Conoscere nuova gente, internazionale e italiana, con Internations

Quando si decide di trasferirsi in un nuovo paese, dove lingua e cultura sono differenti, gli ostacoli da affrontare non mancano. Sono tante le cose nuove da imparare, da sbrigare, da ricordare e da sapere. Il più delle volte bisogna ricominciare tutto da zero: nuova casa, nuovo lavoro, nuovi Read more

Cerchi un professionista o un artigiano che parla italiano? Cerca su Berlinitaly!

Il portale Berlinitaly é sempre più ricco di iscrizioni, che vi ricordo, sono gratuite. È un luogo ideale per presentarsi e una banca dati sempre più ricca per chi cerca professionisti di tutte le categorie che parlano la nostra lingua. Spargete la voce tra i professionisti italiani o tedeschi a Berlino Read more

Cercare un lavoro in Germania

www.pixabay.com Che dire? GRAZIE GRAZIE Corrado Musso per i tuoi non preziosi, ma preziosismi articoli!!! Sono chiari e vanno dritti al punto! Una splendida giornata di sole a tutti! Ruth   Cercare un lavoro in Germania? -Vorrei venire in Germania a cercare lavoro, mi sapete dare qualche consiglio -Ottima idea. Che cosa sai fare, che Read more

Verità e pregiudizi sul mercato immobiliare a Berlino. Intervista a Ruth Stirati di Case a Berlino

Intervista di Dalal Irene Al Zuhairi a Ruth Stirati di Case a Berlino sulle verità e sui pregiudizi sul mercato immobiliare a Berlino. Dopo aver conosciuto Ruth, mi era chiaro che le dicerie sul mercato immobiliare Berlinese fossero numerose. Così abbiamo deciso di stendere un’intervista che potesse essere utile  a tutti coloro Read more

Un centro culturale italo-tedesco a Prenzlauer Berg.

Posted on by raffaella in Famiglia e bambini, Studio, Varie | Leave a comment

Invito tutte le persone che vivono a Berlino e vogliono imparare  la lingua tedesca o italiana a leggere questo nuovo articolo.

Buona lettura da Italiani a Berlino

 

Qual è la miglior lingua? − Leggo Shakespeare, e dico, è l’inglese − leggo Virgilio e dico “è il latino” − leggo Dante e dico è l’italiano − leggo Richter, e dico, è il tedesco − leggo Porta, e dico è il milanese.

Carlo Dossi, Note azzurre

IMG_1968

 

Lo scorso venerdì è stata inaugurata SI-Scuola Italiana, una piccola scuola di lingue e centro culturale ideata e autofinanziata da Elisa e Chiara, due insegnanti che vivono a Berlino da oltre 15 anni. Elisa e Chiara sono arrivate a Prenzlauer Berg circa 15 anni fa quando il quartiere era ancora pieno di case occupate abitate da artisti e studenti ed hanno deciso di rimanervi, attratte da questa particolare atmosfera. Il quartiere di Prenzlauer Berg è cresciuto insieme a loro che da single sono diventate mamme, da neolaureate prima insegnanti poi piccole imprenditrici.

IMG_1975

Read more

Berlino, cittá di parchi, vi presento il Gleisdreieck

Posted on by Ruth in Concerti, Famiglia e bambini, Feste e eventi, Gastronomia, Quartieri, Società, Sport, Turismo, Varie | 1 Comment

Bild 7

 

Buongiorno a tutti, ora che l’estate sta per chiudere i battenti e le giornate si fanno meno calde, ma pur sempre belle tiepide per passare fuori le giornate, molti di noi sicuramente preferiscono optare per un parco, anziché per un lago. Ieri sono andata per la terza volta ( solamente!!! meriterebbe una visita piú spesso) al nuovo parco di Gleisdreieck, che si trova tra Schöneberg e Kreuzberg e confina con Kurfürstenstrasse, Potsdamer Platz, Tempelhofer Ufer.

È stato inaugurato ( la parte ovest) il 31 Maggio del 2013, pianificato attraverso la  società Grün Berlin GmbH, ed é come se ci fosse sempre stato, tanto é un parco amato dai berlinesi e anche dall’emittente radiofonica Radio Eins  ( la radio che ascolto da quando é nata) che giá per il secondo anno trasmette live dal 22 Agosto al 1 Settembre proprio all’interno del parco.

