il sito del Comites o quello del Consolato.

Preghiamo inoltre tutti quanti di inoltrare questo messaggio quanto possibile al fine di garantire a tutti gli interessati la partecipazione

Cordiali Saluti
Il Comites

ANE –Giornata delle porte aperte

Posted on by Ruth in Asili, Cultura, Documenti, Famiglia e bambini, Feste e eventi, Società | Leave a comment

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

Cari tutti, Ottobre é alle porte, le scuole qua sono ricominciate da un pezzo e sempre di più sono le famiglie italiane che si stanno trasferendo  Berlino. Chi ha figli nati qua, sicuramente sa di cosa parlo: gli Elternbriefe: bellissime lettere che una volta all’anno e descrivono esattamente la situazione del bambino in quel periodo della sua vita, le difficoltà e le soluzioni. Questi Elternbriefe ci accompagnano dalla nascita fino all’8 anno di vita.

A fare questo splendido lavoro é l’ ANE- Arbeitskreis Neue Erziehung (www.ane.de), che colgo l’occasione per ringraziare di cuore. Senza le vostre lettere penso che noi genitori avremmo una vita sicuramente con ancora più interrogativi e insicurezze di quante non ne abbiamo giá. Per chi invece ha i figli nati in Italia, bisogna prendere contatto con l’ANE Per fare in modo di poter ricevere lo stesso queste utilissime lettere.

Sabato 27 settembre l’ANE  aprirà le porte ai piccoli berlinesi e alle loro famiglie. Gli spazi nei quali nascono le Elternbriefe diventeranno luoghi per giocare, conoscere e sperimentare cose nuove: in tedesco, ma anche in tante lingue diverse.

I bambini italiani potranno Read more

Cose da sapere prima di andare in Erasmus a Berlino

Posted on by Ruth in Corsi di tedesco, Cultura, Curiosità, Documenti, Lavoro, MicroPost, Società, Studio, Varie | Leave a comment

Buongiorno a tutti! Leggendo questo bell’articolo di Ivana Casertano mi sono ben ricordata la trafila che feci io a suo tempo per fare il passaggio dall’università di Roma a quella di Berlino. Io non feci il progetto Erasmus ( decisi di trasferirmi del tutto e continuare tutto il mio studio a Berlino)  ma decisi di farmi riconoscere i due esami che avevo già fatto per proseguire qui  il normale corso di studio di biologia. Ho ricordi abbastanza nitidi del mare di documenti in cui navigavo a vista. L’esame da fare al Goehte, l’iscrizione a numero chiuso attraverso la ZVS, poi l’ulteriore esame di lingua fatto qua a Berlino ( ricordo che eravamo circa in 100 e durò 3 giorni), traduzioni , certificati, etc etc.  Fare tutto ciò però non mi pesava, la voglia di partire e di venire a Berlino e i miei 20 anni mi davano quell’energia per superare e organizzare tutto. La nostra Ivana sta soffocando nelle scartoffie ma anche lei ce l’ha quasi fatta e ha deciso di scrivere questo articolo per aiutare chi come lei si accinge a fare un periodo Erasmus a Berlino. Buona lettura e buona giornata settembrina, col sole che va e viene 😉

 

 

 

erasmus_logo_neu_354

http://www.polsoz.fu-berlin.de

 Il Wintersemester 2014/2015 è ormai alle porte e Berlino è giorno dopo giorno sempre più invasa da studenti provenienti da tutto il mondo. Basti pensare che la Humboldt Universität zu Berlin per quest’anno accademico accoglierà circa 830 studenti Erasmus provenienti da ogni angolo del mondo: Russia, Cina, Giappone, Scandinavia, Spagna, Francia, Brasile, Italia. La Freie Universität non sarà da meno.

Chiunque abbia scelto Berlino come méta Erasmus sa che per questo tipo di studenti sono continuamente organizzati eventi tra cui: speeddate, serate universitarie internazionali, escursioni a Praga, Amsterdam e Budapest; tutti consultabili presso le pagine Facebook (Erasmus Party in Berlin o tramite il sito ESN.de). Quello che non vi hanno detto peró, è che per essere accettato in una di queste Università berlinesi bisogna compiere una trafila burocratica a dir poco stremante, poiché la fiscalità del popolo tedesco non è da ricondurre unicamente ad un cliché.

