Ich spreche Deutsch, io parlo Tedesco!

NamibiaDeutscheSprache

Fino agli anni `80 era Londra, ora è Berlino la meta piú ambita dai giovani. Che sia perché vista come una cittá trasgressiva, ove tutto è lecito, o una cittá con molte iniziative e promesse di un futuro migliore, per chi è stanco della situazione politica o della mentalità a volta conservativa italiana, Berlino si presenta come una terra promessa, qui i vostri, i nostri sogni possono realizzarsi. Non sto qui a discutere se ció è vero o meno, questo sta a voi stabilirlo provandoci. Non permettete mai a nessuno di dirvi cosa dovete o non dovete fare, dovete sbatterci la testa da soli per poter dire un giorno se n’è valsa o meno la pena.

Una cosa peró dovete lasciare che ve la dica: imparate il tedesco.

Non potete pretendere di riuscire a cavarvela con le conoscenze scolastiche di inglese e anche se queste sono veramente buone, è il “cavarvela” la vostra meta? Pensate di vivere a Berlino per lunghi tempi o anche per sempre, solo “cavandovela”? Io non credo che basti e non credo voi vogliate accontentarvi. Non credo che dopo anni di permanenza qui, in casi di necessità come di malattia, voi basti “cavarvela”. Non tutti parlano inglese e chi lo fa, specie negli uffici pubblici, si rifiuta di farlo, perché, giustamente pensano: se vuoi vivere qui e avere per esempio il tanto richiesto sussidio di disoccupazione, la mia lingua devi parlarla. E non posso dare loro torto.

Se volete riuscire ed essere indipendenti, non dover chiedere sempre a qualcuno di farvi da interprete, dovete imparare il tedesco, ma non dovete perché un obbligo, perché cosí vi potrete avvicinare di piú a questo meraviglioso paese, capirlo  meglio e integrarvi.

Proprio in questi giorni sta avendo inizio una campagna per promuovere lo studio di questa meravigliosa lingua da parte degli stranieri che abitano qui. Il tedesco è ginnastica per il cervello, è difficile, lo so, ma vi fa sentire vivi, e vi permetterà di integrarvi e sentirvi a casa vostra in Germania. E non esiste un’etá per imparare una lingua, anche a 80 anni potreste farlo. E non usate come scusa il costo dei corsi, questi vengono in parte sovvenzionati dallo stato e comunque non sono mai cari. Non usate come scusa il tempo, se per voi è cosí importante venire a vivere qui, dovete lottare per questo, e la lingua è il primo ostacolo da affrontare.

L’italiano o l’inglese non bastano per trovare un lavoro, ci sono tanti italiani qui che parlano anche inglese. Non meravigliatevi quando gli annunci di lavoro sono scritti in tedesco, non dimenticate che siamo in Germania! Se non riuscite nemmeno a leggere un annuncio, come pensate di poter essere assunti?

Imparate il tedesco, è una bellissima lingua che ha anche il vantaggio di rendervi liberi

Posted on by 13urodziny in Corsi di tedesco

67 Responses to Ich spreche Deutsch, io parlo Tedesco!

  1. INDASTRIA

    Assolutamente. Ritagliatevi più tempo possibile per imparare/migliorare il tedesco. L’inglese non basta

  2. carlo

    Berlino è DAVVERO diversa in positivo rispetto al resto dell’Europa, dai prezzi alla rilassatezza, meno per il clima, ma nulla è perfetto. E poi berlusconi e tutte le schifezze italiane da lì appaiono per quel che sono e si dimenticano…Sto imparando il tedesco….

  3. Giulia

    bravo Carlo. M;a attenti, a Berlino non tutto é facile, non é facile trovare lavoro, specie di questi tempi. Ma non demordete. Studiate

  4. andrea

    bellissimo articolo complimenti

  5. andrea

    bellissimo articolo

  6. carlo

    Cara Giulia, ma tu come giudichi berlino personalmente ? Quali sono i pro e i contro della città ?
    Tante persone si stanno seriamente muovendo per venire a vivere a Berlino dall’Italiastan, sarebbe interessante sentire parei sinceri di Italiani che ci vivono già da almeno un anno.

