Conoscere nuova gente, internazionale e italiana, con Internations

Quando si decide di trasferirsi in un nuovo paese, dove lingua e cultura sono differenti, gli ostacoli da affrontare non mancano. Sono tante le cose nuove da imparare, da sbrigare, da ricordare e da sapere. Il più delle volte bisogna ricominciare tutto da zero: nuova casa, nuovo lavoro, nuovi Read more

Cerchi un professionista o un artigiano che parla italiano? Cerca su Berlinitaly!

Il portale Berlinitaly é sempre più ricco di iscrizioni, che vi ricordo, sono gratuite. È un luogo ideale per presentarsi e una banca dati sempre più ricca per chi cerca professionisti di tutte le categorie che parlano la nostra lingua. Spargete la voce tra i professionisti italiani o tedeschi a Berlino Read more

Cercare un lavoro in Germania

www.pixabay.com Che dire? GRAZIE GRAZIE Corrado Musso per i tuoi non preziosi, ma preziosismi articoli!!! Sono chiari e vanno dritti al punto! Una splendida giornata di sole a tutti! Ruth   Cercare un lavoro in Germania? -Vorrei venire in Germania a cercare lavoro, mi sapete dare qualche consiglio -Ottima idea. Che cosa sai fare, che Read more

Verità e pregiudizi sul mercato immobiliare a Berlino. Intervista a Ruth Stirati di Case a Berlino

Intervista di Dalal Irene Al Zuhairi a Ruth Stirati di Case a Berlino sulle verità e sui pregiudizi sul mercato immobiliare a Berlino. Dopo aver conosciuto Ruth, mi era chiaro che le dicerie sul mercato immobiliare Berlinese fossero numerose. Così abbiamo deciso di stendere un’intervista che potesse essere utile  a tutti coloro Read more

Offerta di lavoro per collaboratore italiano!

Posted on by Ruth in Curiosità, Documenti, Lavoro, Società | 2 Comments

Italian Content and Editorial Manager

Passionate about writing and feeling like helping people to save money and time? We are looking for a brilliant contributor who can help our users buying the right product for the right price. Nowadays consumers have hundreds of products available and taking a purchase decision can be extremely time-consuming: you should be supporting these people buying what they really need and for a fair price.

What we would expect from you:

Writing reviews about products, whether they are blenders, headphones or food processors.

Optimizing our website with new products, images and relevant information for our users

Creating high quality/user centered content

Quality checking and maintaining the high quality of our content

Answering users’ questions regarding products’ details and information

The profile we are looking for:

An exceptional level of written and spoken Italian (native speaker or equivalent). Read more

Cercasi educatore/educatrice italiana nell’asilo ” I cuccioli” Rieserstr. Neukölln

Posted on by Ruth in Asili, Famiglia e bambini, Lavoro, Società | 5 Comments

Pubblico una lettera di una mamma!

 

Cercasi educatrice italiana!

Vorremo segnalare per che a partire da gennaio 2015 è vacante un posto da educatore/educatrice per un/a madrelingua italiano nel’asilo “I Cuccioli” nella Riesestraße, Neukölln.

 http://www.kitariesestrasse.de/

http://www.kindertagesstaetten-suedost.de/kitas.html?kitaid=37

 

Sul sito dell’asilo l’informazione purtroppo non si trova ancora, ma come genitori con bambini in questo asilo sappiamo che stanno cercando urgentemente per poter svolgere la pratica necessaria entro la fine dell’anno.

Chi vuole mandare o portare il suo curriculum o chiedere informazioni  può farlo presso la direzione del asilo (Herr Korpys, sostituta in caso di assenza: Viola Balz, E-Mail: Kita-Riesestrasse@kitaso.berlin.de).

L’unico educatore italiano a tempo pieno che hanno sta cominciando un altro lavoro a Gennaio e quindi rimangono scoperto di qualcuno che possa parlare con i bambini in un italiano corretto e anche trasportare la cultura. A noi genitori la faccenda sta chiaramente molto al cuore e quindi proviamo a spargere la voce il più possibile.