La Humboldt Universität accetta unicamente una ristretta cerchia di studenti che esaurisca appieno requisiti di media e crediti e di ottima conoscenza della lingua (è infatti richiesto come livello minimo d’accesso un B2). Per la Freie Universität la selezione è al contrario meno rigida per quanto riguarda il criterio linguistico.

Una volta accettati dall’Università ospitante, dovrete compiere una serie di passi necessari all’immatricolazione. Innanzitutto Read more

Architetti italiani a Berlino

Posted on by Ruth in Documenti, Lavoro, Studio | 2 Comments

Buon pomeriggio, anche questo mese sta volgendo al termine e purtroppo non sto parlando di un mese qualunque…bensì del mese di Agosto…Ricordo che quando ero ragazzina e andavo a scuola, mi emozionavo ogni anno a tornare a scuola….eravamo tutti più alti, più abbronzati, più biondi, e con tante esperienze romantiche o avventurose da raccontarci… Oggi le cose sono cambiate ..oggi sono i miei figli che tornano a scuola per raccontarsi le avventure con i propri amici, e io devo ammettere da una parte di essere sempre un po’ triste quando torno dal Salento, dall’altra di tirare un sospiro di sollievo quando dopo sei settimane di ferie la scuola ricomincia e noi genitori ritorniamo a “respirare”. E chi é genitore capisce cosa intendo, con tutto l’amore per i propri figli. Infatti ora che la scuola é ripresa e si torna alla normalità…riesco ad occuparmi di nuovo del blog. Oggi vi voglio postare un articolo di Vincenzo Guzzo, un architetto e titolare dello Studio Guzzo,  che ha spostato parte della sua attività a Berlino e ci racconta qualcosa sulla sua esperienza. Buona lettura e buon fine settimana 🙂 Ruth

studio

L’Italia è considerato il “paese degli architetti”: in tutta la nazione il numero degli iscritti ammonta a circa  125.000 ( dato al 2005 e comunque triplicato negli ultimi 20 anni), mentre in Germania il totale è pari a 50.000. Infatti il rapporto tra architetti e numero  abitanti in Italia è pari a 1 ogni 470, contro l’1 a 1640 tedesco. Tale dato trova inoltre fondamento nel numero di iscritti alle facoltà di architettura italiane, assai più elevato rispetto alle restanti capitali europee.

Inoltre la stragrande maggioranza degli studi italiani sono costituiti mediamente da 1 – 2 persone, contro una media europea che si attesta intorno a 5 – 6  persone. Infatti la frammentarietà è sintomo di una visione limitata ai propri interessi, poco incline al confronto con altri professionisti ( anche e soprattutto multidisciplinari) e all’esplorazione di altre realtà.

Nell’ultimo periodo molti architetti italiani hanno e stanno trasferendosi  Berlino per tentare una nuova strada professionale. Ad attirare è sicuramente la quantità di lavoro che negli ultimi anni ha animato la città. Penso al tema del recupero del patrimonio esistente, che a causa di una sempre più forte richiesta di casa, potrebbe diventare  la nuova frontiera dell’architettura.

Un primo scoglio è Read more

Importante! Sondaggio sul fenomeno della nuova immigrazione a scopo lavorativo in Germania. Da compilare!

Posted on by Ruth in Cultura, Documenti, Lavoro, Società | Leave a comment

 

cover-emigrazione2

http://www.notemodenesi.it/wp-content/uploads/2014/03/cover-emigrazione2.jpg

 

Buon pomeriggio a tutti, ieri era inverno oggi é primavera, il tempo é schizofrenico ma va bene così, ci insegna ad essere flessibili anche in questo….

È con piacere che incollo qui le informazioni per partecipare ad un sondaggio, é importante che chi si é trasferito in Germania dopo il 2008 ne prenda parte!!