  7. Giulia

    na gute Frage..magari ci scrivo un post e ti rispondo.. Ti dico che peró non condivido tutto questo entusiasmo per la cittá, ma tutto é sempre soggettivo…

  8. carlo

    Grazie Giulia,
    un post sarebbe straordinario, cercando di essere il più possibili oggettivi, visto che parlare di una città porta a conclusioni sempre molto soggettive.
    La dimensione, il verde, l’acqua, la tranquillità, l’offerta culturale e la qualità della vita sono cose che a Berlino, personalmente, mi colpiscono. Ultimamente però ho trovato che ci sia un calo di efficienza e responsabilità civica : la situazione incredibile delle strade poche settimane fa dopo lo scioglimento del ghiaccio e nessuno che si mobilitava. I problemi della S-Bahn, gli scandali e scandaletti. Sul lavoro a Berlino poi, non parliamone. Per fortuna io non lavoro a Berlino, ma a distanza, via internet, con altre città del mondo, quindi posso godermi la tranquilla vita sulla Sprea senza preoccuparmi di cercare lavoro qui.
    Attendo ansioso un tuo post. nel frattempo sto cercando notizie sul futuro di Berlino, per capire quali sono le prospettive di sviluppo, o sottosviluppo, della città nei prossimi anni, economicamente, urbanisticamente ecc.ecc. Potrei trarne un mio post…

  9. Ruth

    Ottimo articolo, tanto di cappello.

  10. Giulia

    was? meins?? echt????? danke Ruth 🙂

  11. carlo

    Naturalmente con ” non così male” intendevo l’economia berloinese. L’articolo di Giulia è perfetto invece….

  12. VaMa

    Quanto hai ragione! Detto da una che non riesce a riprendersi dall’intorpidimento/estasi della vita berlinese..
    Tralasciando la pigrizia e la scarsa fiducia in me stessa, l’innamoramento incondizionato per Berlino ha offuscato completamente il profondo senso di disagio, inadeguatezza e l’umiliazione di un immigrata (per di piü italiana) che non parla il tedesco. Ognuno ha sicuramente avuto un’esperienza diversa – principalmente per il fatto che siamo diversamente predisposti a Berlino – ma tutti sentiamo un senso di appartenenza per il quale, nonostante sia difficile, ancora viviamo qua! La mia esperienza e consecutiva folgorazione e’ stata a livello semplicemente umano. Tutti pronti ad aiutarmi, tutti che mi chiedono scusa se non parlano inglese! E poi…i party! Si salvi chi puö, davvero, perche’ molte volte (anche per moooolti tedeschi) una settimana di schifo e’ sopportabile perche’ poi cé’ il fine settimana. Suona stupido ma qua e’ cultura. Vabbe’ tutto per dire che persone come me devono arrivare a sentirsi male per capire quanto e’ importante integrarsi. Fuori dai club!!
    Certe volte penso che Berlino sia una malattia, totalmente invasiva. Scusate lo sfogo e ovviamente complimenti per il sito. un bacino a tutti!

  13. Giulia

    Ma Carlo, non avevi bisogno di specificare, era chiaro 😉
    un saluto anche a te VaMa

  14. Giona

    E’ stato bello trovare questo blog. Sto vivendo un brutto periodo di passaggio ed insoddisfazione e Berlino è il posto che in questo momento, per diversi motivi, identifico con la terra promessa. La conosco solo da turista ma se potessi scappare domani mattina da questo Paese sempre più imbarazzante e disperato la meta sarebbe la riva della Sprea. In primavera poi… che invidia…

  15. Giulia

    guarda, non é la terra promessa. oltre questo, iusto per non farti sentire nostalgia di questa cittá, oggi, che é primavera, il tempo fa schifo ed é ancora freddo. Pasqua e pasquetta in casa, non c’è dove andare con sto tmepo

  16. Ruth

    Oggi concordo con Giulia….il tempo é terribile….manca il sole…da troppo…..anche a me che adoro a Berlino mi viene da piangere oggi….

