Cose da sapere prima di andare in Erasmus a Berlino

Buongiorno a tutti! Leggendo questo bell'articolo di Ivana Casertano mi sono ben ricordata la trafila che feci io a suo tempo per fare il passaggio dall'università di Roma a quella di Berlino. Io non feci il progetto Erasmus ( decisi di trasferirmi del tutto e continuare tutto il mio Read more

Il sussidio sociale Hartz IV, detto anche Arbeitslosengeld II. Aggiornamenti 2014

Foto da wiwo.de A grande richiesta e grazie a Laura che per settimane ha raccolto informazioni personalmente nei vari uffici e con la santa pazienza ha riassunto il tutto in questo ottimo articolo….ecco a voi le info aggiornate sul famoso Hartz IV. Sperando che non serva mai a nessuno di Read more

Cercare lavoro in Germania e a Berlino, aggiornamenti 2013

Buongiorno a tutti, state tutti tornando a casa dopo le abbuffate di Ferragosto? Si può ufficialmente dire che le vacanze stanno finendo...Noi qua non abbiamo mai smesso di lavorare in compenso ;) e abbiamo pensato di pubblicare degli articoli aggiornati e molto ben strutturati su come cercare e possibilmente trovare lavoro Read more

Correre a Berlino: consigli, percorsi, motivazione :-)

La bella stagione sembra sia ormai arrivata, le giornate almeno si sono giá allungate di parecchio, la sera i merli cantano fino a tardi e seppure ci sembra che sia ancora troppo freddo, senza essercene accorti siamo passati alla giacca piú leggera, abbiamo tolto il cappello e i guanti Read more

I NUOVI LABORATORI DE LE BALENE POSSONO VOLARE

Posted on by Mattia in Cultura, Varie | Leave a comment

newbalena

E così Le Balene Possono Volare chiudono la loro prima stagione di Laboratori creativi e vanno in vacanza.

Le saracinesche sono state tirate giù con il botto finale: la partecipazione di Mattia Grigolo, il fondatore, come relatore al Symposium Of Cultural Diplomacy tenutosi il 31 luglio presso l’Institute For Cultural Diplomacy.

Intanto si sta già lavorando per la riapertura di settembre, con i vecchi Laboratori di Scrittura Creativa Base/Advanced e qualche interessante novità, come Il Laboratorio di Teatro, che si svolgerà da settembre ad ottobre. Il corso è condotto dall’attrice e performer Daniela Marcozzi insieme con Mattia Grigolo, presso la suggestiva sede del Teatherhaus Mitte.

Si aggiunge Il Laboratorio di Esercizi di Scrittura Creativa e quello di Scritturoterapia, quest’ultimo condotto con l’appoggio dell’AWO-Bayohuma Haus e della psicoterapeuta Giulia Borriello.

In programma anche una festa il 20 settembre 2014, presso la libreria italiana Mondolibro, ove si terrà l’evento “Le Balene Possono Reading”. In un clima rilassato e vivace, alcuni dei ragazzi che hanno partecipato ai Laboratori leggeranno testi ricavati dagli esercizi fatti durante gli incontri, accompagnati da musicisti, cantautori e attori.

Per avere tutte le informazioni riguardo la partecipazione ai laboratori si può scrivere a laboratori.lebalene@gmail.com oppure visitando il sito internet o la pagina Facebook de Le Balene Possono Volare.

Muse Italian Icons – Berlin Fashion week 9-12 July

Posted on by Ruth in Cultura, Curiosità, Feste e eventi, Società, Turismo | Leave a comment

MUSE is an event organised to promote a selected group of Italian emerging talents in the fields of fashion, design and art.It is a showcase of excellence in craftmanship, an opportunity to discover the true identity of contemporary Italian design, made of small brands with solid identity, outstanding creativity and precious artisan expertise.

