Cercare lavoro in Germania e a Berlino, aggiornamenti 2013

Buongiorno a tutti, state tutti tornando a casa dopo le abbuffate di Ferragosto? Si può ufficialmente dire che le vacanze stanno finendo…Noi qua non abbiamo mai smesso di lavorare in compenso 😉 e abbiamo pensato di pubblicare degli articoli aggiornati e molto ben strutturati su come cercare e possibilmente trovare lavoro in Germania ( e non solo a Berlino, che, ricordiamoci, ha un tasso di disoccupazione decisamente alto). Ringrazio quindi pubblicamente Corrado Musso che é un’enciclopedia umana su questo tema e mi aiuta nel gruppo fb professionisti italiani a Berlino a chiarire molti dubbi e a sfatare i grandi miti su sussidi, impieghi, agenzie interinali e quant’altro. Sarà quindi un unico lungo articolo, suddiviso in diversi capitoli, tutti frutto della sua penna.Prendetevi il tempo per leggervi tutto con calma. Stiamo ancora aspettando qualcuno che stia prendendo l’AlG2 con le nuove condizioni e ci scriva un articolo bene articolato e strutturato su come vanno le cose adesso.

fallimento-succeso-espatrio-espatriare-trasferirsi-a-berlino-trasferirsi-in-germania-andare-a-vivere-in-germania-trovare-lavoro-in-germania-blogger-italiani-in-germania-640x250

Foto presa da Oggi Espatrio ( Articolo Marco da Berlino)

I Jobcenter

Sei appena arrivato in Germania perché ti hanno detto che basta rivolgersi al Jobcenter e loro ti aiutano a trovare un lavoro

AHAHAHAHAHAHAH
Mi spiace ma non è così

Cosa è un Jobcenter?
Sono degli uffici che fanno parte della Bundesagentur für Arbeit

Di cosa si occupano? Si occupano di svariate cose. Sostengo finanziario a chi ha appena perso un lavoro, sostegno alle famiglie che non hanno redditi sufficienti, sostegno ai disoccupati di lunga data, emissione degli assegni famigliari, sostegno alla ricerca del lavoro a chi ha già il diritto di percepire ALG1 o ALG2

Se avete acquisito questo diritto il Jobcenter vi proporrà dei lavori che riguardino il vostro curriculum, eventualmente vi proporrà dei corsi di riqualificazione e altre cose interessanti. Ma , ripeto, dovete aver diritto alla ALG 1. Cosa vuol dire questo? Vuol dire aver lavorato da dipendente per almeno 12 mesi negli ultimi due anni e non dovete aver già percepito alcun sussidio di disoccupazione. Quindi se siete appena arrivati in Germania ciccia.

Gli impiegati del Jobcenter si limiteranno a darvi dei moduli da compilare che serviranno ad inserire il vostro profilo nella pagina di annunci lavorativi della Bundesagentur für Arbeit, chiamata Jobbörse. Finita lì. Poi ve la dovrete cavare da soli.

Ma inserirvi in questa Jobbörse serve a qualche cosa? A mio parere no. Il 99% degli annunci che vi appaiono sono di agenzie di lavoro interinali. A quel punto fate prima a presentarvi direttamente alle agenzie

Vediamo di definire l’abbreviazione ALG1

ArbeitsLosenGeld Teil 1

Definisce il vero e proprio sussidio di disoccupazione. Questo viene finanziato direttamente dai lavoratori dipendenti tramite una trattenuta mensile sullo stipendio ed é rivolta esclusivamente a loro.

Intanto quali sono le condizioni minime. Bisogna aver lavorato da lavoratore dipendente per almeno 12 mesi (360 giorni) negli ultimi due anni. Anche in modo non continuativo. La durata della ALG1 dipende da quanti anni avete lavorato. Si arriva ad un massimo di 1 anno a partire dai 4 anni di versamenti, ovvero a 2 anni se hai piú di 55 anni.

Altre regole stringenti.

Bisogna iscriversi al Jobcenter appena si riceve la lettera di licenziamento. In caso di licenziamento in tronco entro la settimana. Se si tratta di licenziamento volontario non si ha diritto aalla ALG1, a meno che non ci sia licenziati per motivi tipo Mobbing o altro. In questo caso si ha comunque diritto. Ma l’azienda dovrá riconoscere questo ed è difficile che lo faccia se non andate davanti ad un giudice.

Bisogna essere proattivi nella ricerca di un lavoro. Vuol dire che non dovete limitarvi ad aspettare che arrivino le proposte di lavoro da parte del Jobcenter, ma dovrete anche cercarvelo da soli. Dovrete tenere un registro dei Bewerbung spediti e presentarlo una volta al mese. Inoltre vi dovrete presentare ai colloqui di lavoro organizzati dai Jobcenter.

Il non ottemperare a queste regole porta a dei tagli al sussidio. A quanto ammonta il sussidio?

Semplicissimo. Al 60% dell’ultimo salario se non hai famigliari a carico, 67% se hai famigliari a carico

Tutti pensano che sia ottenibile solo avendo versato i necessari contributi in Germania

Yuhuuuuuuu, non è così. Chi lo sostiene hat absolut KEINE AHNUNG von was der redet. Ossia non sa assolutamente una beata fava.

Seguite attentamente.

