Conoscere nuova gente, internazionale e italiana, con Internations

Quando si decide di trasferirsi in un nuovo paese, dove lingua e cultura sono differenti, gli ostacoli da affrontare non mancano. Sono tante le cose nuove da imparare, da sbrigare, da ricordare e da sapere. Il più delle volte bisogna ricominciare tutto da zero: nuova casa, nuovo lavoro, nuovi Read more

Cerchi un professionista o un artigiano che parla italiano? Cerca su Berlinitaly!

Il portale Berlinitaly é sempre più ricco di iscrizioni, che vi ricordo, sono gratuite. È un luogo ideale per presentarsi e una banca dati sempre più ricca per chi cerca professionisti di tutte le categorie che parlano la nostra lingua. Spargete la voce tra i professionisti italiani o tedeschi a Berlino Read more

Cercare un lavoro in Germania

www.pixabay.com Che dire? GRAZIE GRAZIE Corrado Musso per i tuoi non preziosi, ma preziosismi articoli!!! Sono chiari e vanno dritti al punto! Una splendida giornata di sole a tutti! Ruth   Cercare un lavoro in Germania? -Vorrei venire in Germania a cercare lavoro, mi sapete dare qualche consiglio -Ottima idea. Che cosa sai fare, che Read more

Verità e pregiudizi sul mercato immobiliare a Berlino. Intervista a Ruth Stirati di Case a Berlino

Intervista di Dalal Irene Al Zuhairi a Ruth Stirati di Case a Berlino sulle verità e sui pregiudizi sul mercato immobiliare a Berlino. Dopo aver conosciuto Ruth, mi era chiaro che le dicerie sul mercato immobiliare Berlinese fossero numerose. Così abbiamo deciso di stendere un’intervista che potesse essere utile  a tutti coloro Read more

DA NON PERDERE PER GRANDI E PICCINI! COFFI KINO Italian film & Art Festival BERLIN 09-12 LUGLIO 2015

Posted on by Jennifer in Cinema, Concerti, Cultura, Famiglia e bambini, Feste e eventi, Film, musica, Scuole e asili bilingui, Società, Teatro, Turismo, Varie | Leave a comment
Was ist meine Heimat? Labor Epos

Was ist meine Heimat? Labor Epos

Cari tutti scusate se postiamo questo articolo con un giorno di ritardo…perdono!

Oltre che presentare questo bellissimo festival dove consigliamo a tutti vivamente di andare, vorrei spendere qualche parola in più sullo spettacolo all’interno del festival che si svolgerà Domenica alle ore 12.30 e di cui vedete allegato il flyer. Si tratta dello spettacolo preparato dalla 6 D della scuola europea Finow nell’ambito del progetto scolastico Labor Epos e che é giá stato presentato con grande successo alla Humboldt Universität durante la lunga notte delle scienze il 13 Giugno.  La 6D  é la classe che frequenta mio figlio, e io ho avuto già la fortuna di poter assistere alla rappresentazione teatrale mercoledì scorso nell’aula magna della scuola. Lo spettacolo é bellissimo per grandi e piccini, é in tutte e due le lingue, e fa ridere e commuovere allo stesso tempo, perché tocca il tema della nostalgia e della patria  ma non solo! Si parla di amicizia, sentimenti, sogni. Il fulcro però rimane la domanda:  Che cosa é la patria? Quale significato ha? Che sensazioni abbiamo quando pensiamo alla nostra patria? La patria é un luogo o un sentimento? I bambini si pongono queste domande  e per rispondere ci portano nel mondo mitologico dell’Iliade e dell’Odissea, con i viaggi fantastici di Ulisse e il suo viaggio di ritorno da Penelope. Abbiamo quindi un intreccio tra mitologia e presente, tra il viaggio di Ulisse e il nostro giornaliero viaggio alla ricerca di una patria in un paese straniero. Devo ammettere di essermi emozionata tantissimo a vedere questi bambini di 12 anni portare in scena uno spettacolo così bello e profondo, preparato durante un intero anno scolastico ( grandissimi complimenti alla regia), e  non sono stata la sola a versare lacrime di gioia e di commozione nell’assistere ad un piccolo grande capolavoro. Quindi consiglio personale : VENITE A VEDERE LO SPETTACOLO che si svolgerà Domenica 12 Luglio alle 12:30 nella Willner Brauerei, Berlinerstr. 80, 13189 Berlino.