L’associazione senza scopo di lucro “Minor – Projektkontor für Bildung und Forschung” é stata incaricata dall’ ufficio federale per l’Immigrazione e i Rifugiati (BAMF) di condurre un sondaggio sul fenomeno della nuova immigrazione a scopo lavorativo in Germania. Il  loro compito è quello di indagare le ragioni che hanno spinto all’emigrazione gli italiani/le italiane e gli spagnoli/le spagnole che sono venuti in Germania dopo il 2008. Nodali sono a questo proposito le domande riguardo alle necessità di sostentamento e supporto. Lo scopo  scopo è quello di acquisire conoscenze riguardo ai fattori che giocano un ruolo fondamentale nell’integrazione sia sociale che lavorativa.

Il questionario dura circa 10 minuti e si trova qui: www.soscisurvey.de/mondo-sottosopra

I dati verranno trattati confidenzialmente e al solo scopo di acquisire conoscenze per lo studio in oggetto. Read more

Achtung Reyner-Immobilien GmbH sind Betrüger! Attenzione ai truffatori Reyner-Immobilien!

Posted on by Ruth in Alloggi, Curiosità, Documenti, Lavoro, Società, Turismo, Varie | 5 Comments

betrüger

 

( Per italiano scorri sotto)

Als ich letzen Donnerstag von einen Kunden angerufen worden bin der mich bat, auf die Seite Reyner-Immobilien zu schauen, konnte ich meine Augen nicht trauen! Da war unsere Homepage! Mit unsere Wohnungen, unsere Gesichter, unsere Texte, unsere Arbeit die wir hart seit Jahren durchführen! Alles einfach kopiert, nur es wurde andere Namen verwendet ( ich soll jetzt Lena Reyner heissen), eine nicht existierende andere Adresse und eine andere Telefonnummer angegeben, alles schnell damit der Betrug am besten stattfindet.

Zum Verständnis für alle die, die uns noch nicht kennen: wir sind die Originale: www.caseaberlino.com, hier unser Team: http://www.caseaberlino.com/de/team.php

und hier ist die betrügerische Kopie: http://www.reyner-immobilien.com/de/team.php.htm

Hier eine ziemlich eindeutige Mail von einen Kunden…

“ich bin gerade auf den Betrugsversuch des Unternehmens “Reyner-Immobilien GmbH” aufmerksam geworden, weil mir selbst von dem Unternehmen eine Wohnung angeboten wurde. Das Procedere ist so, dass zunächst eine Kaution überwiesen werden soll, um überhaupt die Besichtigung der Wohnung vornehmen zu können. Ich vermute, dass dieses Geld dann für immer verschwunden ist (wenn man bezahlt, was ich natürlich nicht gemacht habe).”

Es ist nicht nur eine Vermutung, sondern es ist ganz sicher einen Betrug! Und das schlimmste dabei ist, dass wir gebundene Hände haben! Die Polizei hat den Fall eingestellt da sie keinen Tatverdächtiger finden konnten, es sind ja fiktive Namen und Adresse die die angegeben worden sind und auch die Bezahlung soll ja über Western Union laufen…

Der Provider, Enom, sagt dass er eine gerichtliche Anordnung von den USA braucht um die Seite zu sperren. Ich bin ziemlich sprachlos. Die netten Mitarbeiter von Immobilienscout haben mir auch bestätigt dass sie so einen Fall bisher noch nie gesehen haben. Von Scout sind zumindest die Anzeigen von reyner Immobilien weg. Inzwischen aber werden von den Betrügern Namen von privat Personen verwendet, die behaupten dass sie ihre Eigentumswohnung in der Verwaltung von Reyner Immobilien gegeben haben. Es wurden also auch Emailskonten von privaten Leuten  gehäckt und vermutlich auch Bankkonten, da neuerdings auch einen Postbankkonto zur Bezahlung angegeben wurde. Konto habe ich bei der Postbank sperren lassen..Es von Google entfernen zu lassen dauert Stunden und Stunden , da jeden einzelnen link eingegeben werden muss, schließlich sind es ja fast 200 Wohnungen die wir zum Vermieten haben… Also mir bleibt nichts anderes übrig als  einen teueren Anwalt in den USA zu bestellen…oder kann mir jemanden mit Tipps helfen? Wir werden natürlich uns von sowas in der Zukunft besser schützen müssen…