Dovete aver lavorato per almeno 12 mesi come lavoratore dipendente nei 24 mesi precedenti, anche in periodi non consecutivi (se avete lavorato in nero chiaramente ciccia).
Dovete farvi certificare i periodi lavorativi dall’INPS. Per fare questo o vi fate fare la certificazione personalmente o fate recare un vostro parente o amico all’INPS. La rilasciano immediatamente. Lasciate stare i patronati in Germania che ci mettono dai 4 ai 6 mesi per una certificazione (li chiudessero tutti i patronati farebbero un favore a tutti gli italiani)
Dovete lavorare almeno un giorno in Germania come lavoratore dipendente.
Non dovete dare voi le dimissioni ma dovete essere licenziati. Il licenziamento per legge deve essere per iscritto e non sono valide mail o altro.

BGB Buch2 § 623
Schriftform der Kündigung
Die Beendigung von Arbeitsverhältnissen durch Kündigung oder Auflösungsvertrag bedürfen zu ihrer Wirksamkeit der Schriftform; die elektronische Form ist ausgeschlossen.

Il contratto di assunzione può essere fatto in forma verbale ma, se la collaborazione dura più di un mese, deve essere messo per iscritto

(Nachweisgesetz – NachwG)

§ 1 Anwendungsbereich
Dieses Gesetz gilt für alle Arbeitnehmer, es sei denn, dass sie nur zur vorübergehenden Aushilfe von höchstens einem Monat eingestellt werden.
§ 2 Nachweispflicht
(1) Der Arbeitgeber hat spätestens einen Monat nach dem vereinbarten Beginn des Arbeitsverhältnisses die wesentlichen Vertragsbedingungen schriftlich niederzulegen, die Niederschrift zu unterzeichnen und dem Arbeitnehmer auszuhändigen.

Avendo questa documentazione vi recherete alla Bundesagentur für Arbeit e vi calcoleranno la somma a cui avete diritto e per quanto tempo. Si va dai sei mesi ad un anno.
Naturalmente la certificazione INPS deve anche riportare che non avete usufruito del sussidio di disoccupazione in Italia e che non ne state attualmente usufruendo. I tedeschi sono anche generosi ma non sono mica pirla eh…

Un consiglio. Quando vi recherete allo Arbeitsamt dichiarate che siete alla ricerca di una occupazione a tempo pieno, mi raccomando, altrimenti vi ricalcolano il sussidio.

Per chi pensa che queste siano un mare di fesserie e che adesso non è più così, comunico che questa procedura è stata eseguita con successo da una nostra connazionale recentemente, che aveva trovato lavoro a Berlino ed è stata licenziata.

Ho riportato passo passo ciò che lei mi ha scritto

La ricerca del lavoro in Germania

Veniamo al punto. Come diavolo si trova un lavoro in Germania. Come è organizzato questo mercato?
Risposta che richiederebbe un libro. Vedrò di condensare il tema

Il Jobcenter

Il Jc è non è una creatura a se stante ma è uno dei dipartimenti in cui è suddivisa la Bundesagentur für Arbeit. Si occupa in particolare di ALG2. ALG 2 é quella prestazione che, a mio parere erroneamente, viene definita come “reddito di cittadinanza”.
Perché erroneamente? Dovrebbe essere abbastanza chiaro ma mi spigo meglio. Intanto il reddito di cittadinaza, per essere tale deve essere corrisposto ai cittadini di uno stato, invece la ALG2 viene corrisposta a chiunque ne abbia i requisiti, non solo ai cittadini tedeschi. Poi un vero reddito di cittadinanza viene corrisposto indipendentemente dal reddito.

Le regole del ALG2 sono molto complesse e non le tratterò perché non sono a conoscenza di esse e non mi va di fare errori. Se qualcuno si trova in ALG2 e mi potesse dare delucidazioni potrei fare un articolo

Lo Alg1 viene invece erogato da un altro ufficio che comunque fa parte della BAfG
Quando siete in ALG1 vi ritroverete ad avere un obbligo la cui non ottemperanza vi porterebbe ad un blocco di pagamenti del sussidio, fino alla completa sospensione. Questo obbligo é la ricerca pro attiva di un posto di lavoro. Cosa vuol dire questo? Vuol dire che dovrete scrivere i vostri bravi CV e spedirli, e riportare in un apposito foglio a chi li avete spediti. Mi sembra che ci sia un minimo settimanale, ma questo vi verrà detto. Una volta al mese vi verrà fissato un appuntamento presso la persona che si occupa del vostro “caso” e dovrete presentare questo foglio debitamente compilato. Inoltre vi verrà richiesto di compilare un modulo che verrà inserito nella banca dati della Jobbörse e srá reso accessibile pubblicamente. Vi perverranno offerte di lavoro a cui dovrete presentarvi, con alcune eccezioni. Non é vero inoltre che dovete per forza accettare un posto. Esistono molte eccezioni all’obbligo di presentarsi ovvero di accettare un lavoro.

Alcuni esempi sono:
Eccessiva distanza del luogo di lavoro
Salario inferiore del 30 % (da controllare perché non ne sono sicuro al 100%) all’ultimo salario percepito)
Lavoro non congruo alle capacità fisiche del candidato
etc.etc.