Chiaramente consiglio di seguire tutto il festival! Ecco le altre informazioni  riportate dalla nostra Jennifer. a Domenica! Ruth

 

Ieri giovedì 09 è iniziato finalmente il tanto atteso evento del Coffi Kino, festival di arte e cinema italiano.

Il festival avrà luogo alla Willner Brauerei Berlin (WBB) e verrà inaugurato con un aperitivo tutto italiano.

Qui trovate l´evento: CoffiKino

Quattro giorni di cultura, musica, teatro, workshops, corti, esposizioni, mercatini, accompagneranno questa edizione dei rinomato festival. Come già anticipato nei nostri articoli precedenti, il tema è Grow on Diversity, che rappresenta il filo conduttore delle opere di cinema.

Il programma prevede spettacoli di danza, mostre di arti figurative e proiezioni cinematografiche e si svolgerà come segue: Read more

La mappa delle piscine e dei laghi a Berlino

Posted on by Ruth in Famiglia e bambini, Feste e eventi, Laghi, Natura, Piscine e laghi, Quartieri, Turismo | Leave a comment

Direttamente dal sito www.visitberlin.de

 

 

berlin-swimming-map

CITTADINE DI SECONDA CATEGORIA? Una riflessione sulla vita a Berlino

Posted on by Ruth in Corsi di tedesco, Cultura, Curiosità, Documenti, Lavoro, Salute, Scuole di lingua, Scuole e asili bilingui, Società, Studio | Leave a comment

Cari tutti, ecco un post che mi ha reso molto triste. A me personalmente non é mai andata così ma forse perché io il tedesco lo parlo senza alcuna cadenza avendolo imparato da piccola? O perché non ho mai dovuto fare degli esami di tedesco per esercitare la mia professione? O perché sono stata semplicemente più fortunata? Purtroppo non so trovare una risposta.  Reputo importante pubblicare questo post per sentire le vostre esperienze a riguardo. Sotto trovate l’introduzione scritta da una ragazza della redazione. Buona lettura. Ruth

 

Abbiamo ricevuto un interessante punto di vista di una lettrice sulla vita a Berlino, che preferisce rimanere nell´anonimato. Come potrete leggere nel post questa esperienza esprime una visione alquanto dura e critica della città e della sua mentalità verso gli stranieri. Personalmente posso dire che fino ad ora non ho avuto questo tipo di trattamento, ma è anche vero che il mobbing (o meglio l´esclusione esacerbata attraverso piccoli particolari che alla fine distrugge l´autostima), o forse semplicemente non la voglio notare.

L´altra sera stavo parlando con un´amica, che parla molto bene tedesco (oltre ad averlo studiato chiaramente all´università) e mi ha colpito sentire esattamente la stessa paura sull´aspetto della lingua. L´integrazione è in ogni caso difficile, sia quella linguistica, che quella culturale e non sempre è facile per tutte.

 

 

Ciao a tutte. Oggi ho voglia e bisogno di condividere le mie riflessioni ed esperienze a Berlino con voi. Iniziamo.

Avete mai notato la gentilezza negli uffici quando dovete aprire un conto o spendere dei soldi? E al contrario, avete mai notato quanto non ci sia gentilezza, per usare un eufemismo, quando negli uffici pretendete dei servizi perché è un vostro diritto? Sono da 5 anni a Berlino e l’ho constatato ogni volta. Sfortuna? Non credo, visto che non sono la sola ad aver avuto queste esperienze.