Quando Giovedì scorso ho ricevuto una telefonata con la domanda se collaborassimo con Reyner-Immobilien, e subito dopo una telefonata della polizia che mi chiedeva se ero informata del fatto che un clone della nostra pagina fosse in giro nel web a scopo di truffa, non sono riuscita a credere ai miei occhi!

Per chi ancora non ci conosce, io sono la titolare di Case a Berlino, questo é il nostro team: http://www.caseaberlino.com/it/team.php

Ed ecco la homepage dei truffatori: http://www.reyner-immobilien.com/de/team.php.htm

Tutto tutto copiato, solo che hanno cambiato il nome l’indirizzo e il numero di telefono, e cercano di farsi pagare cauzioni sul conto western union utilizzando la nostra fama di ditta seria. Ma io dico!!?? La cosa che più mi fa rabbia é che la polizia ha già chiuso il caso visto che non riescono a dire chi é l’autore ( nomi finti, cellulare preso con scheda presa con nomi finti), e che il provider enom se ne lava le mani dicendo che loro non sono nella posizione  di identificare o rimuovere  truffe e che possono rimuovere il tutto solo sotto ordine di un tribunale statunitense. Quindi immagino dovrò pagare caro un legale statunitense che mi segua tutto il processo…

Io ho già passato ore a mandare alcuni links a google per farli rimuovere…ma mi sto veramente chiedendo se tutto ciò abbia senso, visto che chiuso questo sito fantasma…se ne fa un altro! Se qualcuno ha qualche idea,  anche poco ortodossa 😉 per chiudere questo sito truffa e fargli passare la voglia….é ovviamente bene accetta. A proposito, al numero risponde una persona con accento indiano o pakistano, chi ha voglia di fare scherzi telefonici sa dove trovare il numero…  🙁

 

 

Cosa sono i minijob vantaggi, rischi e cose da sapere! Sono assicurato si o no? Come mi assicuro?

Posted on by Ruth in Assicurazione sanitaria, Documenti, Gastronomia, Lavoro, Società, Varie | Leave a comment

Ecco un altro video di Corrado in cui ci spiega cosa é un minijob, i rischi e i pericoli, ma anche i vantaggi. Sono parole molto dure, sopratutto nei confronti di alcuni ristoratori in Germania….tenetevi forte, ascoltate, e imparate. E soprattutto riflettete sempre bene prima di fare un passo del genere. Informatevi su tutto. Grazie Corrado per il tuo grande engagement sono contenta di averti come partner qua sul blog 🙂

I diversi corsi di tedesco disponibili a Berlino: per principianti, professionisti, tecnici

Posted on by Ruth in Corsi di tedesco, Cultura, Curiosità, Documenti, Lavoro, Società, Studio, Varie | 3 Comments

Buongiorno soleggiato ma freddissimo! Gli alberi sono già quasi tutti in fiore, i germogli sono spuntati ovunque, una primavera anticipata di un mese e mezzo rispetto all’anno scorso. Cosa volete di più ?

 Grazie a Pasquale Ionta che ha redatto questo articolo veramente molto utile sulle diverse possibilità che si hanno a Berlino per imparare, migliorare, e perfezionare il tedesco, anche a costo molto ridotto.  Alla fine dell’articolo troverete anche informazioni su corsi base per tedesco per il lavoro ( come scrivere candidatura etc e corsi per la ristorazione) .Buone lettura! Ruth

Siete alla ricerca di un corso di lingua economico, se non addirittura gratuito. Bene,  anche se non sempre molto conosciute, esistono possibilità che potrebbero fare al caso vostro.