La Jobbörse

La Jobbörse ( http://jobboerse.arbeitsagentur.de/ ) é il portale delle offerte di lavoro della Aag.
Le offerte sono centinaia, se non migliaia, ma di scarsa se non scarsissima qualitá. Se avete giá esperienza lavorativa e/o titoli di studio da far valer, lí sopra buttate il vostro tempo. Non è quello che fa per voi.

page1image23800

I portali per la ricerca del lavoro

Un po’ meglio è http://www.jobscout24.de/

Meno infestata dalle agenzie interinali, ma comunque la maggioranza degli impieghi proposti è di questo tipo.
Personalmente trovo invece che le piattaforme http://www.monster.de/ e http://www.stepstone.de/ siano di gran lunga superiori. Si trova di tutto e non solo lavori a bassa qualifica.
Esistono anche portali ad alta specializzazione, di cui però non sono al corrente. Cercateveli voi (Google e un dizionario aiutano tantissimo).
Se mettete un CV online potreste ricevere delle proposte da un Privatarbeitsvermittler che vi richiederà, in prima istanza, di sottoscrivere un contratto. Intanto non è una truffa, ma comunque sottoscrivete solo ed esclusivamente a certe condizioni. Adesso è un po’ lungo, quindi dedicherò un capitolo proprio a loro. Probabilmente si presenteranno anche strane agenzie che vi chiederanno dei soldi per esaminare il vostro CV e mettervi in contatto con le aziende, senza alcuna garanzia di assunzione. Queste sono truffe belle e buone. Non firmate niente e cancellate la mail seduta stante.

Naturalmente potreste ricevere anche proposte di affiliazione a MLM e robaccia simile.
Beh in questo caso se vi affiliate siete proprio dei pirla e avreste fatto meglio a restare a casa

Come candidarsi.

Per candidarsi bisogna spedire il famigerato Bewerbung. Il Bewerbung non è un semplice CV, è una cosa parecchio piú complessa. Se googlate Bewerbung-beispiele troverete numerosi esempi di cosa intendo. Mi limiterò a darvi alcuni consigli.

Primo- Non mentite su quello che sapete fare e non esagerate sulle vostre capacitá. Dovrebbe essere inutile dire una cosa del genere ma, purtroppo succede sempre che qualcuno dica di conoscere una materia e invece ne ha solo sentito parlare. Siate onesti con voi stessi. Conoscere bene Excel, per esempio, significa saper creare una tabella pivot, estrarre dei dati per creare grafici, saper creare i grafici stessi, impaginare il tutto e magari creare dei calcoli senza incertezze.

Secondo- La lingua del Bewerbung. Se ve lo fate scrivere fatelo scrivere in modo che la forma e lo stile utilizzati siano congruenti con la vostra conoscenza del tedesco. Farete solo una figura di cacca se spedite un Bewerbung scritto in tedesco perfetto e poi siete un A2.

Terzo- Impaginateli bene, secondo gli esempi che troverete in rete

Quarto- A seconda del lavoro non necessariamente dovrete spedirlo in tedesco. Se vi candidate per un lavoro che preveda contatti con l’estero in inglese sarà sufficiente

…..fine prima parte

 

Posted on by Ruth

48 Responses to Cercare lavoro in Germania e a Berlino, aggiornamenti 2013

  1. Enrico

    ciao. Leggendo questo articolo mi è venuto un dubbio: dal momento che molte aziende locali Trentino e Veneto – dove cerco io – nemmeno rispondono (o se rispondono, rispondono dopo MESI) più quando fai domanda di lavoro.. si scusano 2 mesi dopo, perché “hanno già trovato chi gli serve”, come è matematicamente possibile poter accumulare 12 mesi “pseudo”-continuativi. e per chi fa stagione estiva come la si mette? ..ovvero, per chi riesce a lavorare SOLO durante la stagione estiva, come fa? non accederà mai allora quel ALG 1? potete darmi qualche delucidazione? vielen dank 😉

  2. corrado

    Non capisco la consecutio dei due rpoblemi che hai esposto. rivedi la domanda completamente per piacere e fai esemppi piú dettagliati del problema

    Grazie

  3. Enrico

    dunquee, Lei ha scritto che per ottenere il ArbeitsLosenGeld Teil 1, cioé il sussidio di disoccupazione, bisogna aver lavorato come dipendente per almeno 12 mesi (360 giorni) negli ultimi due anni…
    Però se, ad esempio nell’arco di 2 anni, causa scarsità di offerta di lavoro generale, si riesce a lavorare solo durante la stagione estiva.. non si riesce ovviamente a riempire l’intero periodo necessario. Quindi non si può ottenere il sussidio. Se non ho capito male.
    Dal momento che questo problema riguarda molti giovani coetanei, come si può risolvere questo problema? non essendoci domanda di lavoro neanche nel primo periodo dell’anno, causa chiusura di molte aziende locali? grazie.

  4. Maria

    Salve, io attualmente (da circa 5 mesi) percepisco la ALG 2, sono italiana e non avevo mai lavorato in Germania prima. Mi rendo disponibile per offrire informazioni a chi volesse scrivere un articolo in merito. Importante dire che in Germania esistono anche specifici studi di consulenza legale gratuiti per il cittadino europeo (in merito ad ALG 1 e 2, kindergeld…), ma e´ necessario sapere il tedesco o essere accompagnati da chi lo parla: http://www.chance-ebn.eu (studio in Neukölln che ha aiutato me). Maria

  5. Enrico

    @Maria: è possibile contattarla in privato?

  6. Ruth

    Cara Maria, allora scrivo a corrado di prendere contatto con te cosí da poter aggiornare il nostro articoli sull’ALG2

  7. giovanni

    ciao a tutti, ho una domanda: la fine di un contratto (tedesco) da lavoratore dipendente, di 12 mesi , e il mancato rinnovo, equivale ad un licenziamento ai fini del sussidio di disoccupazione(ALG1)?