Vi presento Pink Flamingos, amore per il restauro, laboratorio e un sogno diventato realtà.

Posted on by Ruth in Cultura, Curiosità, Documenti, Famiglia e bambini, Lavoro, Quartieri, Shopping, Società, Varie | Leave a comment

Buongiorno, dopo due giorni di festeggiamenti per l’anniversario dei 25 anni della caduta del muro rieccoci nella quiete apparente del Lunedì, i bambini a scuola e le ore che mi stanno volando via una dopo l’altra, é già mezzogiorno e io devo ancora andare alla disperata ricerca di un alimento che ho imparato ad amare a Newcastle : il porridge ( qualcuno sa dove lo posso trovare? MA BUONO!) ! Infatti ho finito le scorte….e sono abbastanza disperata. Parlando di negozietti da scoprire, ve ne voglio presentare  uno che ancora non ho fatto in tempo ad andare a visitare, ma lo farò senz’altro durante i miei giri per la città. L’ho visto in foto, ne ho sentito parlare e  so la fatica e il coraggio che ci vuole per mettersi in gioco in questo modo e quindi ho chiesto alla titolare Alessandra di scrivere un articolo in cui ci racconta un po’ di più di Pink Flamingos. Natale si avvicina, penso che sia il posto giusto per trovare qualcosa di veramente originale…Qui potete trovare Pink Flamingos su FB. Buona settimana a tutti! Ruth

 

IMG_4979_Fotor

 

Vivo a Berlino da più di cinque anni. Benché questa sia una città problematica, dove trovare sicurezza economica e stabilità lavorativa è molto difficile, io continuo a viverci bene e a non riuscire ad immaginarmi altrove.

Da quando sono qui ho fatto esperienze e lavori diversi, cambiandone quasi uno all’anno. Mi piace provare cose nuove e capire dove mi sento più a mio agio.
In Italia mi sono occupata del sostegno ai disabili come operatrice in una cooperativa sociale. Per farlo qui avrei dovuto mettermi a studiare da capo e la necessità di dover
pagare l’affitto e il timore di doverlo fare in una lingua diversa dalla mia me lo hanno impedito.
Ma in questi cinque anni ho sempre accarezzato l’idea di mettermi in proprio. Di fare qualcosa che fosse assolutamente mio, dal progetto all’effettiva realizzazione.
È così che ho deciso di aprire Pink Flamingos.
In questo spazio provo a racchiudere tutto quello che mi piace davvero e che allontana la nostalgia delle mie origini che spesso mi rompe lo scatolame.

1966829_734660606628242_2318070847066027225_n

No, non ha niente a che fare con la mozzarella di bufala ma con il restauro. Con i materiali e gli odori che hanno fatto da sfondo alla mia infanzia e giovinezza, quando andavo a trovare mio padre nel suo laboratorio e lo guardavo felice di fare il suo lavoro.
Ed è questa un’ambizione comune, in fondo. La soddisfazione di fare un lavoro che abbiamo scelto per noi stessi.
A Berlino è facilissimo procurarsi vecchi mobili da risistemare. Spesso la gente li lascia per strada consapevole del fatto che qualcuno possa recuperarli e riutilizzarli.
Il mio primo anno qui non è stato particolarmente roseo dal punto di vista economico, ed ho arredato casa mia con lo spirito del
riciclo.
IMG_4916_Fotor
Questo stesso spirito è l’anima della mia idea di business. Ogni giorno provo a ridare dignità a cose che altre persone non vogliono più per sé ma che meritano una seconda occasione perché hanno abbastanza potenziale per rendere felice qualcun’ altro. Cerco tesori online, su kleinanzeigen, o nei mercatini e ci lavoro nel mio laboratorio, nel retro del punto vendita.
Il resto dell’allestimento è composto da complementi di arredo di grandi marchi, come l’inglese Sass&Belle e la tedesca Räder, vestiti per bambini cuciti a mano e piccoli oggetti d’arte.
La realizzazione effettiva del progetto è stata complessa ma non difficile come possa esserlo in altre realtà. La regione mette a disposizione corsi e centri in cui è possibile chiedere infor
mazioni burocratiche generali come la Gründerinnenzentrale (http://www.gruenderinnenzentrale.de/). I costi sono veramente bassi e il personale gentile e disponibile. Mi hanno aiutata a far ordine e a capire cosa fare passo per passo indirizzandomi verso uffici e figure professionali di competenza.