Oltre ad esserci bancarelle, eventi per bambini, interventi e musica, un folto programma di intrattenimento che potete leggere qui.

Per farvi un’idea di come arrivarci e cosa ci troverete, date un’occhiata qua ( piantina) o nella pagina http://www.gruen-berlin.de/parks-gaerten/park-am-gleisdreieck/parkgestaltung/

Cosa ha il Gleisdreieck di cosí speciale? Per semplicità (come al solito riesco a infilare la stesura di un articolo tra mille altre cose che dovrei fare quindi devo essere concisa!!) farò un elenco delle cose che mi hanno piú colpita. Read more

Slow Food Story: proiezione speciale grazie a Berlitalia – Italia Terra Madre

Posted on by Ruth in Concerti, Cultura, Famiglia e bambini, Feste e eventi, Film, Gastronomia, Shopping, Società, Turismo, Varie | Leave a comment
Artwork
Cibo.
 Per molti è solo una necessità, per tanti altri invece rappresenta un piacere, una componente essenziale della propria vita e della propria cultura. Tra i numerosi luoghi comuni sugli italiani all’estero, l’essere etichettati come delle buone forchette, degli insaziabili mangiatori di pasta e degli amanti del vino di qualità, è di certo un motivo d’orgoglio per chi ha scelto di trascorrere un periodo più o meno lungo fuori dai confini del Bel Paese. Quello degli italiani col cibo è infatti un rapporto intimo, che li riporta alla tradizione.Per questo motivo, parallelamente alla manifestazione Berlitalia – Italia Terra Madre che avrà luogo nei giorni 7 e 8 settembre nella caratteristica Potsdamer Platz, il Comitato Organizzatore dell’evento ha previsto la proiezione speciale del film-documentario “Slow Food Story” presso il cinema Arsenal di Potsdammerstrasse 2.
Il lungometraggio, presentato qualche mese fa in anteprima al Festival del cinema di Berlino, descrive appunto la storia del movimento “Slow Food”, fondato da Carlo Petrini nell’ormai lontano 1989 per promuovere una cultura culinaria pulita, sostenibile e che rispetti le tradizioni e verrà introdotto di persona dal regista Stefano Sardo. Gli appuntamenti sono quindi per sabato 7 dalle 16.00 alle 18.00 e domenica 8 settembre dalle 13.00 alle 15.00, occasioni in cui il regista di Bra sarà presente per raccontare Read more

DOLCE MOZART ORA A BERLINO: DOVE SGUAZZARE NELLA MUSICA, E NELLA LINGUA ITALIANA, PER BAMBINI DA 0 A 12 ANNI

Posted on by Ruth in Cultura, Famiglia e bambini, Società, Studio, Varie | Leave a comment

Buon pomeriggio a tutti. Oggi é stato un grandissimo giorno per tutti i bambini berlinesi che hanno avuto la loro Einschulung, la grande festa della prima elementare: Masse di bambini festanti che andavano in giro con grossi coni di cartone colorati, colmi di dolci, regali e sorprese, pronti a farsi festeggiare da amici e parenti nel giorno del passaggio da Kind a Schulkind (  da bambino, a scolaro, un passaggio molto importante qua). Paragonabile alla grandissima festa della Einschulung dove tutta la famiglia e gli amici vengono invitati, é solamente la grande festa dell’Abitur ( maturità . Due usanze bellissime per festeggiare l’inizio e la fine della scuola e per sottolinearne l’importanza fondamentale nella vita di un individuo. Niente lacrime dei bambini, piuttosto dei genitori che si sono emozionati a vedere i bambini delle seconde elementari presentare uno spettacolo per i bambini della prima e vedere poi i propri figli, armati di cartella e molto fieri ( o molto emozionati), salire sul palco una volta che veniva chiamato il loro nome, e godersi l’applauso di tutti…. e poi andare con i sorrisi stampati in faccia nella loro prima ora di lezione mentre i genitori aspettavano fuori festeggiando a loro volta. E visto che si parla di scuola e di bambini, é con molto piacere che vi presento Margherita, signora dolcissima che vive per la musica e che ho conosciuto personalmente durante il suo trasferimento a Berlino. Andate a conoscerla e a sentire come lavora con i bambini e i ragazzi, non ve ne pentirete! Ruth

 

DSCN0546

 

Mi chiamo Margherita Scarlini, ho un´esperienza quasi trentennale di insegnamento della musica ai bambini, a Roma.