  8. Maria

    Ciao Ruth, ho ricevuto il messaggio, mi sono messa in contatto con Corrado.
    @Enrico: Ciao sono a disposizione per condividere le informazioni che ho ricevuto dalla mia esperienza, se hai una domanda in particolare ponila pubblicamente, se posso cerchero´ di risponderti al meglio, preferisco non essere contattata in privato. Saluti

  9. Alessandro_Marzatico

    @Giovanni
    Ciao Giovanni,
    con un anno di contributi pagati da te e dal tuo datore di lavoro hai a disposizione 6 mesi di cassa integrazione (ALG 1) che potrai utilizzare nei prossimi due anni. Per potere accedere alla cassa integrazione immediatamente dopo la fine del contratto dovrai comunicare un eventuale e prossimo stato di disoccupazione alla “Agentur fuer die Arbeit” del quartiere dove abiti entro tre mesi prima del termine del contratto. Poi, no, la scadenza di un contratto a tempo determinato non corrisponde in nessun modo a un licenziamento. In caso di licenziamento, infatti non vi è bisogno del preavviso di tre mesi per accedere alla cassa integrazione. Per le dimissioni, invece, vale la stessa regola del preavviso di tre mesi come per le scadenza dei contratti a termine.

  10. Alessandro_Marzatico

    @Giovanni, bis

    Va anche aggiunto che se non si rispetta il preavviso si perdono tre mesi di cassa integrazione e che il licenziamento non deve essere in alcun modo causato da te. In soldoni, si può evidare la riduzione se ci si fa licenziare mentre si è malati.

  11. Ruth

    Sono anche alla ricerca su qualcuno che mi scriva gli ultimi aggiornamenti sulla Krankenkasse. Su Facebook ho letto che il pagamento degli arretrati a partire dalla Anmeldung che é stato richiesto da diverse Krankenkassen , é stato definito fuori legge ?! questo vuol dire che si possono richiedere anche indietro? avrei bisogno di ragguagli a riguardo, é un’informazione importantissima, se é vera. Vorrei assolutamente aggiornare l’articolo sulla Krankenkasse. Grazie a chi mi scriverà.

  12. corrado

    Alessandro hai fatto un casino nella stopria dei tre mesi

  13. Alessandro_Marzatico

    Ciao Corrado. Cerco di essere più analitico e di evitare maggiore confusione.
    Allora, di nuovo sui tre mesi, nel caso di un contratto annuale “acausale”.
    Per fare prima, tradurrò da una fonte che se ha il difetto di non essere ufficiale, ha il pregio di essere sintetica. Da: http://www.alg-i.de/sperrzeiten.html

    “L’agenzia per il lavoro può imporre tempi di sospensione alla percezione del sussidio di disoccupazione. Questi tempi hanno naturalmente effetto anche sulla durata della percezione del sussidio.
    Il regolamento sulle singole sospensioni si trova nel §144 del SGB III. A seconda della gravità delle infrazioni le sospesioni possono durare da una a 12 settimane, nelle quali il percettore del sussidio non riceverà alcun beneficio. Inoltre possono sommarsi tra di loro molteplici sospesioni. Questo non significa che bisognerà solo attendere tali tempi per cominciare a percepire i sussidi, ma che questa attesa verrà sottratta dalla durata complessiva dei tempi di percezione.

    Nel caso in cui l’ex lavoratore abbia diritto a un sussidio di 6 mesi – equivalente a 12 mesi di contributi versati – ma riceve una sospensione di 3 mesi, otterrà il sussidio solo per 3 mesi e a partire dal 3 mese dopo la comunicazione all’agenzia per il lavoro.

    Le sospensioni sono così suddivise a seconda delle cause:
    -per dimissioni, o licenziamento per colpa del prestatore di lavoro, 12 settimane ed eventualmente riduzione a 3 o 6 settimane (§144 comma 3)
    -rifiuto ad accettare un’offerta di lavoro proposta dall’agenzia; rifiuto o interruzione di provvedimenti formativi offerti dall’agenzia: 3 settimane per ogni tragressione, dalla terza 12 settimane (§144 comma 4)
    -numero insufficiente di candidature: 2 settimane (§144 comma 5)
    -negligenza nella comunicazione dello stato di disoccupazione: due settimane (questa va comunicata 3 mesi prima della scadenza del contratto) “

  14. daniele

    Ciao ragazzi,
    in primis ci tengo a ringraziarvi per la vostra disponibilità nel rispondere alle domande, che ritengo sia un servizio molto utile agli italiani che vogliono lavorare in Germania.
    Io sono un webmaster con 12 anni di esperienza nel settore E-commerce e ogni giorno vedo sempre di più la decadenza di questo settore in Italia, dove le aziende hanno quasi bloccato gli investimenti nel commercio on-line perché i ricavi sono diventati veramente minimi.
    Se ci sarà il prospettato aumento dell’iva al 22% penso che il commercio, soprattutto quello on-line , subirà un ulteriore calo , dal quale sarà quasi impossibile riprendersi.
    Ho tentato di contattare diverse Web Agency in Germania, ma sembrano disponibili ad assumere persone residenti , e non collaboratori a distanza.
    Sapete darmi qualche dritta per poter entrare in contatto con Agenzie che richiedono personale specializzato anche a distanza?
    Perché in questo momento per me è impossibile spostarmi in Germania.
    Un Grazie anticipato per una vostra cordiale risposta.