Ma veniamo al tema che mi preme oggi, il mondo del lavoro e, ancor prima, gli uffici responsabili del riconoscimento del titolo di studio conseguito all’estero, cioè non in Germania.

Funziona così. Ti rivolgi al reparto competente, fai una coda infinita insieme ad altre persone straniere. Tutte persone laureate con Bachelor e Master e alcune con un dottorato. Tutte in attesa del verdetto da parte del burocrate di turno che deciderà del tuo futuro. Tu lo sai, e l’adetta/o pure, ma questa è la procedura (quante volte l’ho sentita questa maledetta affermazione!). È finalmente il tuo turno, ti vengono richiesti tutti i documenti necessari, come da protocollo. Ti sei preparata per mesi e sai che non ti coglierà in fallo. Sei preparatissima. Hai studiato per 10 anni, investito migliaia di euro (che non vuoi nemmeno calcolare quanti esattamente altrimenti potresti sentirti male), hai lavorato spesso senza retribuzione, perché “fa curriculum”, hai lavorato in posti infami e ti sei chiesta più volte se fossero lavori dignitosi, ma ti servivano i soldi. Non sei stata “choosy”, non potevi permettertelo. Il tuo CV è composto da 4 pagine, 3 delle quali sono tirocini non retribuiti. Ma sai perfettamente il tedesco, sei sicura di te, sai quanto vali come persona, al di là dei titoli che hai collezionato negli anni. Hai viaggiato in lungo e in largo, diversi soggiorni studio all’estero, sempre con lo status di studentessa, però. Ora capisco cosa stava dietro ai sorrisi di chi mi accoglieva “la studentessa spende, ma non pretende, quindi venghino siòre venghino”. Nonostante tutto ciò il burocrate di turno ti distrugge in 5 minuti. Distrugge, vivisezione e frantuma la tua autostima. Dice freddo “questo certificato non serve, questo non è conforme, questo non ci interessa. Prego, questa è la nuova lista delle cose che mancano per avere un’equipollenza. Prego, torni a studiare.”

Read more

Le Jeep zebrate che hanno invaso Berlino

Posted on by Monica in Curiosità | Leave a comment

L’iniziativa, alla fine, non ha portato granché fortuna ma è stata comunque molto apprezzata; nei giorni precedenti alla finale fra Juventus e Barcellona, Berlino si è tinta di bianconero grazie a Jeep, sponsor della Juventus, e BlaBlaCar, piattaforma di ride sharing che consente di condividere i viaggi in auto per risparmiare sui costi e ridurre gli sprechi. Per i tifosi bianconeri sono state messe a disposizione cinquanta Jeep Renegade per il viaggio da Torino alla città sede della finale di Champions League.

Per i supporter juventini, però, non c’erano soltanto le 50 Renegade: per quattro di loro c’è stata anche una piacevole sorpresa. Dopo aver prenotato la corsa condivisa attraverso BlaBlaCar, davanti allo “Juventus Stadium” hanno trovato la loro Renegade zebrata che li avrebbe accompagnati direttamente a Berlino gratuitamente. L’iniziativa allestita dallo sponsor ufficiale della Vecchia Signora prevedeva, inoltre, anche un giro in quelli che sono i luoghi più significativi di una delle città simbolo d’Europa.

Per alcuni giorni, dunque, la capitale della Germania si è trasformata in un ritrovo ufficiale per i colori bianconeri, invasa dalle 50 Renegade – Suv di dimensioni compatte che per certi versi potrebbe essere considerato erede della storica Jeep Cherokee – con a bordo parte delle decine di migliaia di fans della Juventus che non hanno voluto far mancare il proprio appoggio alla squadra del cuore nella partita più importante della stagione.

La carovana di vetture griffate con i colori sociali della Juventus si è snodata – nei giorni che hanno preceduto la finale – per le strade di Berlino, dalla porta di Brandeburgo sino alle zone più alternative della città, come ad esempio Kreuzberg. La flotta di Renegade è stata osservata con un certo stupore sia dai berlinesi che dai turisti, i quali hanno subito con un sorriso l’evento organizzato da Jeep, che aveva anche l’obiettivo di rendere più juventino l’ambiente, colorando di bianconero le strade in vista della finale.

