Conoscere nuova gente, internazionale e italiana, con Internations

Quando si decide di trasferirsi in un nuovo paese, dove lingua e cultura sono differenti, gli ostacoli da affrontare non mancano. Sono tante le cose nuove da imparare, da sbrigare, da ricordare e da sapere. Il più delle volte bisogna ricominciare tutto da zero: nuova casa, nuovo lavoro, nuovi Read more

Cerchi un professionista o un artigiano che parla italiano? Cerca su Berlinitaly!

Il portale Berlinitaly é sempre più ricco di iscrizioni, che vi ricordo, sono gratuite. È un luogo ideale per presentarsi e una banca dati sempre più ricca per chi cerca professionisti di tutte le categorie che parlano la nostra lingua. Spargete la voce tra i professionisti italiani o tedeschi a Berlino Read more

Cercare un lavoro in Germania

www.pixabay.com Che dire? GRAZIE GRAZIE Corrado Musso per i tuoi non preziosi, ma preziosismi articoli!!! Sono chiari e vanno dritti al punto! Una splendida giornata di sole a tutti! Ruth   Cercare un lavoro in Germania? -Vorrei venire in Germania a cercare lavoro, mi sapete dare qualche consiglio -Ottima idea. Che cosa sai fare, che Read more

Verità e pregiudizi sul mercato immobiliare a Berlino. Intervista a Ruth Stirati di Case a Berlino

Intervista di Dalal Irene Al Zuhairi a Ruth Stirati di Case a Berlino sulle verità e sui pregiudizi sul mercato immobiliare a Berlino. Dopo aver conosciuto Ruth, mi era chiaro che le dicerie sul mercato immobiliare Berlinese fossero numerose. Così abbiamo deciso di stendere un’intervista che potesse essere utile  a tutti coloro Read more

Ritorno al Lichtblick-Kino Berlin di “Inquilini ribelli – Mietrebellen”

Posted on by Valentina in Alloggi, Case, Cinema, Cultura, Film, Società | Leave a comment

Inquilini Ribelli

 

Ritorna a Berlino il film documentario di Gertrud Schulte Westenberg e Matthias Coers “Inquilini ribelli – Mietrebellen”. Attraverso le proteste degli inquilini viene raccontata la nuova realtà del mercato immobiliare di Berlino: i prezzi sempre più alti costringono gli inquilini attuali a cambiare casa. Questo è in breve il tema principale del film “Inquilini ribelli- resistenza contro la svendita della città”. La visione del film con sottotitoli in italiano avrà luogo domani, 13 dicembre, al Lichtblick Kino e sarà seguita da una discussione bilingue con uno dei registi.

Read more

Vinci due notti a Capodanno a Berlino! Partecipa al concorso di Case a Berlino!

Posted on by Ruth in Alloggi, Case, Curiosità, Feste e eventi | Leave a comment

5494725231_be27721108_o

 

Buongiorno a tutti! Con questa aria frizzante non é difficile entrare nel clima natalizio, e anche se quest’anno le notizie che arrivano da tutto il mondo sono poco rassicuranti, sicuramente molti di voi, a buon ragione, non si faranno rovinare le feste da chi vuole spargere solo paura e insicurezza. Ecco il motivo per cui abbiamo deciso di fare un concorso a premi e regalare due notti per  Capodanno a Berlino in una delle nostre case ! Qui sotto il regolamento. La nostra pagina FB sulla quale pubblicare la foto é questa oppure questa  , vanno bene entrambe! Aspettiamo le vostre foto!!!

Per ulteriori informazioni scriveteci ad info@caseaberlino.com e visitate il nostro sito www.caseaberlino.com

Cari saluti, Ruth
CONCORSO

Proiezione di “Inquilini ribelli – Mietrebellen” a Berlino

Posted on by Valentina in Alloggi, Case, Cinema, Cultura, Film, Società | Leave a comment

Inquilini Ribelli

 

Le cose a Berlino stanno cambiando e anche la situazione del mercato immobiliare è diversa rispetto a qualche anno fa. I prezzi stanno aumentando e Berlino viene sempre più vista come città di investimento dove è possibile comprare una casa per rivenderla poi a prezzi più alti. Ma il crescente aumento dei prezzi che ripercussioni può avere sugli abitanti della città? Questo è il tema principale del film documentario “Inquilini ribelli- resistenza contro la svendita della città” che racconta le proteste degli inquilini. La visione del film con sottotitoli in italiano avrà luogo il 15 novembre al Lichtblick Kino e sarà seguita da una discussione bilingue con uno dei registi.