    Daniele

  15. giovanni

    grazie mille per le risposte!

  16. Clara S

    Ciao a tutti,
    spero che questa sia la sezione giusta per postare la richiesta.
    Ho trovato per caso il sito degli italiani a Berlino ed ho pensato di contattarvi. Al momento sto cercando un impiego nell’area di Berlino. Mi piacerebbe lavorare su sviluppo di siti web ed applicazioni per i beni culturali. Mi consigliereste per favore qualcuno da contattare?
    Saluti,

    Clara S

  17. jessica

    ma la seconda parte dell’articolo..?!

  18. alberto

    @Maria
    E’ possibile contattarla in privato per quanto riguarda l’ ALG 2 , vorrei chiederle alcune delucidazioni sul suo funzionamento. La ringrazio in anticipo per la sua disponibilità.

  19. Maria

    @Alberto: Salve, come ho scritto ad Enrico fornisco tutte le informazioni a Corrado per redarre un articolo con spiegazioni in merito ad Alg 2. Preferisco non essere contattata in privato ma sono disponibile per cercare di aiutarti nella tue domande pubblicamente. Grazie a te per la comprensione

  20. Alessandro Marzatico

    @Maria,

    sì grazie, se puoi redigere questo articolo al più presto…

  21. chiara

    Ma questo è un articolo su come cercare lavoro o su come cercare un sussidio?

  22. fab

    salve a tutti,mi son soffermaato su quest articolo perchè ho notato il commento negativo verso il sito jobboerse.io da un po di tempo sto mandando CV ad aziende e a varie agenzie con offerte nel mio settore.su circa 10 cv inviati lunedi ho ricevuto una risposta positiva proprio dall azienda che ho trovato in jobboerse.adesso stanno aspettando che gli comunichi una data x un colloquio,anche se vi dico(e qui giustamente mi bastonerete)che son roso dai dubbi xche è venuto fuori che il posto di lavoro è a werder,dopo postdam,ovvero a 1 ora e mezza circa da dove vorremmo cercar casa x essere vicini alla scuola che avremmo scelto x nostro figlio.ok so che le distanze a berlino sono percepite in maniera diversa x via dell’ efficientissima rete di trasporto pubblica,ma oltre questo dubbio me ne è giunto un altro proprio leggendo l’ articolo ”Antijobboerse”.io sono un operaio, seppur specializzato e mi ha sorpreso ricevere una risposta cosi immediata e positiva,questo signore che oltre a nome e cognome ha anche l’intestazione aziendale nella mail,mi ha chiesto a quanto ammonterebbe il mio salario e,SOPRATTUTTO, ha accettato di stabilire il colloquio e l’iniziale rapporto di lavoro in INGLESE,visto, che CV e lettera di presentazione a parte,il mio tedesco nn mi permette di comunicare in maniera comprensibile.tutto cio’ mi stupisce,sono sbalordito xchè ripeto,sono un operaio specializzato e non un ingegnere o altro,cioè le mie uniche qualifiche vengon dal lavoro che faccio.ho persino pensato ad uno scherzo.la domanda vi suonera stupida ma è la seguente:che faccio?vado?non vi ho detto che questi sanno oltretutto che mi trovo in Italia e stanno aspettando che trovi un volo alla portata dei miei tempi,visto che lavoro,e delle mie tasche.c’è qualcosa sotto o è la mia diffidenza da italiota mixata a mille altre paranoie?aiuto!

  23. Alessandro Marzatico

    @fab
    se il colloquio non lo ha direttamente con l’azienda ma attraverso un’agenzia interinale o un intermediario…lasci stare. Se non le rimborsano le spese di viaggio, lasci stare, non sono un’azienda seria. Werder è nel Brandeburgo, dovrà essere automunito per andare a lavorare o abitare sulla rete dei treni regionali. Lo stipendio lo ha indicato al lordo annuale o mensile? il minimo è già concordato? Perché, se mensile, ricordi che non sempre vengono offerte tredicesime o quattordicesime. Il contratto è a tempo indeterminato? Se no, lasci perdere. Se ha contattato direttamente l’azienda, si tratta di una SRL o di una SPA? GMBH o AG? Io non mi muoverei, con un lavoro, per andare in Germania in una società a responsabilità limitata . Ha controllato nell’Unernehmensregister i bilanci dell’azienda? Gli ha fatto capire che ha famiglia o lo ha eluso?. Suo figlio ha già degli amichetti in Italia? Che classe fa? Stia attento soprattutto a lui. Non so quanti siano i bambini italiani nel Brandeburgo. Con meno di 30K lordi all’anno una famiglia stenta di brutto in Germania: con la durezza del clima, i tanti abiti da dover comprare; la qulità-zero degli alimenti nei supermarket discounters, la fame immobiliare che c’è… . Poi dovrà pagarsi un trasloco internazionale, o si vuol comprare tutto da capo?
    Quindi, se vuole unire l’utile al dilettevole e farsi una tre giorni a Berlino e Brandeburgo tra ricerca del lavoro e visita turistica, “ci vadi” pure a ‘sto colloquio. Altrimenti, lo vedo più come un miraggio che non altro.