Il marchio Jeep, è da sempre stato molto apprezzato dagli italiani; a partire dalla capostipite, vettura a 2 porte, uscita dagli stabilimenti dell’American Motors Corporation (AMC) nel 1974 e modello di maggior successo nella storia dell’azienda, sostituita successivamente da una vettura più piccola del modello precedente e quindi più facile da guidare: la famosissima Jeep Cherokee, tra le versioni più ricercate e vendute, soprattutto sul web.

L’idea della Jeep è stata apprezzata anche perché ha permesso a molti appassionati di raggiungere Berlino in maniera decisamente più economica, visti i costi proibitivi dei pacchetti messi a disposizione dalla società e dei voli aerei. Chi ha optato per la soluzione offerta da Jeep in collaborazione con BlaBlaCar ha trovato anche un’altra sorpresa all’interno delle vetture: magliette bianconere autografate dai campioni della Juventus.

Un’altra Jeep Renegade, inoltre, è stata messa a disposizione di Nicolò De Marchi, forse il tifoso bianconero più conosciuto al momento. Il suo nome è balzato agli onori delle cronache al termine della semifinale di ritorno contro il Real Madrid, quando la Juventus ha avuto la certezza dell’accesso alla finale della massima competizione europea. Prima del doppio confronto con i “blancos”, la società di Agnelli aveva lanciato una campagna su Twitter denominata #Seandiamoinfinale. In sostanza, la Juventus chiedeva, tra il serio e lo scherzoso, dei fioretti ai propri tifosi.

De Marchi, tifoso bianconero 22enne, ha risposto così all’appello: “Se andiamo in finale, vado a Berlino a piedi”. Il giovane è stato fin da subito intenzionato a mantenere la parola e la Juventus lo ha ripagato con un biglietto gratuito e un sostegno per il viaggio. Nei tratti del percorso più difficili – come ad esempio il valico alpino – De Marchi ha potuto contare su una Jeep Renegade, con la quale ha avuto la possibilità di percorrere 20 chilometri per ogni anno di età; in totale, dunque, 440 chilometri su un totale di poco superiore al migliaio.

Quasi metà tragitto in auto, quindi, mentre i restanti chilometri li ha percorsi sorretto dalla passione di un tifoso che si stava accingendo a vivere un’esperienza unica o quasi. E la delusione vissuta al termine del match potrà essere senz’altro mitigata dal fatto di aver assistito dal vivo al confronto fra la “sua” Juventus e l’attuale Barcellona, una delle squadre più forti di sempre.

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “Italo – Berliner. Gli italiani che cambiano la capitale tedesca”

Posted on by Jennifer in Cultura, Libri, Varie | Leave a comment

Cosa fate martedì sera? Io, dopo una giornata di lavoro, parteciperò ad una stimolante presentazione di un libro che racconta l´evoluzione della comunità italiana nell´amata Berlino.

Ancora una volta la Società Dante Alighieri ci propone un evento molto interessante, martedì 30 giugno 2015 alle ore 19.00: la presentazione del libro “Italo-Berliner” a cura di Elettra de Salvo, Laura Priori e Gherardo Ugolini.

Italo - Berliner. Gli italiani che cambiano la capitale tedesca

Quale valore aggiunto hanno apportato gli italiani alla capitale tedesca? A queste domande e non solo, risponderanno gli autori del libro, che vuole essere un´analisi delle dinamiche, dell´evoluzione e delle motivazioni della ormai numerosa e variopinta comunità italo-berlinese.

Non mancherà come sempre un buffet con il ristorante Caffè Bocconi e vino Balera.

Per visualizzare l´evento su Facebook ed avere maggiori informazioni: Italo – Berliner. Gli italiani che cambiano la capitale tedesca.