IMG_4956_Fotor

La cosa veramente importante, a mio avviso, è farsi un’idea dettagliata di ciò che si vuole fare e come lo si vuole proporre al pubblico facendosi delle domande: “È un’idea che già esiste?”, “Può funzionare?”, “Quale può essere il mio valore aggiunto?”, “In quale quartiere si trova il mio target di riferimento?”.
Tutto il resto non è altro che attivazione d
i utenze e scartoffie.
Non so ancora dove mi porterà questa esperienza ma, per ora, mi godo la soddisfazione di averla fatta nascere e di poterla condividere con gli altri.
Mi trovate a Stargardertraße 35 a Prenzlauerberg, vicinissimo alla Sbahn Prenzlauer Allee, tutti i giorni dalle 11:00 alle 19:00. Il sabato dalle 12:00. Mi piace dormire, sì.

1459255_730690483691921_3980641068035718379_n

Giov 6 nov ore 20 presentazione di Tutti a Berlino Guida pratica per italiani in fuga. Nuova edizione aggiornata e ampliata

Posted on by Ruth in Alloggi, Asili, Assicurazione sanitaria, Corsi di tedesco, Cultura, Curiosità, Documenti, Famiglia e bambini, Gastronomia, Lavoro, Quartieri, Società, Studio, Trasporti, Varie | 1 Comment

COVER-BERLINO-2014-B

 

Cari tutti, quanto mi ha aiutato questo libro fino ad ora e a quante persone lo ho consigliato! mi riempie quindi di contentezza vedere che é stato aggiornato e arricchito, coerente col fatto che anche a Berlino le cose e le leggi cambiano praticamente giornalmente! Copio e incollo direttamente l’articolo del Mitte, che ringrazio, e che mi é stato gentilmente segnalato da una degli autori Gabriella di Cagno. 

“Sta per uscire una nuova edizione, aggiornata e arricchita, della guida pratica per italiani a Berlino che nel 2012 e nel 2013 ha rappresentato un vero e proprio caso editoriale: stiamo parlando ovviamente di Tutti a Berlino, il libro scritto da Simone Buttazzi e Gabriella Di Cagno di cui abbiamo pubblicato una serie di estratti qui su Il Mitte durante gli ultimi quattro mesi.

Il prossimo 6 novembre alle 20, presso la Libreria Italiana Mondolibro di Torstraße, i due autori e Angelo Bolaffi, già direttore dell’Istituto italiano di cultura a Berlino e autore del saggio Cuore tedesco, presenteranno la versione aggiornata della guida pubblicata, ancora una volta da Quodlibet.

Abbiamo incontrato Simone e Gabriella e ci siamo fatti raccontare in che cosa consista l’aggiornamento e l’ampliamento 2014 di Tutti a Berlino.

Quali sono le novità principali?
La seconda edizione innanzitutto Read more

Lernladen, a Neukölln ora anche servizio gratuito in italiano per consulenza su orientamento sul mondo del lavoro/ studio/ professionale

Posted on by Ruth in Curiosità, Documenti, Lavoro, Società, Studio, Varie | 1 Comment

34dcdf8fae

 

Chi ha bisogno di una consulenza e un orientamento sul mondo del lavoro o conoscere le possibilità di studio superiore e professionale (specializzazione o cambio di indirizzo, consulenze orientative su carriera , corsi di formazione professionale)  può prendere un appuntamento con i consulenti del LernLaden.

http://www.lnbb.de/lernlaeden/neukoelln/

Da pochi mesi è disponibile anche una consulenza in Italiano nel LernLaden di Neukölln:

Caterina Pinto – Sonnenallee 320 – 12057 Cellulare: 0173 / 6106296
Fisso: 030 / 63 22 72 94

Vi consiglio  di telefonare per prendere un appuntamento!!