  24. fab

    grazie x la pronta risposta.l azienda e una gmbh operante nel settore dall 83 .il colloquio credo sia dirett in azienda xche questo signore ha nella mail l intestazione aziendale.io ho rixhiesto 1800 al netto nn sapendo bene come funziona la tassazione tedesca.nn avrei cmq intenzione di andare nel brandeburgo vogliamo stare a berlino.ho visto che ci sono buoni collegamenti.nn so che fare.forse dovrei prender un biglietto e vedere le sue carte.nn lo so

  25. fab

    mi permetto di aggiungere che x quel che riguarda il bambino,ha visitato la scuola elementare bilingue con noi,ne è rimasto entusiasta,ha un amichetta figlia di una nostra amica che va gia in quella scuola,e ha osservato con entusiasmo la grande presenza di verde della citta.si e reso conto da solo che viviamo in un posto assediato dal cemento.l azienda sa che ho famiglia,l ho dichiarato nella lettera.il dubbio è solo mio e riguarda la grande distanza e la paura di una “sola”.è anche vero peró che se nn si è disposti ai sacrifici passeremo la vita a lamentarci della nostra tiepida patria su blog come questo.boh.vi faro sapere

  26. Alessandro Marzatico

    @fab
    Mi scusi, non so se lei dispone di rendite o capitali, ma se la moglie non lavora con 1800 € + 184€ di Kindergeld una casa di 3 stanze che non sia o nei prefabbricati di cemento o nella più lontana periferia, non se la può permettere nemmeno a Berlino,
    a meno che non voglia spendere 2/3 del suo stipendio per un affitto a Schöneberg, Tiergarten o Charlottenburg, insomma lì dove sono le scuole italo-tedesche. Il verde poi, ce lo avrebbe da Giugno a Ottobre, poi per il resto dell´anno il cielo è grigio, la vegetazione spoglia e l´aria gelida. Gli operai specializzati della Kühne o della SIemens tedeschi che conosco prendono 3500 € lordi, che al netto sono circa 2500 € netti per un capofamiglia. Gli stessi soldi che lei ha chiesto al netto li ottiene una qualunque madre tedesca sola e disoccupata con due bambini a carico. Non mi meraviglia che le abbiano risposto subito e l´abbiano invitata al colloquio.

  27. fab

    mi permetto di correggerla é maleinformato: c e una splendida struttura bilingue a Britz,dove gli affitti oscillano fra i 600 e gli 800 euro da quello che ho visto.poi visto che siamo in confidenza mi permetta anche una domanda:cosa ci fa li?glielo chiedo xche lei sembra appartenere a quel misterioso partito di residenti a berlino che frequentando il blog cercano in tutti i modi di far passare la voglia a chiunque voglia tentare l “avventura”.vita costosissima,condizioni di vita precarie,tempo intollerabile.cosi al confronto l italia sembra l ultimo avamposto del viver bene e della civilta.allora chiedo:tutti voi da cosa siete fuggiti?sa ne sono curioso xche frequentando sporadicamente queste pagine mi e capitato spesso di imbattermi prima in fantadtci quadri della citta(che tralaltro frequento spesso) poi nn appena c e un pincopallino che dice scusate in patria la vita è insopportabile eccovi spuntare in massa a dire:fermo!fa freddo e grigio ed è la citta piu cara d europa e cosi via.io ti ringrazio comunque x questi consigli ne faccio tesoro e intanto mi sto confrontando con le mie paure.ma fateci capire qualcosa in piu.un saluto

  28. Alessandro Marzatico

    @fab
    Cosa vuole capire, se è una “sola”?
    Mi mandi, anche in privato, il link dell´offerta e le dico la mia opinione. Non si preoccupi, non sono un operaio specialzzato quindi non le farei concorrenza né mi metterei a pubblicizzarla. Per quanto riguarda me, non mi metterò a raccontarmi su questo forum. Informazioni su di me sono già più che reperibili in rete.

  29. fab

    nn riesco a inviare il link dal cell.in ogni caso l azienda è la bel-tec.nn ho problemi a scriverlo pubblicamente.tanto se nn son riusciti a trovare uno specialixzato in tutto il brandeburgo difficile che saltera fuori da questo blog.e anche se fosse auguri.

  30. Alessandro Marzatico

    è questa l’offerta?
    Arbeitsvorbereiter/in im Tischlereibereich (Technische/r Zeichner/in – Holztechnik)
    Bel-Tec Gesellschaft für Film-, *************** mbH
    Herr K*h**ann?

  31. fab

    si è quello

  32. Alessandro Marzatico

    Ora capisco meglio i suoi timori. Purtroppo ci sono poche informazioni sulla ditta. I bilanci li trova qui:
    https://www.unternehmensregister.de/ureg/result.html;jsessionid=BB83EC6160794DECBAE3E58E7EF68C3D.www02-1?submitaction=showDocument&id=10226597

    Io non sono un esperto di ragioneria, ma mi pare stiano dandosi da fare per ridurre i debiti che hanno.

    Il signor K e la dirtettrice non si trovano in rete.
    Che posso dirle, da Britz a Werder sarebbero 70 minuti di treni, con l’abbonamento che le costerebbe dai 70 ai 100 € mensili, a seconda se vuole usarlo anche per passare per il centro di Berlino. Il lavoro è stimolante, c’è poco da dire – a proposito, complimenti per le sue capacità . Se va a vivere a Britz e non ha una macchina deve uscire alle 5:15 e tornare a casa alle 17:15. Sono 12 ore fuori casa. Ce l’hanno una cantina? Le offrono 13ma e 14ma? Le pagano l’abbonamento dei mezzi?
    Considererei l’offerta una “sòla”, perché scrivono che è a Wedding ma poi lei lavorerebbe presso la “Cut Ateliers” a Werder, che è in culonia. Se è curioso ed andrà a Berlino, si faccia portare anche al posto di lavoro effettivo a Werder e non solo nell’ufficio a Wedding dove sono i burocrati. Così conoscerà i suoi eventuali colleghi e verificherà in che condizioni lavorano, se parlano inglese e da dove vengono.