Ora, essendomi trasferita nella capitale tedesca, propongo ai bambini berlinesi, ai loro genitori e parenti, e alle scuole, gli stessi corsi che tenevo in Italia ( compresi Te´ e Passeggiate musicali, e Centro estivo).

Un nuovo corso sara´ basato sul mio testo teatrale Read more

Posto di asilo libero da Agosto 2013 nell’asilo Piccolino

Posted on by Ruth in Asili, Documenti, Famiglia e bambini, Società | 3 Comments

In un asilo italiano-tedesco si libera un posto dal 1. agosto 2013. L’asilo si trova a Wilmersdorf vicino al Volkspark.

Per informazioni e iscrizione telefonare al nr. di tel. 0049 176 96375551

La schiavitù degli italiani nell’Italia del 2013, e il rimpianto degli anni in Germania

Posted on by Ruth in Famiglia e bambini, Lavoro, Società | 12 Comments

IMG_00000113

Come tutti gli anni, sono qui nel mio amato Salento, con precisione a Gallipoli, amato perché ci vengo da quando sono bambina, amato perché ci passavo le estati con la mia adorata nonna, amato perché tutti i ricordi legati alle meravigliosi estati dell’infanzia e dell’adolescenza sono legati a questo luogo incantato, e noto nei miei figli la stessa trepidazione, tutti gli anni, nel tornarci, perché si incontrano di nuovo gli stessi amici, perché si cresce insieme, perché “per quest’anno non cambiare stessa spiaggia stesso mare” é sempre attuale…

Ma ci sta qualcosa, quest’anno, che non mi va giù. Tutti sappiamo, che il Mezzogiorno d’Italia ( e non solo) é un posto duro, difficile, Paradiso e Inferno allo stesso tempo, dove i paesaggi, la gastronomia, la gentilezza delle persone ( non tutte eh 😉 ) , ti lascia senza fiato, ma dove anche la povertà, l’omertà e l’ignoranza, lo sfruttamento, fanno parte della quotidianità.
È facile venire qui in vacanza, staccare da tutto, andare a fare la spesa e fare small talk con le ragazze e i ragazzi del bancone, sempre gentili, sempre disponibili, che danno un pezzo di giuncata ai bambini, che ti consigliano, hanno sempre una parola gentile ed un sorriso, che ti domandano come stai, e mai si aspettano una domanda indietro.
Ma se tu quella domanda gliela fai, e soprattutto, se ti chiedi COME MAI QUELLE PERSONE SIANO PRESENTI AL NEGOZIO TUTTI I SANTI GIORNI E A TUTTE LE ORE, forse é meglio che prima ti prendi un antiacido per lo stomaco, perché quello che stai per sentire, sono cose alle quali non vuoi credere, non nell’Italia del 2013 che é in Europa, e che é tra i 7 paesi piú industrializzati del mondo. E`successo proprio ieri…una mia domanda: Read more

Berlitalia 2013 – “Italia Terra Madre”

Posted on by Ruth in Concerti, Cultura, Curiosità, Famiglia e bambini, Feste e eventi, Gastronomia, Lavoro, Quartieri, Ristoranti, Shopping, Società, Turismo, Varie | 1 Comment

Berlitalia-logo

Italia terra madre. Sarà questo il motto che accompagnerà la nuova edizione di Berlitalia 2013, il Festival della cultura italiana. L’evento avrà luogo nella caratteristica cornice di Potsdamer Platz e l’appuntamento è fissato per i giorni 7 e 8 settembre 2013 dalle ore 10.00 alle 22.00.
Turisti, passanti, berlinesi, italiani e tutti gli amanti della cultura del Bel Paese, potranno trascorrere due piacevoli giornate passeggiando tra gli stand della fiera-mercato che coloreranno e animeranno la piazza agli inizi di settembre. Berlitalia 2013, la fiera-mercato che parla d’incontro e dialogo tra Berlino e l’Italia, offrirà a tutti gli interessati la possibilità di conoscere Read more