Alcuni fatti sul film Read more

Trovare una stanza a Berlino tramite Uniplaces

Posted on by Valentina in Alloggi, Case | Leave a comment

Uniplaces logo
Partendo per l’Erasmus, sono tante le formalità da sbrigare e a queste si aggiungono preoccupazioni di altro tipo come dove andrò ad abitare? È ormai noto come la competizione per trovare una stanza a Berlino sia alta e di come si vada incontro a dei veri e propri casting per trovare la persona migliore agli occhi degli altri coinquilini. Il processo sicuramente si complica se intrapreso dall’Italia. Il più delle volte occorre cercare casa direttamente in loco e si rischia di passare buona parte del proprio soggiorno Erasmus alla ricerca di un alloggio, cosa che toglierà tempo alle moltissime attività a cui ci si potrebbe dedicare invece che visitare case altrui.

Una soluzione a tutto questo può essere rappresentata da Uniplaces, il portale per prenotazioni di alloggi per studenti. Read more

Il Mindestlohn e la detrazione di vitto e alloggio dallo stipendio

Posted on by Ruth in Alloggi, Berlinitaly, Gastronomia, Lavoro, Salute, Società, Varie, Workshop | Leave a comment
Mindestlohn_vertrag_verguetung_deutschland 
Buon pomeriggio a tutti, spero di vedervi oggi numerosi!! all’evento di Berlinitaly sulla tassazione apertura di partita IVA etc. Per chi non sapesse di cosa sto parlando cliccate qui http://www.berlinitaly.de/events/read_events/35 e trovate tutto e ricordatevi che cominciamo puntuali alle 17 ( ci si incontra dalle 1630).
Oggi pubblico un articolo interessante del nostro Corrado Musso, esperto nel settore dei diritti e doveri dei lavoratori. Buona lettura !

Non dilunghiamoci troppo su cosa è il Mindestlohn. Lo dovrebbero sapere tutti oramai. In Germania, a partire dal 1.1.2015 è diventato obbligatorio un salario minimo di 8,50€ lordi per ora di lavoro. Per quanto riguarda i tipici lavori in ristorazione non ci sono possibilità di scappatoie. Questo è il minimo senza se e senza ma.

Quanto riporterò in questo scritto è una elaborazione di quanto scritto sul sito della Zoll a questa pagina:

http://www.zoll.de/DE/Fachthemen/Arbeit/Mindestarbeitsbedingungen/Mindestlohn- Mindestlohngesetz/mindestlohn-mindestlohngesetz_node.html

Altre leggi che citerò sono anche loro rintracciabili facilmente in Internet usando come chiave di ricerca l’abbreviazione della stessa.

Come prima cosa un consiglio. Fin dal primo giorno di lavoro segnate, a scopo personale, tutte le ore di lavoro che fate, su di un taccuino. In caso di controllo della Zoll vi potrebbe essere chiesto se voi tenete una registrazione del genere. Non è un obbligo tenerla e non siete obbligati a tenerla, ma potrebbe essere di aiuto ai funzionari durante l’incontro col datore di lavoro. Come potrebbe esservi di aiuto nel caso voi doveste adire vie legali nel confronto dello stesso. Se avete uno smarthpone, esistono delle app comodissime che fano proprio questo. Nella versione light sono gratuite. Se cercate negli store sotto Zeiterfassung ne trovate a pacchi. Se a pagamento non superano i 4 Euro e sono soldi MOLTO ben investiti

Iniziamo a ricordare quale è l’orario di lavoro massimo stabilito per legge. Secondo la Abeitszeitgesetzt (ArbZG), l’orario di lavoro massimo è di 48 ore settimanali. Con un massimo di 8 ore giornaliere. Gli straordinari sono ammessi fino ad un massimo di 2 ore giornaliere, sempre che, nell’arco di sei mesi, la media sia di 8 giornaliere. Questa legge regola anche i riposi settimanali. In genere la Domenica è da considerarsi giorno libero. Chiaramente per alcuni lavori non è possibile. Resta fermo il fatto che devono essere libere almeno 15 Domeniche all’anno. Per i lavoratori stagionali questo avviene automaticamente

durante il periodo in cui non si è occupati. In questo caso non è dovuto una maggiorazione di stipendio