Non  vengono fatte consulenze per Email e non vengono corretti i CV.

Vorrei anche farvi presente il  JobPoint: http://jobpoint-berlin.de/, é un progetto che collabora con il Lernladen , aiuta nella candidatura e nella ricerca del lavoro. Parlano inglese.

 

 

 

LernLadenaußenDSC_0019-01 kleiner

Rinnovo Comites e elezioni! Importante votare e/o candidarsi!

Posted on by Ruth in Cinema, Cultura, Curiosità, Documenti, Famiglia e bambini, Feste e eventi, Lavoro, Mostre, Musei, Società, Varie | Leave a comment

lo-01-b

 

Cari tutti, in questa dorata giornata di Ottobre ( che mese bellissimo a Berlino!!) mi sono giunte oggi le informazioni per candidarsi e per votare all’elezione dei Comites, però forse alcuni di voi non sanno il ruolo che hanno. Copio quindi alcune informazioni dalla loro pagina. Buona settimana a tutti!Ruth

I Comites (Comitati degli Italiani all’Estero) sono gli organismi di rappresentanza degli italiani residenti in ogni circoscrizione consolare. Il Comites viene eletto ogni cinque anni a suffragio universale diretto dai cittadini italiani iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero). I rappresentanti eletti nel Comites di Berlino – Brandeburgo sono dodici.

Il Comites, in collaborazione con le Autorità consolari, con le Regioni, con le Autonomie locali, con Enti e Associazioni operanti nella circoscrizione consolare, nonché con Autorità e Istituzioni tedesche, esprime pareri e favorisce iniziative per la collettività italiana nel campo dell’istruzione, della formazione professionale, del lavoro, della tutela dei diritti civili, politici e sociali, della cultura, della ricreazione e del tempo libero.

A causa dei tagli che stanno colpendo tutte le sedi estere anche il Comites di Berlino ha momentaneamente dovuto rinunciare ad una sede propria.

Per svolgere le proprie attività il Comites di Berlino-Brandeburgo riceve un finanziamento annuale di, circa,  euro 14.000,00, da destinare esclusivamente alle spese di funzionamento (affitto locali, posta e telefono, retribuzione di un’unità di segreteria ecc.). Tali fondi non possono essere destinati ad altri fini, per esempio ad attività d’assistenza ai connazionali o alla retribuzione dei membri del Comites, il cui lavoro è gratuito.

I principali ambiti di competenza del Comites sono: l’istruzione, la formazione professionale, il lavoro, la previdenza e la cultura.

In questi campi, da quando è in carica, il Comites ha contribuito alla realizzazione di molteplici iniziative.

VOTAZIONI

il 19 dicembre si voterà in tutte le circoscrizioni consolari dove risiedono più di tremila cittadini italiani per eleggere i membri dei COMITES cioè dei COMITATI DEGLI ITALIANI ALL’ESTERO.

Per votare alle elezioni dei Comites é necessario fare richiesta preventivamente all’ufficio consolare di riferimento
Si comunica l’intenzione al voto via mail, lettera, fax o di persona compilando questo modulo  e allegando copia di un documento di identitá:

http://www.ambberlino.esteri.it/NR/rdonlyres/B06CA925-BED2-442B-B8E7-71ECE3FAB10E/80399/RichiestaiscrizioneelencoelettoriCOMITES2016.pdf

Si vota per corrispondenza.

Per coloro che desiderassero candidarsi il termine per la presentazione delle liste é il 19  ottobre. Entro tale termine é  necessario presentare la lista presso le autoritá consolari o presso un notaio. I termini e le regolamentazioni  non sono stati ancora definiti dal Ministero. Preghiamo dunque di consultare il sito del Comites o quello del Consolato.