 

p.txt

http://spassdeutschlernen.blogspot.de

 

  1. 1.     Corsi di Integrazione

Per iscriversi a tali corsi bisogna per prima cosa fare domanda all´Ufficio Federale per i Migranti ed i Rifugiati (BAMF) e ricevere un´autorizzazione per partecipare al corso. Un corso completo, che dovrebbe portare la conoscenza dei partecipanti dal livello A0 al livello B1, consta di 600 ore di lezione (corso di lingua) piú 60 ore di orientamento, ed e´suddiviso in 6 moduli formativi. Il costo di detti corsi, per un totale di 660 ore di lezione e´di 792 euro ovvero 1,20 euro per ora di lezione. Naturalmente chi, a seguito di un test di lingua, dimostra di avere giá nozioni in tedesco verrá inserito in un modulo adatto alle proprie conoscenze. Esiste la possibilitá di essere esentati dal pagamento dei corsi, in particolare se si ricevono i sussidi di disoccupazione o i sussidi sociali.  Al termine del corso é previsto un test finale sia linguistico sia sul corso di orientamento, che se superato dará diritto a ricevere “Zertifikat Integrationnskurs” (Certificato del corso di integrazione).

Tutte le informazione e i documenti sono reperibili sul sito del BAMF,  in particolare: Read more

Il sussidio sociale Hartz IV, detto anche Arbeitslosengeld II. Aggiornamenti 2014

Posted on by Ruth in Documenti, Società, Varie | 68 Comments

4-formatOriginal

Foto da wiwo.de

A grande richiesta e grazie a Laura che per settimane ha raccolto informazioni personalmente nei vari uffici e con la santa pazienza ha riassunto il tutto in questo ottimo articolo….ecco a voi le info aggiornate sul famoso Hartz IV. Sperando che non serva mai a nessuno di voi, perché in ogni caso non é un procedura facile e divertente…buona lettura a tutti! Ruth ( ps. l’inverno durerà per sempre 🙁 )  Ruth

 

Negli ultimi mesi ho accompagnato molte italiane e molti italiani al Jobcenter per inoltrare le richieste di sussidio Hartz IV. Sulla base delle mie esperienze vorrei diffondere ciò che ho imparato al riguardo, senza aver pretese di esaustività, nella speranza di fare un po’ di chiarezza su questo “misterioso” sussidio.

Cos’è l’ Hartz IV?

L’ Hartz IV, anche detto Arbeitslosengeld II (da non confondere con Arbeitslosengeld I, ovvero il sussidio di disoccupazione) è un sussidio sociale dato a persone che hanno entrate mensili ridotte o che sono in cerca di occupazione (ma che non hanno diritto alla disoccupazione!*).

A chi mi devo rivolgere per richiederlo?

ll Jobcenter del quartiere in cui si è domiciliati è il vostro ente di riferimento.

Come si stabilisce se sono idonea/o?

Questa è la fase più ardua! Anzitutto il Jobcenter ha bisogno di una serie di informazioni sul vostro conto: sposata/o, convivi, figli, incinta, lavoro ecc.. Si dovranno quindi compilare formulari e consegnare molti documenti personali. Una volta ricevuto tutto il materiale necessario, il Jobcenter potrà lavorare alla vostra pratica e, se siete idonee/i, per lettera vi spedirà la Bewilligung, cioè la concessione del sussidio Hartz IV. Anche nel caso in cui non siate idonee/i, riceverete una lettera. I tempi di attesa sono anche di 6 settimane.

Se si è domiciliati a Berlino da meno di 3 mesi (fa fede la data dell’Anmeldung) non si ha diritto al sussidio. Eccezione viene fatta, però, per chi è domiciliato da meno di 3 mesi, ma lavora con un contratto da 451 euro in su, ovvero ha l’obbligo di avere la cassa malattia tedesca. In questo caso, si ha diritto al sussidio Hartz IV.

Generalmente sono idonee le persone che guadagnano meno di 890 euro al mese e non hanno beni (mobili o immobili) e non hanno più di 2.000 euro sui conti correnti.

Quali formulari e documenti devo consegnare? Read more