  17. carlo

    Ma poi il tempo è diventato bellissimo a Berlino oggi, e comunque chi è metereopatico dovrebbe stare alla larga da Berlino e scegliersi altre città nel Mediterraneo !

  18. sandro

    Berlino È bella ma È la prima volta che ne se vantare il clima.
    di una citta che ha avuto 20 giorni consecutivi di assenza di sole, un inverno lunghissimo e lo scorso anno una non estate non si puo dire che ha un bel tempo. mla meteoropatia centra poco. l’obbiettività invece si.

  19. giulietta

    credo che l’essere metereopatici c’entri ben poco. Credo sia assolutamente normale, dopo un rigido inverno, volersi godere una giornata di festa sotto il sole, piuttosto che essere costretti a stare a casa. E questo capita se abiti a Palermo come se abiti a Berlino. È uguale.

  20. Ruth

    Qualcosa mi dice che Carlo non ha passato tutto l’inverno qui….come noi….costretti a scivolare sui marciapiedi rischiandola grossa…e vestendoci a strati…
    in ogni caso: dopo 17 anni di Berlino stavo rischiando di brutto la depressione. Finché ho trovato un mio SEMI equilibrio spostandomi da tre anni a questo parte per 6 settimane al mare d’estate, con tutti i casini che questo mi comporta,ma non mi importa. io qua 6 mesi di inverno li sopporto solo se ho almeno 6 settimane consecutive di sole, anzi dovrebbero essere ancora di piú ad essere sincera. Ma a volte puó capitare di imbattersi in bellissime estati, e allora alle 6 settimane salentine ne aggiungo due berlinesi….e cosa vuoi di piú?
    in ogni caso penso che dipenda pure molto dalla cittá di provenienza…se é Milano o Palermo, Roma o Bergamo…Aosta o Napoli…dipende molto a cosa si é abituati! E io essendo di Roma, con le giornate cosí….mi viene proprio male….dopo un inverno cosí cazzuto come questo (quando ci vuole ci vuole!)

  21. carlo

    Giulietta,la mia non era una risposta al tuo commento, ma volevo dire in generale che chi vuole vivere a Berlino, dopo esserci stato solo per pochi giorni, magari di sole, come semplice turista, deve mettere in conto che di sole ce n’è pochino , cosa che per una persona metereopatica è fondamentale per la qualità della vita….Quindi ci pensi bene !

  22. giulietta

    no tranqui, figurati. Né io né Ruth, ne tantomeno Sandro siamo turisti, e sappiamo di cosa parliamo. Ma non per questo motivo andrei via dalla Germania

  23. carlo

    Appunto, perchè non siete turisti !

  24. Giona

    Beh, sarò turista ma non sono stupido 🙂 So benissimo cosa può significare un inverno berlinese. A parte il fatto che conosco persone che ci abitano, basta il buonsenso per capire che rischia di mettere in crisi anche il più refrattario alla meteoropatia. Ma non è certo per il clima che mi piace vagheggiare di un futuro approdo su quella riva (e che sto lavorando per realizzare il progetto).

  25. Marta

    saluti a tutti, sono approdata anche io a Berlino. Il tempo è barbaro, ma sento un’ energia positiva e tranquillità. Non so se sono turista o meno, viaggio. Ho trascorso 4 mesi l’anno scorso in questa città e ci son caduta in ginocchio a sperare di tornarvi quanto prima. Ora sono alla ricerca di me stessa e voglio riorganizzarmi le idee, grazie per questo punto d’incontro..ahhh dimenticavo stò studiando tedesco e non l’avrei mai detto, ma….mi piace!

  26. Alessandro

    Ciao Marta, dicci un po’ com’è il tempo!!! Io sono supermetereopatico, già soffro per le piogge che ci sono ultimamente qui in Italia, speriamo che appena mi trasferisco le cose migliorino. 🙂

  27. Giona

    Sono tornato due giorni fa da una nuova ricognizione a Berlino. Tempo ondivago, ma appena esce il sole è tutto uno splendore. Eine gute nachricht: fra un paio di mesi la facoltà di lingue dell’Università della mia città inizia dei corsi di tedesco gratuiti. Un passetto in più verso la Sprea.