Il datore di lavoro non può in nessun caso dichiarare come pausa un momento durante il quale non ci sono clienti nel locale. Una volta che avete la pausa voi avete tutto il diritto di allontanarvi dal locale e rientrare al termine della stessa. Da questa regola ne consegue che se vi prendete una pausa sigaretta, il datore di lavoro ha il diritto di considerare quel tempo come non lavorato. Per quanto riguarda le pause di lavoro, queste sono regolate dal §4 ArbZG

Veniamo a quanto il datore di lavoro può trattenervi dallo stipendio per vitto e alloggio. Ci sono premesse importanti da fare. In primo luogo l’ammontare di tali detrazioni deve essere

Read more

Vi presento il libro “C’è chi va & C’è chi resta”

Posted on by Ruth in Alloggi, Cultura, Curiosità, Documenti, Lavoro, Libri, Società, Varie | Leave a comment

Cari tutti, con molto piacere vi presento un libro dove il nostro bel blog é stato citato! Ho letto molte recensioni positive a riguardo, ed é un libro ideale pieno di consigli pratici per chi sta per partire ma anche per chi resta!

Marco Mengoli é l’ autore del Libro “C’è chi va & C’è chi resta” edito dalla Casa Editrice il Ciliegio che vanta la prefazione di Luca Telese Matrix Canale5 che potete leggere al seguente link: https://chivachiresta.files.wordpress.com/2015/01/prefazione-lucatelese.pdf.

Auguro a tutti voi una buona lettura e una bella serata!

copertinale

 

 

Verità e pregiudizi sul mercato immobiliare a Berlino. Intervista a Ruth Stirati di Case a Berlino

Posted on by Ruth in Alloggi, Architettura, Case, Curiosità, Documenti, Famiglia e bambini, MicroPost, Quartieri, Società, Turismo, Varie | 3 Comments

big_12

Intervista di Dalal Irene Al Zuhairi a Ruth Stirati di Case a Berlino sulle verità e sui pregiudizi sul mercato immobiliare a Berlino.

Dopo aver conosciuto Ruth, mi era chiaro che le dicerie sul mercato immobiliare Berlinese fossero numerose. Così abbiamo deciso di stendere un’intervista che potesse essere utile  a tutti coloro che si approcciano al mercato o che vogliano saperne di più sull’acquisto, l’affitto o la gestione di una casa a Berlino.

Inutile coltivare paure irreali dettate dai pregiudizi comuni, meglio chiedere a professionisti esperti che tastano il polso del mercato Berlinese da anni, soddisfando i loro clienti nelle richieste più complesse.

D: Partiamo dai pregiudizi riguardanti la compravendita di case a Berlino, Ruth spiegami perché si parla di bolla immobiliare.

R: Il mercato di Berlino secondo me non è una bolla immobiliare. La salita dei prezzi, tranne che per alcuni quartieri, é stata sì veloce ma comunque graduale e ora si é anche un po’ frenata. Berlino continua ad essere la capitale dell’arte, delle start-up, della dinamicità giovanile, delle idee innovative. Quello che fa Case a Berlino è cercare di trovare un equilibrio tra proprietari che ci danno le case in gestione e che vogliono avere una rendita, e affittuari che non vogliono giustamente pagare troppo. Noi cerchiamo sempre di spiegare ai nostri proprietari che se esageriamo sul prezzo facciamo diventare Berlino quello che nessuno si può più permettere, con il conseguente calo del mercato. Sentiamo forte la responsabilità di curare il mercato, insegnando ai proprietari cosa è meglio anche per loro.

D: Come mai molte persone, (sopratutto associazioni di affittuari) a Berlino sono preoccupate degli investitori esteri e degli affitti in nero? Quali conseguenze hanno?

R: La questione è decisamente complessa. Alcuni investitori esteri hanno acquistato immobili e si suppone che li abbiano affittati abusivamente con dei prezzi assolutamente proibitivi. Ci sono state anche situazioni in cui interi condomini di affittuari subafittavano i loro appartamenti creando una specie di palazzo-hotel…creando molta confusione e disturbo agli altri condomini. Questo ha creato una situazione quasi impossibile per il mercato degli affitti a Berlino, dove riuscire a trovare una casa in affitto a prezzo normale è diventata un’impresa ciclopica. Gli affittuari stessi hanno paura del fatto che l’appartamento dove hanno vissuto per anni, venga trasformato in una casa di un singolo proprietario ( passaggio da Mietwohnung ad Eigentumswohnung che succede col franzionamento dei palazzi e la vendita delle singole unità ) e che con il risanamento del palazzo i costi per loro diventino proibitivi e siano costretti ad andarsene. Sono usciti molti articoli e servizi tv al riguardo che mostrano come in molti quartieri di Berlino questo processo chiamato gentrificazione sia già avvenuto e ci sia stato un cambio, anche forzato, di popolazione all’interno di un quartiere. L’esempio più lampante è il quartiere di Prenzlauer Berg: quando io mi sono trasferita a Berlino nel 1993, era il quartiere degli studenti e degli artisti, si poteva vivere lì veramente con poco. Oggi è a dir poco uno dei quartieri più cari. 