  33. fab

    come posso contattarla in privato.se me lo permette?

  34. Corrado

    Vivere con 1800 netti al mese in Brandeburgo è perfettamente possibile. Fosse in Baviera capirei i tuoi rilievi Alessandro, ma in Brandeburgo mi sembrano un “filino” sopra le righe. Per quanto riguarda il clima e la necessità di ricomprarsi tutti i vestiti poi… Mica stiamo parlando di un abitante della Micronesia che si trasferisce a Helsinki. Suvvia. Fai obiezioni serie. Non capisco poi il fatto di oscurare il link all’offerta di lavoro. Se è pubblicata in Internet, che problemi ci sono a pubblicare il link? Privacy di chi? Del cuggino Pinuccio?

  35. fab

    un aggiornamento:ho deciso di chiedere al tipo alcune cose che mi sembrano basilari,visto che nell’annuncio non sono presenti.non mi ha ancora risposto,per tutte le altri mail è stato piuttosto puntuale.ma ho deciso fosse giusto,visti tutti i miei dubbi&paure,abbandonare le formalità per sapere se valga la pena fare un biglietto last minute(che mi costerebbe un bel pò) e andarlo a trovere.una lancia spezzata a favore di alessandro,ha cercato di aiutarmi anche se mi ha messo un ulteriore carico di paranoie addosso e ha oscurato il link per una questione di rispetto nei miei confronti,almeno credo.comunque è rintracciabilissimo,visto che il sito è jobboerse e abbiam fatto il nome dell’ azienda.poi il problema è il costo della vita nn in Brandeburgo ma a Berlino.comunque grazie anche a te Corrado.In effetti il clima berlinese è infame,ma io non abito a Lampedusa.anzi propongo un nuovo tema:per voi è possibile conciliare civiltà e clima temperato?come diavolo è che si vive meglio,da cittadini,laddove il clima è più freddo e uggioso?vedi germania,norvegia ecc..pensate a una Berlino salentina,con le le minime invernali a 15/16 gradi!fighissimo.un saluto a tutti

  36. Giovanni

    Ciao raga,
    finalmente un sito che spiega bene!!!
    io vivo in Italia, con esattezza a Napoli ma vorrei trasferirmi in germania perché sono stufo dei politici italiani e le loro solite promesse che puntualmente danneggiano noi cittadini!
    Io sono un Operatore Socio Sanitario, svolgo questo lavoro da anni a 500 euro al mese! ho esperienza in campo geriatrico e varie demenze……!
    la mia domanda è la seguente: ho speranze li con questo tipo di lavoro?
    per cominciare cosa mi consigliate?
    ho 28 anni e voglio scappare da qui……

    grazie mille a tutti voi!

  37. Ruth

    Giovanni, come primo passo: corso intensivo di tedesco, sopratutto nell’ambito sanitario…
    guarda cmq qua: http://mediciingermania.blogspot.de

  38. Giovanni

    Grazie Ruth,
    ho visitato il sito ed è stato molto interessante!!!
    ti chiedo, è difficile trovare lavoro li? tu che vivi la realtà tedesca, come sono nei nostri confronti?

  39. marcozinzi

    Ciao ragazzi,finalmente quello che cercavo,sono un ragazzo di 20 anni,vivo a Napoli ma vorrei trasferire in Germania,perchè vorrei dare una svolta alla mia vita,vorrei avere un futuro,non sono laureato ho una licenza di terza media.Io sono un aiutante banconista di salumeria ho lavorato per 5 anni presso una piccola salumeria nella provincia di napoli,lavoravo dalle 07:00 fino alle 20:00,prendevo uno stipendio di 400 euro al mese,oltre a fare il banconista facevo anche lo scaffalista.
    La mia domanda è:Vorrei essere spiegato passo dopo passo come ricominciare ho se ho speranze su questo tipo di lavoro.Sono un ragazzo che vuole migliorare il suo stile di vita,AIUTATEMI …..
    GRAZIE MILLE VI VOGLIO BENE …!!!

  40. lamancin

    Ciao Ruth,
    sono una architetto prossima al trasferimento a Francoforte, mi piacerebbe sapere se avete contatti con un gruppo simile al vostro. Esiste un ITALIANIAFRANCOFORTE???
    Sarebbe fantastico.. Magari si potrebbe formare..
    Sivia

  41. Giuseppe Gaito

    Sono Giuseppe Gaito, e sono diplomato di scuola alberghiera, ed ho esperienze nel settore ristoravo avendo lavorato sia in hotel che in ristoranti. Sono alla ricerca di un’esperienza all’estero sia per migliorare la lingua, sia perchè quì in Italia giorno dopo giorno è sempre più difficile per noi giovani. Spero che qualcuno mi possa aiutare

  42. nino

    Ciao a tutti e complimenti per il vostro Forum.
    E’ veramente triste vedere quante persone vogliono espatriare nella speranza di trovare un lavoro o una vita migliore all’estero.
    Io penso che se tutti andiamo all’estero e nessuno si occupa seriamente dei problemi che abbiamo quà in Italia, tra qualche anno ci ritroveremo ancora peggio.
    Non conosco la Germania ma non credo che i Tedeschi ti regalino qualcosa, e penso che quei pochi o tanti soldi che guadagni, li devi sudare fino all’ultimo centesimo.