 

image005

image006

CURVY IS SEXY! OSPITE A PALAZZO ITALIA, IN OCCASIONE DELLA MERCEDES-BENZ FASHION WEEK DI BERLINO

Posted on by Ruth in Cultura, Curiosità, Feste e eventi, Mostre, Società | Leave a comment

 

2

Palazzo Italia, la location per eventi e manifestazione gestita da Fiera Milano Spa nel cuore della capitale tedesca, ospiterà dall’ 8 al 10 Luglio l’edizione di luglio di CURVY IS SEXY!, la manifestazione per le “taglie forti” durante la Berlin Fashion Week, un evento di grande richiamo per il Mondo della Moda che da quest’anno ha una veste nuova disegnata su misura degli spazi del prestigioso Palazzo.

 

Per tutte le news sull’evento CURVY IS SEXY! consultare il sito web www.curvy-is-sexy.com

 

Per una panoramica degli eventi passati ed imminenti in calendario a Palazzo Italia, consultare il sito 

www.palazzo-italia.com nella sezione Eventi.

Festival Berlitalia a Berlino, 5-7 Settembre 2014, Potsdamer Str. Eine Reise durch Italien…mitten in Berlin!

Posted on by Ruth in Concerti, Curiosità, Famiglia e bambini, Feste e eventi, Film, Gastronomia, Lavoro, Mostre, musica, Quartieri, Ristoranti, Shopping, Società, Turismo, Varie | Leave a comment

ce685640-9e8c-45fa-b3eb-6711018ba56c

Per il secondo anno consecutivo, nella suggestiva cornice di Potsdamer Platz, avrà lungo BERLITALIA, fiera berlinese del “Made in Italy”.

Per tre giorni, dal 5 al 7 settembre 2014, la cultura italiana troverà casa intorno allo storico semaforo della piazza berlinese. Dopo il successo del 2013, quando ben 30mila visitatori fecero la loro presenza, quest’anno la manifestazione durerà un giorno in più. Ospite d’onore di BERLITALIA 2014 sarà la cantante italiana Etta Scollo, da più di trent’anni tra le più celebri cantanti italiane all’estero, vincitrice peraltro del prestigioso Ruth –  Der deutsche Weltmusikpreis nel 2007.

Ulteriore motivo d’orgoglio della Kermesse è la partnership con il fotografo americano Charles Traub, che ha di recente pubblicato per Damiani un documentario e retrospettiva fotografica sull’Italia degli anni 80’.La Dolce Via: Italy in the 1980s” non è solo una raccolta di scatti“ma un affresco minerale che cattura appieno il desiderio e le manie degli italiani, sperduti nella bellezza di Roma o sulla spiaggia, nei parchi, dentro i loro stessi occhi che, oggi, sembrano aver smesso di vedere.” (La Voce di New York, Filippo Brunamonti).Saranno queste immagini a presentare la BERLITALIA ed il motto dell’attuale edizione 2014: “Un viaggio attraverso l’Italia…nel centro di Berlino!”“Eine Reise durch Italien… Mitten in Berlin!“

Cosa è BERLITALIA. Una grande Read more

GOEURO, UNCONVENTIONAL START UP E DIVERSITÀ COME RISORSA: IL LAVORO IN UN AMBIENTE INTERNAZIONALE

Posted on by Mattia in Lavoro, Società, Trasporti, Turismo | 1 Comment

Parte del team internazionale

GoEuro è una startup italiana con sede a Berlino e specializzata nel settore della tecnologie e dei viaggi. Ha chiesto a Italiani a Berlino di poter far conoscere la loro azienda e lo ha fatto mandandoci questo elaborato molto simpatico, che riportiamo per intero.