Jennifer Maria Menegon

RIMANDATO A SETTEMBRE!!! Trovare casa in affitto/vendita a Berlino. Modalità, documenti, note legali e piccoli trucchi per una ricerca efficace ed un risultato sicuro.

Posted on by Ruth in Architettura, Berlinitaly, Case, Curiosità, Documenti, Famiglia e bambini, Libri, Società, Workshop | 2 Comments

1538918_841575709266004_6652208044941087022_n

 

WORKSHOP RIMANDATO A SETTEMBRE!!! Cari tutti! Come va in questo inaspettato autunno durante l’estate :-0 !!!!!  Vi aspetto numerosi al nostro prossimo Workshop dove mi potrete riempire di domande e scoprire dei metodi efficaci per trovare casa in affitto o in vendita. Il workshop verrà tenuto da me, dalla mia fantastica collega Stefania, e da due professionisti bravissimi di Inspiration Group. Non mancate! Lascerò anche del materiale scritto 😉

Trovare casa in affitto/vendita a Berlino. Modalità, documenti, note legali e piccoli trucchi per una ricerca efficace ed un risultato sicuro.

RELATORI;
Ruth Stirati; 
Founder, Owner e PR Case a Berlino oHG
Responsabile vendite
Blog: Italiani a Berlino

Filippo Simonato;
Marketing Director Inspiration Group GmbH
Direttore Il Mitte Magazine Online

Stefania La Corte
Responsabile affitti e vendite Case a Berlino oHG

Leonardo Cristofalo
Investment Consultant Inspiration Group GmbH

DATA e ORARIO
29 Giugno 2015
ore 18.00 / 21.00

DOVE
Uffici Inspiration Group GmbH
Mehringdamm 33 D-10961 Berlin

Una casa a Berlino, una delle città più belle d’Europa, con tanti laghi e parchi sotto casa. E prezzi ancora accessibili: un sogno di tanti.
Attenzione però, non è tutto così facile. Bisogna stare attenti a molte cose.
Se cercate casa a Berlino in affitto o da comprare, venite al nostro Workshop. Avrete tutte le informazioni necessarie per affittare, comprare o mettere in affitto il proprio appartamento e non avere sorprese con le leggi tedesche, il rogito, i documenti ecc.
Case a Berlino, da molti anni un punto di riferimento per comprare o affittare casa a Berlino e Inspiration Group, consolidato gruppo per chi vuole investire in appartenenti ed usufruire di vari servizi, si sono uniti in questa occasione per fornirvi tutte le informazione necessarie per una “sicura” ricerca o acquisto di un appartamento, una villa, o una casa d’epoca. Il sogno diventa realtà, chiavi in mano!

Case a Berlino
Opera sia nell’ambito della compravendita che in quello degli affitti di case.
I servizi spaziano dalla ricerca, assistenza e consulenza per l’acquisto di un immobile nella capitale tedesca, all’amministrazione straordinaria e gestione di appartamenti, oltre l’affitto di appartamenti ammobiliati per medio-lungo termine.
www.caseaberlino.com

Inspiration Group 
Attiva dal 2008 Inspiration Group si occupa di vendita di immobili a Berlino coadiuvato da un team dedicato che offre un costante supporto nella gestione degli appartamenti oltre che della gestione tecnica ed amministrativa dell’intero stabile seguendo i propri clienti anche dopo l’acquisto.
www.inspirationgroup.it

Il workshop è in lingua italiana,

Ci sono circa 25 posti disponibili

GLI ARGOMENTI TRATTATI

1- ricerca case in affitto
2.- ricerca case in vendita
3 – documenti note legali, rogito, compravendita
4 – piccoli trucchi
5 – quartieri consigliati
6 – spese condominiali e utenze

QUOTA DI PARTECIPAZIONE. 
– 20 € (prevendita)
25 € se si paga il giorno stesso.

