Ansia d’infinito – Maria Lai a Berlino, martedì 13 Maggio 2014 alle h. 18.30 al Sardegna Store

Ansia d'infinito Locandina

 
“In occasione del primo anniversario dalla scomparsa della grande artista Maria Lai, una tra le figure artistiche italiane più importanti del secondo dopoguerra – la Thorn & Sun communication srl. in collaborazione con la Regione Autonoma della Sardegna e il Sar degna Store di Berlino é onorata di presentare l´evento: Ansia d´infinito – Maria Lai a Berlino. L´iniziativa prevede una due giorni densa di eventi .
 
13 Maggio alle 18.30 – Sardegna Store.
• Proiezione del documentario Ansia d‘infinito (vincitore del premio AIAF al festival del cinema di Roma) per la regia di Clarita di Giovanni. • Presentazione di una prestigiosa pubblicazione di approfondimento sull´artista, magnificamente illustrata con immagini inedite e con contributi di critici d‘arte d‘importanza internazionale. Nel libro troverete anche le testimonianze di chi con Maria Lai ha condiviso un percorso artistico o familiare (tra gli altri: Achille Bonito Oliva, Cristiana Collu, Manuela Gandini, Maria Dolores Picciau, Maria Sofia Pisu, Guido Strazza). • Durante la serata inaugurale al Sardegna Store saranno visibili i tappeti della cooperativa tessile Su Marmuri , realizzati con la tecnica detta a pibiones (acini d‘uva) dalla caratteristica trama in rilievo. Questi tappeti sono stati disegnati da Maria Lai e tessuti sotto la sua supervisione dalle tessitrici di Ulassai. • La manifestazione Ansia d´infinito – Maria Lai a Berlino sará anche l´occasione per un dialogo a distanza tra l´opera di Maria Lai e 3 artiste contemporanee che le rendono omaggio in questa occasione: in parallelo con Ie opere al telaio di Maria Lai verrano mostrati al Sardegna Store i libri cuciti di Arianna Fantin, un‘artista originaria di Bologna che ha proseguito i sui studi artistici a Berlino, cittá in cui attualmente vive e lavora. Arianna sviluppa un percorso artistico che integra quello di Maria Lai, le opere presentate sono costituite da testi ricamati su tessuto, in cui il testo cucito perde progressivamente il suo significato avvicinandosi sempre di più alla forma pura, con una composizione di linee verticali e orizzontali. Dietro le pagine ricamate appare il negativo creato dal filo che attraversando il foglio, compone un linguaggio indecifrabile che scorre da destra a sinistra e che ricorda le scritture mediorientali .
 
14 Maggio alle 18.30 – Istituto Italiano di Cultura di Berlino.
• Presentazione dell´inedito cortometraggio „Post Scriptum“, che contiene l‘ultima intervista video di Maria Lai, realizzato col contributo della Film Commission della Regione Autonoma della Sardegna (durata 52 minuti). • La serata all´Istituto Italiano di cultura sará all´insegna della performance e della letteratura. Clara Murtas (cantante e attrice vincitrice del Premio Maria Carta nel 2006) leggerá un passaggio dal racconto Il Dio distratto di Giuseppe Dessí (autore del libro Paese d´ombre; premio Strega 1972). Il Dio distratto é un racconto che lo scrittore, dirimpettaio dell´artista a Roma, scrisse guardando lavorare Maria Lai dalla finestra di fronte. Clara Murtas verrá accompagnata dalla musicista Stella Veloce che, improvissando e armonizzando sul testo, cercherá di invocare la presenza delle Janas, le fate della mitologia sarda care a Maria Lai.
 
  
Posted on by Ruth in Varie

Add a Comment