Preghiamo inoltre tutti quanti di inoltrare questo messaggio quanto possibile al fine di garantire a tutti gli interessati la partecipazione

Cordiali Saluti
Il Comites

Cose da sapere prima di andare in Erasmus a Berlino

Posted on by Ruth in Corsi di tedesco, Cultura, Curiosità, Documenti, Lavoro, MicroPost, Società, Studio, Varie | Leave a comment

Buongiorno a tutti! Leggendo questo bell’articolo di Ivana Casertano mi sono ben ricordata la trafila che feci io a suo tempo per fare il passaggio dall’università di Roma a quella di Berlino. Io non feci il progetto Erasmus ( decisi di trasferirmi del tutto e continuare tutto il mio studio a Berlino)  ma decisi di farmi riconoscere i due esami che avevo già fatto per proseguire qui  il normale corso di studio di biologia. Ho ricordi abbastanza nitidi del mare di documenti in cui navigavo a vista. L’esame da fare al Goehte, l’iscrizione a numero chiuso attraverso la ZVS, poi l’ulteriore esame di lingua fatto qua a Berlino ( ricordo che eravamo circa in 100 e durò 3 giorni), traduzioni , certificati, etc etc.  Fare tutto ciò però non mi pesava, la voglia di partire e di venire a Berlino e i miei 20 anni mi davano quell’energia per superare e organizzare tutto. La nostra Ivana sta soffocando nelle scartoffie ma anche lei ce l’ha quasi fatta e ha deciso di scrivere questo articolo per aiutare chi come lei si accinge a fare un periodo Erasmus a Berlino. Buona lettura e buona giornata settembrina, col sole che va e viene 😉

 

 

 

erasmus_logo_neu_354

http://www.polsoz.fu-berlin.de

 Il Wintersemester 2014/2015 è ormai alle porte e Berlino è giorno dopo giorno sempre più invasa da studenti provenienti da tutto il mondo. Basti pensare che la Humboldt Universität zu Berlin per quest’anno accademico accoglierà circa 830 studenti Erasmus provenienti da ogni angolo del mondo: Russia, Cina, Giappone, Scandinavia, Spagna, Francia, Brasile, Italia. La Freie Universität non sarà da meno.

Chiunque abbia scelto Berlino come méta Erasmus sa che per questo tipo di studenti sono continuamente organizzati eventi tra cui: speeddate, serate universitarie internazionali, escursioni a Praga, Amsterdam e Budapest; tutti consultabili presso le pagine Facebook (Erasmus Party in Berlin o tramite il sito ESN.de). Quello che non vi hanno detto peró, è che per essere accettato in una di queste Università berlinesi bisogna compiere una trafila burocratica a dir poco stremante, poiché la fiscalità del popolo tedesco non è da ricondurre unicamente ad un cliché.

La Humboldt Universität accetta unicamente una ristretta cerchia di studenti che esaurisca appieno requisiti di media e crediti e di ottima conoscenza della lingua (è infatti richiesto come livello minimo d’accesso un B2). Per la Freie Universität la selezione è al contrario meno rigida per quanto riguarda il criterio linguistico.

Una volta accettati dall’Università ospitante, dovrete compiere una serie di passi necessari all’immatricolazione. Innanzitutto Read more

Architetti italiani a Berlino

Posted on by Ruth in Documenti, Lavoro, Studio | 1 Comment

Buon pomeriggio, anche questo mese sta volgendo al termine e purtroppo non sto parlando di un mese qualunque…bensì del mese di Agosto…Ricordo che quando ero ragazzina e andavo a scuola, mi emozionavo ogni anno a tornare a scuola….eravamo tutti più alti, più abbronzati, più biondi, e con tante esperienze romantiche o avventurose da raccontarci… Oggi le cose sono cambiate ..oggi sono i miei figli che tornano a scuola per raccontarsi le avventure con i propri amici, e io devo ammettere da una parte di essere sempre un po’ triste quando torno dal Salento, dall’altra di tirare un sospiro di sollievo quando dopo sei settimane di ferie la scuola ricomincia e noi genitori ritorniamo a “respirare”. E chi é genitore capisce cosa intendo, con tutto l’amore per i propri figli. Infatti ora che la scuola é ripresa e si torna alla normalità…riesco ad occuparmi di nuovo del blog. Oggi vi voglio postare un articolo di Vincenzo Guzzo, un architetto e titolare dello Studio Guzzo,  che ha spostato parte della sua attività a Berlino e ci racconta qualcosa sulla sua esperienza. Buona lettura e buon fine settimana :) Ruth