Pagamento Bonifico Bancario Commerz Bank intestato a ; Ruth Stirati
Iban: DE40 1004 0000 0734 5929 00
BIC COBADEFFXXX
causale: nome partecipante / Workshop Berlinitaly
Per iscriversi effettuare il pagamento e mandare una email ad info@berlinitaly.de Read more

ALLA SCOPERTA DELLA SOCIETÀ DANTE ALIGHIERI A BERLINO

Posted on by Jennifer in Corsi di tedesco, Cultura, Film, Libri, Scuole di lingua, Studio | Leave a comment

Cari lettori e cari Italiani a Berlino, circa un mese fa sono andata per la prima volta ad uno Stammtisch (uno scambio linguistico) organizzato a Schöneberg, dove vivo. Proprio durante questo evento ho potuto scoprire la Società Dante Alighieri di Berlino, che realizza diverse attività culturali e didattiche interessanti per la diffusione della lingue e cultura italiana.

Premetto che questa settimana ci sarà un evento molto interessante, al quale parteciperò:

17 giugno ore 19.00 – Italienische Unternehmer in Berlin – eine sozio-historische Perspektive: in lingua tedesca e curato dalla Dott.ssa Dr. Edith Pichler.

Insomma, ho quindi deciso di contattarli per un´intervista e spiegarvi per bene quello che fanno!

Qual è la missione della Società Dante Alighieri a Berlino?

La missione della Società Dante Alighieri di Berlino è di rafforzare le relazioni culturali fra Italia e Germania, con maggiore attenzione al sostegno della cultura e lingua italiana. Il Comitato di Berlino venne creato nel 1956 e lavora con molte istituzioni ed enti della città per diffondere in modo cooperativo l´offerta culturale. Offriamo un´ampia gamma di eventi su diversi temi, letture, serate di cinema italiano così come corsi di lingua e scambi linguistici costanti.

Corsi d’italiano, ma anche tedesco per italiani, corretto?

La Società Dante Alighieri è il punto di appoggio per tutti gli italiani/le italiane a Berlino che vogliono migliorare, o anche rinfrescare il proprio tedesco. Nei nostri corsi Tedesco per Italiani” offriamo la possibilità di imparare la lingua tedesca in piccoli gruppi. I nostri insegnanti madrelingua altamente qualificati parlano inoltre italiano, in modo che anche nei corsi di iniziazione non vi sia alcuna barriera linguistica.

Da luglio/agosto iniziano i nostri nuovi corsi di lingua Tedesco per Italiani”  le cui date saranno presto disponibili sulla nostra pagina.

Società Dante Alighieri a Berlino

 

 

Read more

COFFI KINO, ITALIAN FILM AND ART FESTIVAL BERLIN: LA LEGGENDA DI KASPAR HAUSER

Posted on by Jennifer in Cinema, Cultura, Feste e eventi, musica | Leave a comment

Carissimi lettori, come anticipato, siamo arrivati al terzo evento del Coffi Kino: la leggenda di Kaspar Hauser, di Davide Manuli.

Lo Sputnik Kino ospita la proiezione di un film che ci presenta una Sardegna in bianco e nero, con la musica elettronica di DJ Vitalic.

Un ragazzo appare su una spiaggia, dal nulla ed inizia la propria avventura su questo territorio. La vicenda viene raccontata in tono surrealista, riprendendo temi del teatro dell´assurdo, ma interpretati in chiave post-moderna, con personaggi atipici ed eccentrici.

Domenica 14 giugno, ore 20.00 potete quindi assistere (io ci andrò!) e per maggior info sull´evento cliccate qui

La leggenda di Kaspar Hauser

Qui trovate il trailer ufficiale su Youtube

Non dimenticatevi che dal 09 al 12 luglio ci sarà il festival vero e proprio ed il film prescelto fra i tre, verrà proiettato nuovamente!

Per prenotare i biglietti, rivolgersi a www.cinetixx.de oppure direttamente allo Sputnik-Kino (030-694 11 47).