  28. Marta

    Oggi c’è stato un sole splendido..ad inizio giornata sembrava grigiolina, ma in un secondo tataaann..sole, caldo e il blu! Meraviglia. Occasione per visitare la mostra di Walton Ford, per chi è a Berlino, Merita!! e via in bici per strade e stradine. Berlino si stà preparando all’estate. Camion di sabbia girano per la città, a riempie le spiagge lungo la Sprea. Bici, infradito, mini maglie, i Berlinesi son euforici.

  29. carlo

    Brava ! io arrivo giovedì per rimanere una settimana . Non vedo l’ora di visitare la mostra di Walton Ford e non solo, ci sono molte e interessanti mostre da vedere a Berlino, come sempre.
    Ciaooo!

  30. Marta

    Vieni in avanscoperta? Ho sentito che c’è il blocco aereo causa vulcano..

  31. carlo

    Qui il blocco aereo è finito, lì è previsto per i prossimi giorni ?
    Spero di no.
    Per ora sto una settimana lavorando via internet e sistemando casa nuova, a Charlottenburg, poi torno presto per stare più a lungo !L’intenzione è di stare più a Berlino che nella noiosa milano.

  32. Marta

    capisco bene. Sinceramente non riesco a capire, dicono che sia ancora in atto, ma niente di preciso. Ti auguro di no.

  33. Marta

    Alcuni voli in partenza per Milano, Basilea etc…sia da Tegel che Schönefeld, son stati cancellati.

  34. Lena

    Sono a Berlin da un anno e confermo che se non parli tedesco trovare un lavoro decente è davvero un’impresa titanica! In più le scuole costano un casino e il tempo per un corso intensivo se si lavoricchia non c’è..
    Una cosa che può aiutare per i primi tempi a costo minimo (tipo 3 euro o giudilì) è un dizionarietto-frasario da istallare sul cellulare o iPod che ho scaricato online, si chiama ISayHello ( http://isayhello.mobi ) , a me ha aiutato tanto, poi è ovvio che studiare la lingua con un prof è un’altra roba!

  35. Marta

    Ciao Lena, questo è un valido consiglio, proverò a scaricarlo. L’anno scorso ho fatto un corso di 2 mesi alla GLS, mi è servito per la base, ma la scuola è invasa da giovani studenti, più che studiare hanno voglia di far casino. Utili sono i Tandem – incontri tra 2 o più persone interessate alla lingua madre degli altri partecipanti..in pratica io parlo tedesco e l’altra/o italiano..si trovano informazioni presso le bacheche delle scuole di lingua. Sono scambi gratuiti e conosci gente nuova..

  36. Lena

    Io ho fatto 2 mesi lo SprachenAtelier ed è stato utile e divertente ma mi costava quanto l’affitto di casa sicchè finiti i soldi finita la pacchia 😀 alla fine il tedesco lo sto imparando lavorando in bar!

  37. Paolo

    I prò di Berlino sono: una città dove poter viver bene dal lato finanziaro dal divertimento alla cultura aperta a 360 gradi e multiculturale.
    I contro : la dispersione, e l estensione territoriale è enorme è una città “senza forte identità” divisa per anni sembra ne carne ne pesce ogni quartiere è diverso dall altro un mix disordinato che disorienta e ci si sente una goccia nell oceano.
    Il tempo è assurdo cambia di continuo per me che son metereopatico è la morte “E non è una scusa” Vivere a Palermo non è come vivere a Berlino per favore…Io son qui da 4 anni questa città la amo da un lato e la odio da un altro se potessi trasferire la stabilità e l ordine che cè in Germania in Italia non esiterei a tornare.
    Altro problema la lingua…..Preferirei il Cinese al Tedesco definire meravigliosa questa lingua è a dir poco esagerato..Cmq ho visto davvero poca gente resistere a Berlino il tempo vola e il tedesco non l ho impari in 2 mesi ci vogliono anni e bisogna studiarlo seriamente quindi se venite qua e pensate che sia una passegiata scordatevelo prima di capire come siete girati ci mettete un annetto..