studio

L’Italia è considerato il “paese degli architetti”: in tutta la nazione il numero degli iscritti ammonta a circa  125.000 ( dato al 2005 e comunque triplicato negli ultimi 20 anni), mentre in Germania il totale è pari a 50.000. Infatti il rapporto tra architetti e numero  abitanti in Italia è pari a 1 ogni 470, contro l’1 a 1640 tedesco. Tale dato trova inoltre fondamento nel numero di iscritti alle facoltà di architettura italiane, assai più elevato rispetto alle restanti capitali europee.

Inoltre la stragrande maggioranza degli studi italiani sono costituiti mediamente da 1 – 2 persone, contro una media europea che si attesta intorno a 5 – 6  persone. Infatti la frammentarietà è sintomo di una visione limitata ai propri interessi, poco incline al confronto con altri professionisti ( anche e soprattutto multidisciplinari) e all’esplorazione di altre realtà.

Nell’ultimo periodo molti architetti italiani hanno e stanno trasferendosi  Berlino per tentare una nuova strada professionale. Ad attirare è sicuramente la quantità di lavoro che negli ultimi anni ha animato la città. Penso al tema del recupero del patrimonio esistente, che a causa di una sempre più forte richiesta di casa, potrebbe diventare  la nuova frontiera dell’architettura.

Un primo scoglio è Read more

Festival Berlitalia a Berlino, 5-7 Settembre 2014, Potsdamer Str. Eine Reise durch Italien…mitten in Berlin!

Posted on by Ruth in Concerti, Curiosità, Famiglia e bambini, Feste e eventi, Film, Gastronomia, Lavoro, Mostre, musica, Quartieri, Ristoranti, Shopping, Società, Turismo, Varie | Leave a comment

ce685640-9e8c-45fa-b3eb-6711018ba56c

Per il secondo anno consecutivo, nella suggestiva cornice di Potsdamer Platz, avrà lungo BERLITALIA, fiera berlinese del “Made in Italy”.

Per tre giorni, dal 5 al 7 settembre 2014, la cultura italiana troverà casa intorno allo storico semaforo della piazza berlinese. Dopo il successo del 2013, quando ben 30mila visitatori fecero la loro presenza, quest’anno la manifestazione durerà un giorno in più. Ospite d’onore di BERLITALIA 2014 sarà la cantante italiana Etta Scollo, da più di trent’anni tra le più celebri cantanti italiane all’estero, vincitrice peraltro del prestigioso Ruth –  Der deutsche Weltmusikpreis nel 2007.

Ulteriore motivo d’orgoglio della Kermesse è la partnership con il fotografo americano Charles Traub, che ha di recente pubblicato per Damiani un documentario e retrospettiva fotografica sull’Italia degli anni 80’.La Dolce Via: Italy in the 1980s” non è solo una raccolta di scatti“ma un affresco minerale che cattura appieno il desiderio e le manie degli italiani, sperduti nella bellezza di Roma o sulla spiaggia, nei parchi, dentro i loro stessi occhi che, oggi, sembrano aver smesso di vedere.” (La Voce di New York, Filippo Brunamonti).Saranno queste immagini a presentare la BERLITALIA ed il motto dell’attuale edizione 2014: “Un viaggio attraverso l’Italia…nel centro di Berlino!”“Eine Reise durch Italien… Mitten in Berlin!“

Cosa è BERLITALIA. Una grande Read more