Kastanienallee_86_Kapitalismuskritik_bei_Tag

 

Questo è comunque un discorso molto complesso e il senato di Berlino ha deliberato e sta deliberando diverse legislazioni in materia, Read more

ITALIANI A BERLINO? DA OGGI E’ PIU’ FACILE ESSERLO

Posted on by Ruth in Alloggi, Assicurazione sanitaria, Case, Corsi di tedesco, Cultura, Curiosità, Documenti, Lavoro, Psicologi, Società, Studio | Leave a comment

cropped-Senza-titolo-1

Buon pomeriggio a tutti ( che tragedia il volo Germanwings!!! Tragedia sui cieli europei laddove noi tutti ci sentiamo sempre così sicuri!!!!)

Ho conosciuto Stephanie un paio di mesi fa perché ci siamo trovate a collaborare su diverse cose, clienti, interviste, progetti, etc etc e la prima cosa che ho notato é stata la freschezza e giovinezza dell’aspetto unito  alla professionalità e maturità nel lavoro. Le agenzie che cercano di aiutare ( o fregare ;))  gli italiani o berlino negli ultimi anni si sono moltiplicate. Quante volte ho visto fare copy paste del mio sito su altri siti….alla fine neanche  ci facevo più caso…perché mi sono sempre detta…la qualità alla fine ripaga sempre. Ed é per questo che oggi sono molto molto contenta di proporvi l’agenzia Italiani a Berlino serissima di Stephanie. La sono anche andata a trovare di persona nel suo ufficio e la prima sensazione é stata di accoglienza, calore, professionalità. Con lei si ha l’impressione che tutto è risolvibile e fattibile.

Ecco a voi quindi un articolo su di lei e  la sua agenzia, scritto da Pietro Romeo. Buona lettura!

ITALIANI A BERLINO? DA OGGI È PIU’ FACILE ESSERLO

Coltivi il sogno di aprire un bar italiano tutto tuo ma non conosci la legislazione tedesca in ambito commerciale.
Sei un freelance e vorresti comprendere il sistema di tassazione per i lavoratori autonomi con partita iva.

Devi compilare un faciscolone di documenti per il jobcenter e non sai da dove cominciare.
Ti è arrivata una lettera dall’assicurazione sanitaria: un burocratese incomprensibile che ti ha provocato un forte mal di testa.
Hai chiesto informazioni a parecchie persone sulla tassa televisiva in Germania: ognuno dice la sua e nulla ti è chiaro.

Un italiano a Berlino che non mastica il tedesco o che al massimo lo sgranocchia, quando si trova davanti complicanze e difficoltà di tal genere, difficilmente può cavarsela con il fai da te.
Certo è vero, ci sono sempre gli amici e i conoscenti- quelli che vivono qui da più tempo o che magari qui ci sono nati – ma è altrettanto vero che affidarsi a loro comporta due ordini differenti di rischio: quello di ricevere risposte parziali ed imprecise (come se, per capirci, giungessero da un telefono senza fili) e quello di disturbare le loro quiete vite con incessanti tribolazioni burocratiche.

E infatti, da quando ho conosciuto la Dott.ssa Stephanie Groitzsch non è cambiata in meglio solo la mia di vita, ma anche quella della mia povera amica R., una ragazza colpevole di conoscere la lingua fin troppo bene e di essermi fin troppo amica se è vero che sono riuscito a trascinarla in ogni ufficio amministrativo plausibile di questa grande città.

E invece, da quando c’è Stephanie Groitzsch, con la mia amica R. andiamo anche al cinema o a prenderci una birra.
Ma chi è Stephanie Groitzsch? Vi starete di sicuro chiedendo.
Più che dirvelo io è forse meglio chiederlo a lei. Non credete? Secondo me sì. Read more

Case a Berlino, l’indirizzo giusto per trovare casa a Berlino e non solo

Posted on by vincenzo guzzo in Alloggi, Architettura, Case, Curiosità, Shopping, Turismo, Varie | 1 Comment

 logo-CaB1024

Ho conosciuto Ruth in uno dei miei numerosissimi “viaggi promozionali” a Berlino, incontri esplorativi fatti per allacciare rapporti di collaborazione e scambio di opinioni, relativamente all’apertura di una seconda sede del nostro studio di architettura a Berlino.