Jennifer Maria Menegon

Il Mindestlohn e la detrazione di vitto e alloggio dallo stipendio

Posted on by Ruth in Alloggi, Berlinitaly, Gastronomia, Lavoro, Salute, Società, Varie, Workshop | Leave a comment
Mindestlohn_vertrag_verguetung_deutschland 
Buon pomeriggio a tutti, spero di vedervi oggi numerosi!! all’evento di Berlinitaly sulla tassazione apertura di partita IVA etc. Per chi non sapesse di cosa sto parlando cliccate qui http://www.berlinitaly.de/events/read_events/35 e trovate tutto e ricordatevi che cominciamo puntuali alle 17 ( ci si incontra dalle 1630).
Oggi pubblico un articolo interessante del nostro Corrado Musso, esperto nel settore dei diritti e doveri dei lavoratori. Buona lettura !

Non dilunghiamoci troppo su cosa è il Mindestlohn. Lo dovrebbero sapere tutti oramai. In Germania, a partire dal 1.1.2015 è diventato obbligatorio un salario minimo di 8,50€ lordi per ora di lavoro. Per quanto riguarda i tipici lavori in ristorazione non ci sono possibilità di scappatoie. Questo è il minimo senza se e senza ma.

Quanto riporterò in questo scritto è una elaborazione di quanto scritto sul sito della Zoll a questa pagina:

http://www.zoll.de/DE/Fachthemen/Arbeit/Mindestarbeitsbedingungen/Mindestlohn- Mindestlohngesetz/mindestlohn-mindestlohngesetz_node.html

Altre leggi che citerò sono anche loro rintracciabili facilmente in Internet usando come chiave di ricerca l’abbreviazione della stessa.

Come prima cosa un consiglio. Fin dal primo giorno di lavoro segnate, a scopo personale, tutte le ore di lavoro che fate, su di un taccuino. In caso di controllo della Zoll vi potrebbe essere chiesto se voi tenete una registrazione del genere. Non è un obbligo tenerla e non siete obbligati a tenerla, ma potrebbe essere di aiuto ai funzionari durante l’incontro col datore di lavoro. Come potrebbe esservi di aiuto nel caso voi doveste adire vie legali nel confronto dello stesso. Se avete uno smarthpone, esistono delle app comodissime che fano proprio questo. Nella versione light sono gratuite. Se cercate negli store sotto Zeiterfassung ne trovate a pacchi. Se a pagamento non superano i 4 Euro e sono soldi MOLTO ben investiti

Iniziamo a ricordare quale è l’orario di lavoro massimo stabilito per legge. Secondo la Abeitszeitgesetzt (ArbZG), l’orario di lavoro massimo è di 48 ore settimanali. Con un massimo di 8 ore giornaliere. Gli straordinari sono ammessi fino ad un massimo di 2 ore giornaliere, sempre che, nell’arco di sei mesi, la media sia di 8 giornaliere. Questa legge regola anche i riposi settimanali. In genere la Domenica è da considerarsi giorno libero. Chiaramente per alcuni lavori non è possibile. Resta fermo il fatto che devono essere libere almeno 15 Domeniche all’anno. Per i lavoratori stagionali questo avviene automaticamente

durante il periodo in cui non si è occupati. In questo caso non è dovuto una maggiorazione di stipendio

Il datore di lavoro non può in nessun caso dichiarare come pausa un momento durante il quale non ci sono clienti nel locale. Una volta che avete la pausa voi avete tutto il diritto di allontanarvi dal locale e rientrare al termine della stessa. Da questa regola ne consegue che se vi prendete una pausa sigaretta, il datore di lavoro ha il diritto di considerare quel tempo come non lavorato. Per quanto riguarda le pause di lavoro, queste sono regolate dal §4 ArbZG

Veniamo a quanto il datore di lavoro può trattenervi dallo stipendio per vitto e alloggio. Ci sono premesse importanti da fare. In primo luogo l’ammontare di tali detrazioni deve essere

Read more