  38. Ruth

    Concordo con Paolo, e ti capisco, in tante cose che hai detto mi ci riconosco..

  39. giuseppe

    ciao a tutti sto a berlino da poco ma vorrei stabilirmi qui per molto tempo forse per sempre ma quello che veramente importante per me e imparare il tedesco, ho gia visto alcuni corsi ma preferirei cominciare un corso con una piccola base, ho pensato a un tandem ma non so come cercarlo potreste darmi una dritta. un saluto

  40. Ruth

    ci sta un gruppo su facebook cerca lá!

  41. Ciccio!

    ciao a tutti!!! Io vorrei partire a fine giugno e per un mesetto per un corso di tedesco a berlino… parto da zero… lo faccio per staccare un po’e per farmi un’idea della lingua, conoscendo persone… ovviamente so che non imparerò il tedesco alla perfezione… eheheh, ma va bene lo stesso!!!Avete consigli? Tanti corsi di lingue ti spennano… ho visto quelli della “Tandem”, che sono economici… ne sapete qualcosa oppure avete altro da consigliarmi? Soprattutto… che siano per adulti, perché ho 28 anni e non vorrei trovarmi solo con ragazzi che hanno come minimo dieci anni meno di me…!!!Help please, confortatemi!!!

  42. Giulia

    ogni VHS offre corsi a prezzi molto bassi. Frequenta gente di ogni nazionalitá, lingua e cultura. Tutti adulti.

  43. Ester

    Ciao a tutti, trasferita a Berlino a gennaio, per seguire il mio ragazzo che ha ottenuto un lavoro qui. Mi son detta: “buona occasione per migliorare il mio tedesco e per lavorare in un paese civile”. Siamo a giugno, in Italia ho lasciato un posto a tempo indeterminato…e a volte mi faccio prendere dallo sconforto. Ho un buon curriculum, conoscenza discreta della lingua, ma non basta. Qui il tedesco lo devi sapere MOLTO bene se ambisci ad un impiego decente e ben remunerato. La città è bellissima, mi sorprende sempre, ma ciò purtroppo non basta! Sarà che oggi è tornato freddo ed il cielo è coperto, sarà che non si riesce a fare amicizia neanche coi giovani vicini di casa…però avrei voglia di scappare. So che domani la penserò diversamente e riacquisterò un pò di speranza.

  44. Marta

    Ciao Ester, anche io sono a Berlino da poco più di un mese e non è facile conoscere persone..ma in che zona abiti?
    Marta

  45. Giulia

    se si parlasse di Berlio in termini piú oggettivi, se si dicesse che il realtá ha un elevato di disocczpazione, forse in molti non si costruirebbero castelli in aria, e non penserebbero che questa è la città perfetta, perché non lo é. Se io avessi saputo molte cose prima, forse non avrei lasciato Lipsia, dove é cmq molto piú facile farsi amicizie. La cittá ha i suoi pro ma anche molti contro e tu, Ester, li hai centrati. Forza e coraggio peró, non dobbiamo demordere

  46. federico

    brava Giulia, il problema è proprio questo…a Berlino di lavoro (decente) se ne trova davvero poco…la città dovrà crescere molto come imprese prima di diventare attraente sotto questo profilo. in pratica ha una disoccupazione simile ad alcune zone del sud Italia (tra disoccupati e persone che vivono di sussidi…), preoccupante direi

  47. DaDa

    sì adesso iniziamo a comparare Berlino a Crotone…

  48. federico

    Ok forse ho esagerato. Però se il 18,6% dei berlinesi ricevono l’Harz IV… (in Baviera sono il 4,2%). Bisogna essere onesti ed ammettere che sotto questo aspetto ci sono dei grossi problemi.

  49. Francesca

    Ciao a tutti! vorrei anch’io trasferirmi a Berlino, è stato amore a prima vista e ora che ho finito gli studi vorrei cominciare un percorso in quella meraviglia di città! Mastico un pò l’inglese ma non ho nemmeno le basi d tedesco, vorrei frequentare un corso intensivo direttamente lì, avete delle scuole da consigliarmi? grazie mille 🙂

Add a Comment