    Tanto vale secondo me rimanere nel nostro paese per risolvere i nostri problemi, perchè sicuramente prima o poi, dovremo passare dal via.

    W L’ITALIA

  43. nicolina grippo

    Ciao,sono Nicolina,ora mi trovo a berlino,prima di porvi cortesemente dei quesiti,volevo dirvi che e’ bello che le conoscenze di un singolo possano creare una rete di sicurezza, rassicurante per chi intraprende un acrobazia nel vuoto…io come cieca ascolto le voci(esperienze) per non inciampare…siamo europei…perche’ no…perche’ non prendere il meglio ed il peggio di cio’…perche’ non cercare li’ dove il nostro lavoro e’ piu’ apprezzato…forse Nino ha ragione , ma il filo che porta ad alcune scelte non sempre permette di dire o fare…sono scelte …comunque io sono laureata in biologia molecolare e cellulare, con vari corsi di specializzazione in controllo di acque reflue e sulla nutrizione, da cinque anni in cerca,fin ora volontariato e qualche mese di contratto…sono a berlino da otto giorni,il mio scopo era di poter migliorare il mio inglese direi molto di base( il mio neo)ed anche il tedesco che conosco un po’ meglio ,perche’ durante gli studi universitari ho lavorato a stoccarda,in mercedes,ma non e’ sufficiente…quindi berlino ,sia per migliorare entrambe le lingue, sia per il costo della vita e poi sperando in un lavoretto, per sostenermi per ora e poi ambire ad altro…purtroppo mi sono resa conto che non posso contemporaneamente concentrarmi su entrambe le lingue,ma ho anche avuto l’impressione che il mercato del lavoro qui a berlino e’ un po’ saturo,appunto volevo chiedervi dei consigli sulle reali possibilita’ ,premetto che ho superato i 40anni…volevo anche gentilmente chiedervi se avevate notizie sulle possibilita di import-export italia germania,vi spiego…in questi giorni investigativi ,dico io,ho notato che e’ forte la richiesta da parte dei berlinesi del biologico,del naturale in generale…ed ho pensato a valorizzare la campagne,di proprieta’,dalla quale provengo,dalla quale gia’ produciamo a livello familiare olio di qualita,vino da poter migliorare ,noci, fichi secchi e molto altro ,da tradizione e da poter esportare…insomma mi sono detta perche’ non portare i tedeschi da me ed io un po’ di sole meditterraneo qui…non so…volevo chiedervi se potevate aiutarmi con qualche linea guida per poter valutare questa possibilita’…mille mille grazie…ciao nicolina

  44. sabrina coppolecchia

    Ciao a tutti,Vorrei avere indicazioni o commenti sulla mia idea di trasferirmi a Berlino per proseguire il mio lavoro che amo moltissimo ma in questi ultimi anni si è ridotto notevolmente ho molta esperienza lavoro dal 1987 nello spettacolo cinema tv spot sono arredatrice quindi il reparto scenografia ci sono possibilità?potete indicarmi produzioni cine tv dove inviare il mio CV?Sarei felice di parlare con qualche collega per confrontarmi…….grazie attendo fiduciosa un saluto da Roma. SABRINA

  45. Giovanni

    Ciao!!! Qualcuno sa dirmi come funziona il collocamento al lavoro per persone disabili
    a Berlino??

  46. Alan

    Salve vorrei porvi un quesito (almeno per chi vive a Berlino). Avrei intenzione, questo inverno, di fare un’esperienza di lavoro (tipo Praktikum) e nel contempo seguire un corso per l’approfondimento della lingua tedesca.
    Qualcuno di voi sa se esistono possibilità simili? Ho trovato un sito (anzi più di un sito) che organizza sia i corsi di lingua che il successivo stage… ma chiede oltre al costo del corso di lingua anche 600 euro per fare uno stage gratuito! Io vorrei trovare uno stage anche gratuito va bene (ovviamente meglio se un minimo retribuito) ma sicuramente non vorrei pagarlo! Il corso di lingua ok se di buona qualità si paga volentieri… anche se ho pensato che magari esistono anche dei corsi gratuiti forse… In ogni caso quello che gradire sapere, se qualcuno mi può dare indicazioni, è dove posso trovare siti che offrono stage a Berlino (retribuiti o meno) e dove è meglio (più conveniente e di buona qualità) fare corsi di lingua tedesca. Grazie in anticipo a chi vorrà rispondere…

  47. gseipower

    Ciao ragazzi , per chi vive in Germania ed è ITALIANO e parla il Tedesco (Tecnico)sto cercando ti aprire nel mercato Tedesco una distribuzione di nostri prodotti nel settore della temperature industriale costruiamo tutto quello che serve a riscaldare forni elettrici industriali trattamenti termici (ovunque si applicano resistenze elettriche)
    se qualcuno fosse interessato ci sono buoni guadagni fisso e percentuale sulle vendite per informazioni info@gsei.it +39 3393893262
    Gabriele Gallicchio Genova Italia

  48. sim

    Il lavoratore per licenziarsi deve dare il preavviso di quanti giorni? Come funziona in germania? Lavorando in un ristorante e ti chiama la firma devi aspettare il licenziamento x iniziare a lavorare o nel processo del licenziamento io inizio già in firma a lavorare?

Add a Comment