Ci siamo incontrati per un caffè e una breve chiacchierata conoscitiva. L’impressione avuta è stata immediatamente positiva e dinamica. Ruth mi ha fornito informazioni e contatti interessanti, fornendomi una panoramica di Berlino.

Con il tempo abbiamo approfondito la nostra conoscenza, anche in occasioni lavorative, grazie alle collaborazioni delle nostre attività.

Ogni viaggio che faccio a Berlino, mi appoggio alla sua agenzia per avere un alloggio comodo e pratico al quale appoggiarmi nei pochi giorni a disposizione, tra una trasferta e l’altra.

In questo modo, ho la possibilità di assaporare e “vivere” i diversi e variegati quartieri della città.

Case a Berlino nasce allo scopo di dare un servizio, a chi è interessato ad affittare e ad acquistare un alloggio a Berlino, sia per visite lavorative o di piacere  o per un piccolo o grande investimento immobiliare.

Col tempo l’attività  é cresciuta e conta più di 20 dipendenti e ponendosi nuovi traguardi é diventata  il punto di riferimento per acquirenti italiani e non, che volessero ipotizzare un investimento immobiliare a Berlino.

Infatti, l’agenzia offre i seguenti servizi:

  1. Accompagnamento guidato degli immobili del proprio portfolio o di partner sul territorio seri ed affidabili. In questo modo si possono  conoscere bene  le diverse zone di Berlino.  Spesso non è facile trovare validi ed affidabili intermediari, che possano permettere di avvicinarsi in maniera sicura e certa ad un ipotetico acquisto immobiliare. I “volponi” ci sono anche a Berlino e spesso creano più danni che altro!
  2. Stabilisce un contatto con professionisti nel campo dell’assistenza fiscale e notarile sull’eventuale successivo acquisto immobiliare. La normativa tedesca, se pur più accessibile e meno rigida di quella italiana, è sicuramente diversa in ogni aspetto legato a un acquisto immobiliare. Avere dei validi consulenti, permette di avere un quadro completo della situazione e un valido appoggio durante tutto il percorso.
  3. Consulenza per eventuali lavori di ristrutturazione, compresa la possibilità di avvalersi anche di studi di architettura italiani presenti a Berlino. Spesso il primo scoglio che gli italiani che vorrebbero ristrutturare un immobile si trovano ad affrontare, è sicuramente la lingua. Affiancandosi a studi italiani presenti anche a Berlino, oltre a garantire la possibilità di avere un interlocutore con cui confrontarsi, garantisce di avere un partner che riesce a barcamenarsi agevolmente all’interno della normativa edilizia del posto.
  4. Importante anche per chi la casa la ha già comprata e magari non riesce a gestire la propria casa a distanza: Case a Berlino offre un servizio di gestione dell’immobile acquisito  che comprende la ricerca dell’affittuario e la stesura di contratti di affitto a breve, medio e lungo termine, alle varie scadenze burocratiche, alla semplice gestione amministrativa annuale o alla manutenzione degli appartamenti stessi. Aspetto fondamentale per chi a Berlino ha “solo” investito i suoi risparmi e che vivendo in Italia, vuole avere la certezza che il suo bene possa essere garantito negli anni a seguire.
  5. Semplice consulenza per chi vuole essere accompagnato nel processo ma ha già trovato l’immobile desiderato o vuole essere sicuro di non star pagando troppo o di incorrere in una truffa.
  6. Vendita degli immobili attraverso un portfolio di clienti affidabili e seri.

Questo, quello che riguarda l’attività principale dell’agenzia Case a Berlino.

Ruth è inoltre molto attiva con un proprio blog “Italiani a Berlino” ( questo su qui state leggendo il mio articolo ;)) della quale é autrice e amministratrice  e con un sito dedicato a tutti i professionisti italiani presenti a Berlino “Berlinitaly”, che ha creato 3 anni fa, proprio allo scopo di dare voce a tutti i professionisti italiani presenti sul campo e dove sono presenti molti nominativi che operano sul territorio e al quale fare riferimento in caso di necessità.