Ancora oggi, quando si parla di aziende start­up, può esserci un po’ di confusione: c’è chi pensa si giochi a biliardino ogni mezz’ora o chi crede che queste aziende siano solo una perdita di tempo, luoghi dove si passa tutto il giorno solo a parlare, mangiare frutta e bere Club Mate, il tutto offerto dall’azienda. La differenza è proprio qui, prima di tutto noi di GoEuro non abbiamo la frutta (si, però abbiamo il Club Mate!) e secondo c’è un’ importante differenza da menzionare: il fondatore, Naren Shaam, non è tedesco! Se tanti di voi si stanno chiedendo dove sia poi il grande cambiamento, allora non hanno mai lavorato in un’azienda teutonica purosangue. Non che ci sia una dittatura, ma la differenza si sente in tante piccole cose. Innanzitutto non è necessario sapere il tedesco; non solo non te lo fanno pesare, ma la maggior parte delle persone sono nate e cresciute in Spagna o in Inghilterra.

Read more

Omaggio a Claudio Abbado il 25 giugno 2014: “La musica è necessaria alla vita” Omaggio a Claudio Abbado

Posted on by Mattia in Concerti, Cultura, Feste e eventi, Mostre, musica | Leave a comment

claudio-abbado-morto_784x0

Serata in ricordo di Claudio Abbado, direttore d’orchestra e umanista (1933 – 2014).

Eletto alla guida dei Berliner Philharmoniker un mese prima del crollo del Muro il 9 novembre 1989, Claudio Abbado ha voluto portare la musica classica a quante più persone possibile nella città riunita, coinvolgendo anche teatri, musei, gallerie d’arte e cinema.

Con Alessandro Cappone, uno dei primi violini dell’orchestra, parliamo degli anni berlinesi di Abbado e dei suoi cicli tematici, incentrati su soggetti o autori, da Prometeo a Hölderlin, Faust, i miti greci, Shakespeare, Berg-Büchner, il Viandante, Amore e Morte e Parsifal.

La fotografa milanese Margherita Lazzati espone il suo leporello “Musica in movimento – omaggio a Claudio Abbado”, con una selezione di dieci fotografie scattate durante il concerto del 14 maggio 2011 alla Philharmonie.

Convinto della valenza sociale della musica, il Maestro ha aperto le porte delle sale da concerto anche ai giovani e agli emarginati. Mostriamo il video ‘Pierino e il lupo’, favola in musica di Sergej Prokof’ev eseguita nel 2008 da Abbado, dalla sua Orchestra Mozart e dall’attore Roberto Benigni davanti a migliaia di bambini a Bologna.

Moderatrice della serata: Corina Kolbe

25 giugno 2014, ore 19.30

Società Dante Alighieri Berlino

Nollendorfstraße 24

10777 Berlin

LOCANDINA: 50×70 berlino Dante_def_LR

Asilo piccolino, posti liberi

Posted on by Ruth in Asili, Famiglia e bambini, Scuole e asili bilingui, Società, Varie | Leave a comment
Nell’ italo-tedesco si sono liberati tre posti, cercano una bimba e un bimbo nati nel 2012 e un maschietto nato nel 2010.
Asilo Piccolino

Piccolino e.V.

Babelsberger Straße 40 ( Schöneberg/Wilmersdorf)
10715 Berlin
Telefon 030 8540 5885

e-mail: kontakt@piccolino-kita.de

www.piccolino-kita.de

Come sconfiggere la paura del volo

Posted on by Ruth in Curiosità, Famiglia e bambini, Lavoro, Medici, Psicologi, Società, Studio, Turismo | Leave a comment

Der-Albtraum-vom-Fliegen-Gegen-Flugangst-helfen-Seminare

abendlblatt.de

Cari amici,

é un anno che voglio scrivere questo articolo per condividere con chi ha la sfortuna di avere paura del volo, ma non ci sono mai riuscita.  Eccomi qua, oggi ce l’ho fatta!

