Berlino e oltre: gli ultimi avvenimenti

Berlino e oltre

© Sylla Pixabay

Berlino, non è solo la capitale tedesca, ma è anche un’importante città nella quale si svolgono degli eventi internazionali e in cui la cultura è di casa. Ultimamente, il suo destino è stato legato a quello di personaggi famosi che l’hanno portata alla ribalta della cronaca, non per fatti politici, brutte notizie o stereotipi. Questa volta si è dato risalto alla città e alle sue caratteristiche che hanno ispirato degli artisti o li hanno accolti.

Un legame particolare è stato quello instaurato con David Bowie, morto il 10 gennaio del 2016. Dalla metà alla fine degli anni ’70, il cantante ha vissuto a Schöneberg e si è lasciato ammaliare dalla città, dalla sua mentalità, sentendosi libero di fare quello che più voleva e senza dover preoccuparsi di essere assalito da stuole di fans. Era già famoso, ma nonostante tutto riusciva a non dare nell’occhio e si è lasciato ispirare da questa sua nuova musa. Da lì a breve sarebbero usciti tre suoi album, conosciuti come “la trilogia berlinese”: “Low”, “Heroes” e “Lodger”. Qui Bowie ha sfornato alcuni dei suoi più grandi successi e sono stati dati i natali alla conosciutissima “Heroes”, che racconta la storia di due amanti che si incontrano sotto il muro di Berlino.

Le vie di Berlino sono anche state percorse da uno scrittore nostrano, venuto a mancare il 19 febbraio 2016: Umberto Eco. Il suo legame con la Germania è iniziato sposando una tedesca, ma di certo la sua popolarità è dovuta ai suoi romanzi, soprattutto “Il nome della rosa”. Recentemente, alla fine del 2015, ha presentato la sua ultima opera, “Numero zero – Nullnummer”, per la prima volta su suolo tedesco qui a Berlino.

E se Berlino piange chi ha percorso le sue strade, si ferma però anche a festeggiare e a rendere omaggio ad un altro italiano, Gianfranco Rosi, che ha vinto oggi, 21 febbraio 2016, la 66esima edizione della Berlinale, aggiudicandosi così l’orso d’oro con il suo “Fuocoammare”, che racconta il dramma dei migranti verso Lampedusa. Un film-documentario che ha colpito tutti, trattando una tematica così attuale e che spera in un miglior coordinamento europeo per aiutare chi ne ha bisogno.

Due mesi di avvenimenti hanno fatto parlare di Berlino e hanno reso omaggio a chi è passato di qui.   A volte è stata esaltata una città del passato, altre volte la città ha fatto solo da cornice ad eventi importanti o ancora è stata un punto di partenza. C’è chi si è soffermato e chi vi ha fatto una toccata e fuga, eppure le storie di alcuni, famosi e non, si sono intrecciate con la città. Un viaggio a Berlino che porta oltre, punto di partenza e arrivo per molti o stimolo per cercare altrove quello che forse qui non si trova più.

Valentina Lo Iacono

Posted on by Valentina in Cultura, Curiosità, Feste e eventi, Film, Libri, Società

Add a Comment