I love Berlino

scoiattoli nel parco di tiergarten a Berlino

[Redazione: Oggi vi proponiamo un articolo davvero speciale scritto dalla madre di Ruth. I nostri piú sinceri complimenti e un ringraziamento per la collaborazione]

I pregiudizi  sono le ciabatte sformate con cui all’umanità piace spesso camminare, per parlare e sparlare di tutto, uomini e cose, senza la fatica di un’opinione autonoma.

Soprattutto piace sentirsi anonimi nella massa, sicuri che quello che si dice da sempre abbia la garanzia della verità. Io preferisco viaggiare da sola e permettere alle mie opinioni di vivere im maniera autonoma, anche a costo di sentirsi isolati.

Nel caso di Berlino però i pregiudizi possono creare un positivo effetto estraniante, in grado di ristrutturare la nostra Gestalt Berlinese. Tutto ciò che si era sedimentato negli anni intorno al suono “BERLINO ” (guerra, distruzione, colpe, macerie, voci deformate di una lingua ostile, ostilità, ecc.ecc.) si disfa con effetto immediato di fronte ad una città luminosa, verde e scintillante per i tantissimi, puliti e vivaci laghi che la accarezzano.

Io vivo a Roma, calda e piena di sole,ma adoro Berlino e l’ho scelta come oggetto di amore proprio quando, nel novembre del 1994, si è presentata avvolta nella nebbia come in un velo da sposa. Sono felice perchè, a me, Salentina dello scoglio Ionico (Gallipoli) è stata concessa la gioia di vivere queste contraddizioni, che  non mi  hanno creato guerra o obbligo di scelta.

Roma è impronta di storia passata, spesso trascurata. Berlino non teme di mostrare i segni del suo passato tragico, ma è fiera delle sue rughe che interrogano con discrezione chi le guarda. Roma può permettersi di popolare un sito archeologico di gatti, spesso però diffidenti, ma solo a Berlino scoiattoli e cincie ti vengono a derubare disinvoltamente nelle tasche il cibo che è loro dovuto. Roma  quasi sempre è umiliata da un traffico che nasconde l’armoniosa bellezza della sua topografia, ma solo a Berlino un traffico tumultuoso ma ordinato si arresta perchè un passerotto è caduto in un tombino e ha bisogno che qualcuno lo aiuti ad uscire.

E vi assicuro che lo trova.

[Scoiattoli rossi nel parco di  Tiergarten a Berlino: foto presa da Flickr]

Posted on by Redazione in Cultura, Turismo, Varie

One Response to I love Berlino

  1. daniela romano

    che bell’articolo!
    Condivido al 100% quanto scritto! C’è un bel libro scritto recentemente su Berlino, vi passo i dati, anche se forse sono incompleti dato che l’ho lasciato a Berlino:
    Eraldo Affatati, Berlin, Rizzoli.
    Ripeto, il nome dell’autore potrebbe essere imperfetto o potrei aver indicato una casa editrice diversa, ma in Italia si trova facilmente.
    Daniela

Add a Comment