La mia prima volta in aereo fu a 9 anni. Paura, zero, nonostante atterraggio con motore che fumava. Non ho avuto paura fino a quando non ho cominciato a volare spessissimo per lavoro, prendevo l’aereo anche 3 volte la settimana, era tutto un po’ troppo, il nuovo lavoro a Berlino, dovermi poi affittare una macchina e girare per la Germania ( senza Tom Tom), guidare come una tedesca, il lavoro che richiedeva anche 12 ore di concentrazione di seguito. Cominciai a soffrire enormemente di emicrania e a provare un certo disagio quando l’aereo entrava in turbolenza.Negli anni precedenti le turbolenze erano state per me puro divertimento. Questa sensazione di disagio si é trasformata con gli anni in paura e poi addirittura in terrore quando ho avuto il primo figlio. Il giorno in cui mi sono ritrovata su un aereo Venezia-Berlino, con mio figlio di 1 anno in braccio, e l’aereo circondato da fulmini che non poteva atterrare causa brutto tempo, ho giurato a me stessa che mai più avrei preso l’aereo con i miei figli da sola, perché non sarei stata in grado di gestire loro  contemporaneamente il mio terrore, che mi portava al silenzio e all’immobilità assoluta. Gli anni sono quindi passati con non poche difficoltà organizzative, visto che mio marito doveva prendere per forza di cose l’aereo con me, almeno per accompagnarmi in Italia, o doveva andare a riprendere i bambini ( problema nel frattempo risolto i bambini volano da tempo soli con airberlin) . Nel frattempo io ho ovviamente cercato di fare di tutto per togliermi la paura. Ho letto svariati libri, ho parlato con decine di piloti, ho seguito un corso che spiega esattamente perché volano gli aerei, etc etc. Ma niente da fare. Se il volo era tranquillo, io ero tranquilla. Guardavo però continuamente l’orologio e ringraziavo Dio nel momento in cui atterrava. Il giorno prima della partenza ero in ogni caso nervosa, un fastidioso mal di pancia preannunciava la partenza sia per o dalle vacanze. Se il volo si preannunciava o era turbolento, il mio cuore andava a mille, le mani mi sudavano, e io dovevo anche fingere di starmi divertendo un mondo di fronte ai miei figli. Uno sforzo sovrumano, e chi ha paura, sa di cosa sto parlando.

Un anno fa, sono stata in terapia da uno psicoterapista che tra le altre cose mi ha aiutato  a centrarmi su me stessa con l’aiuto dell’ipnosi. Avevo letto che era anche specializzato nel curare vari traumi e paure, tra le quali anche la paura del volo. Ho deciso di provare. La tecnica che usa si chiama EMDR, nelll’articolo eloquente ed interessante della dott.ssa Sara Bakacs é spiegato molto bene il funzionamento di questa metodologia, da cosa nasce, per chi é adeguato.

Ecco il link:  http://psicologo-romaeur.it/emdr-cose-come-funziona-chi-puo-praticarla/ a riguardo.

Prima di leggere tutte le informazioni  vorrei solo dirvi che con me la terapia ha funzionato al 100%!  A me é bastata una unica seduta di 4 ore e una seconda seduta di un’ora. Io non so più cosa significa avere paura di volare. Ci sono le turbolenze? Bene! Io e i miei figli ci divertiamo a darle dei voti…piú forti sono, migliore sarà il voto che avranno. Devo partire spesso? Non so più cosa significhi avere l’agitazione pre volo. Il cielo é nero alla partenza? La cosa non mi tocca! Stiamo per entrare in un nuvolone nero nero? Tiro fuori il cellulare e faccio un video per far morire di invidia i miei figli perché sono stata gratis sulle montagne russe. Non so più cosa significhi guardare l’orologio e chiedermi quando atterra. Mi addormento tranquillamente durante il decollo o l’atterraggio. Sono diventata come una dei tanti che per anni ho invidiato perché sapevo che avevano una qualità della vita migliore della mia. Solo di recente ho pensato che Read more

Come ti cambia Berlino, una lettera da Andrea

Posted on by Ruth in Curiosità, Società, Turismo, Varie | Leave a comment

Buongiorno a tutti! io sto veramente bene e voi? Soprattutto dopo che ho deciso di rimettermi nuovamente in gioco, cambiando le carte in tavola, cominciando un 4. progetto appassionante, non sedendomi e accontentandomi mai…..