Oggi 16 Giugno giornata delle porte aperte della Berliner Feuerwehr di Charlottenburg Nord

Posted on by Ruth in Concerti, Curiosità, Famiglia e bambini, Feste e eventi, Quartieri, Società, Varie | Leave a comment

TdoT_Berliner_FW_2013_01.jpg?__blob=poster&v=1

Buona Domenica a tutti, ho pensato di condividere con voi quello che faremo noi: Sicuramente interessante per grandi e piccoli, per chi non ha ancora pianificato cosa fare oggi, Tag der offenen Tür alla Berliner Feuerwehr di Charlottenburg Nord, con tantissime cose da fare  ( Mitmachaktionen): date un’occhiata qui: http://www.berliner-feuerwehr.de/tdot.html

Qui trovate le prossime date: http://www.berliner-feuerwehr.de/2443.html

Buon divertimento!

Taralli e Gummibärchen. L’ asilo Folli Folletti di Cantianstrasse 15 a Berlino

Posted on by Ruth in Asili, Cultura, Famiglia e bambini, Scuole e asili bilingui | 5 Comments

In questa tiepida e romantica serata di Giugno, quando le scuole stanno per finire e mia figlia sta per terminare il suo ultimo anno ( sigh)  di scuola materna all’ Asilo Italiano di Badenschestr. é con piacere che pubblico un articolo di Simone, che tratta proprio l’argomento asilo. Posso solo concordare con lui che il viaggio che i bambini fanno ( all’Asilo Italiano sono addirittura 5 giorni) é un’esperienza bellissima e di forte crescita per i bambini ma soprattutto per i genitori. I bambini vengono preparati molto gradualmente al viaggio, fanno un pernottamento di prova all’asilo, aspettano la famosa “Kinderreise” ( viaggio dei bambini) con trepidazione, e tornano felici, festosi, e sicuramente un pochino piú autonomi di prima. Inoltre il legame che si crea tra bambini ed educatori e tra  i bambini stessi si rafforza ancora di piú, come pure la fiducia dei genitori verso l’asilo. Mia figlia Alice da una parte é felicissima di diventare un Schulkind ( qui é un grande passo che i bambini fanno con molto orgoglio perché gli viene data una notevole importanza, e si festeggia con la famosa “Einschulung”), dall’altra già rimpiange da ora il suo amato asilo e soprattutto che quella di quest’anno é stata la sua ultima Kinderreise.  La gioia al rientro della Kinderreise é un sentimento indescrivibile, come anche la consapevolezza che in quei giorni i bambini sono stati bene anche e soprattutto senza di noi 😉 Buona lettura a tutti e finalmente buona estate! Ruth

 AB rincontro IMG_5158bis

Un pullman si affaccia da dietro l’angolo tra Milastrasse e Cantianstrasse: siamo a Prenzlauerberg, vicino al Mauerpark.

Il conducente rallenta, accosta, accende le quattro frecce ed apre le porte. All’interno, nella parte posteriore, si trovano i bagagli accatastati, piccole valigie, zaini e qualche sacchetto.

Qualcuno dorme ancora, qualcuno con gli occhi un po´ assonnati si solleva e guarda fuori dal finestrino, sorride; qualcun altro è già lì che scalpita per potersi alzare.

Dall’altra parte dei vetri, sul marciapiede, una ventina di genitori aspettano i propri figli, sono stati via “solo” tre giorni, ma ad alcuni di loro sono sembrate settimane.

Una scena che sembrerà familiare a tutti, ma c’è un piccolo particolare che la rende, sicuramente per noi, cresciuti in Italia, straordinaria: chi torna dopo tre giorni di gita, con l’ aria un po’ arruffata, sono bimbi di due, tre, quattro e massimo cinque anni. Non adolescenti, dunque, ma bambini anche molto piccoli.

Mi tornano in mente le gite del liceo, in Italia, quando ad alcuni ragazzi non era permesso partecipare perché, secondo alcuni genitori, sarebbe stato potenzialmente “pericoloso”.

La differenza culturale è enorme e si riflette anche nella diversa postura con la quale i genitori italiani e tedeschi aspettano i loro pargoli. I primi confessano Read more