Mi scrive Andrea, pubblico volentieri il suo post. Mi ricorda leggermente le mie sensazioni, durante il mio primo inverno a Berlino, era il 1994. Non sapevo che fosse pericoloso andare con la bici su 40 cm di neve, non avevo avuto ancora l’esperienza a riguardo. Quante cadute, e quanta stanchezza, in quel primo inverno, arrancando tra università, lavoro, lingua che non capivo alla perfezione ( quindi anche le lezioni all’università) e la mancanza e la nostalgia di tutto, non essendoci cellulari, internet, voli low cost e via dicendo. Ma la forza che ho acquistato attraverso questa esperienza ha fatto di me quello che sono ora, e lo stesso vale per Andrea. Berlino se le dai una chance, ti dà la forza di cambiare e rimetterti in gioco di nuovo, sia che tu abbia 20, 40, o 70 anni :)

Buona giornata! Ruth

tumblr_n1b7ze8FJs1ttbasno5_1280

Faceva freddo, tutto era grigio. Avevo paura.

Nel Marzo del 2013 Berlino era ricoperta di neve, tantissima neve.
Ero solo, l´unica cosa che avevo erano due valigie pesantissime, entrambe azzurre come il cielo che abbraccia l`Italia durante un pomeriggio estivo.
In mano degli appunti scritti a penna, con l`indirizzo di un ostello, per raggiungerlo avrei dovuto prendere un treno chiamato S-Bahn.
Ai binari soffiava un vento gelido, mi guardai attorno e mi sentii per la prima volta in tutta la mia vita completamente solo, ma non ero triste.
Scesi alla stazione di Frankfurter Alle; l`ostello avrebbe dovuto essere li nelle vicinanze.  Una volta trovato, entrai e la receptionist mi accolse con un sorriso ed un accento familiare. Era Italiana, solare e gentile, mi diete le chiavi della mia stanza, una camera con altre cinque persone. Non avevo mai alloggiato in un ostello con persone che non conoscevo.
Entrai nella mia stanza, non c´era nessuno, il mio letto era l`unico ancora in ordine senza sacchetti di patatine e bottiglie di plastica.
Mi tolsi il giubbotto e mi sdraiai. Fissai il soffitto, non pensavo a niente, pensavo a tutto. Pensavo a mia madre che poche ore prima mi abbracciò forte con le lacrime agli occhi. Ho pianto.
Ma come prima, non ero triste. Rimisi il giubbotto e feci una passeggiata. Scrutavo con attenzione le persone, e mi soffermai soprattutto su quelle sole, forse erano sole e nuove in città come me, chi lo sa.
Rientrai in ostello, con le guance rosse e tanta stanchezza addosso.
Questi sono i primi ricordi che ho di me all´inizio di questa nuova vita. É passato un anno e due mesi dal mio arrivo nella capitale tedesca ma i ricordi del mio primo giorno sono ancora così nitidi che a stento riesco ad immaginarmi quanto veloci sono passati. Il tempo non si ferma mai, avido e veloce corre senza freni, senza pensare. Lui passa e tu cresci.
Sono cresciuto e sono diventato una persona completamente nuova, ambiziosa e senza paure.
Sogno ogni giorno perché sognare é l´unica cosa che mi fa andare avanti.
Amo ogni giorno quello che mi circonda; il mio fidanzato, così presente ed innamorato, i miei amici, così
impegnati e così pazzi, il mio lavoro, perché senza di questo morirei di fame e la mia casa sarebbe un portico dell´ Oberbaumbrücke.
Berlino mi ha dato la forza di cambiare, la forza di credere in me stesso e gliene sarò per sempre grato.
                                                                                                                                                             Andrea Padoan