Tiergarten, il polmone verde di Berlino.

E mentre le giornate miracolosamente tornano ad allungarsi, si fa sempre più forte in me la nostalgia della bella stagione…Ho massimo ancora un altro mese di sopportazione…dopo di che urge urge e urge il sole!!  Almeno nevicasse!!! Comunque …..non ci lamentiamo!!UN paio di giorni fa Vincenzo Guzzo mi ha mandato questo articolo sul bellissimo Tiergarten, il parco cittadino dove io mi alleno regolarmente durante tutte le stagioni, ma che preferisco ovviamente durante le stagioni più calde. Conosco ormai quasi tutti i sentieri , le oche, le anatre, di recente abbiamo anche visto un ghiro che nuotava, e spesso sono andata con i miei figli munita di  bici e cannocchiale a fare del bird watching. 

Andate a visitarlo già da ora…ci si può fare veramente di tutto, non solo correre, anche meditare, leggere, prendere la tintarella, passeggiare, andare in bici, fare barbecue imitando le grandissime famiglie di turchi.. e anche imprese più audaci, ma attenzione, non siete i soli!. Vi lascio con la piacevole lettura!

Ringrazio Vincenzo per l’articolo e mio marito Thomas per le bellissime foto scattate dall’elicottero ( quello giallo dell’ADAC che vedete volare su Berlino , dove ci sono i medici che sorvolano la città )

Ruth

Visto dall’alto si presenta come una grossa macchia verde posta in posizione pressoché  centrale rispetto alla pianta di Berlino.

246931_10150309987964638_3540428_n

 

Confinante con i quartieri di Moabit, Kreuzberg e Charlottemburg, è il più importante parco urbano della Città ( come l’altrettanto famosa Central Park di New York, con  tutti i distinguo del caso).

E’ attraversata in maniera trasversale lungo tutta la sua supeficie dal viale Strasse des 14 Juni, asse che unisce nel suo imponente percorso rettilineo la Porta di Brandeburgo con la Siegessaule ( quest’ultima in posizione centrale rispetto a tutta l’area verde).

 

tiergarten dallalto

Al suo interno si trova il famosissimo Zoo di Berlino ( inaugurato nel 1844) con i suoi ben 14.000 animali, di diversa specie e provenienti da tutte le parti del mondo.

E’ inoltre costeggiato a sud-ovest dalla zona delle Ambasciate, dove trovano sede le rappresentanze di molte nazioni mondiali ( tra cui quella italiana posta sulla Tiegartenstrasse).

Utilizzata già a partire dal 16°  secolo come riserva di caccia dei sovrani, divenne formalmente un parco pubblico nel XIX secolo.

A partire dal 1920 tutta la zona venne rivalutata e quindi interessata da forti sviluppi architettonici che portarono alla crescita dell’attuale quartiere di Moabit.

Sotto il Nazismo venne anch’essa interessata dall’imponente programma di riqualificazione urbana guidata dall’arch. Albert Speer, riqualificazione che aveva come concetto principe la trasformazione di Berlino in nuova  capitale mondiale.

Oggi il parco si sviluppa su una supeficie di circa 20 Ha ed è il più grande parco cittadino della Germania.246644_10150323351814638_3335186_n

Ricco di innumerevoli percorsi ciclopedonali e di numerose aree verdi e laghetti interni, offre ai Berlinesi ( e non solo…anch’io mi sono fatto una corsetta qualche mese fa…) l’opportunità di estraniarsi dalla caotica ( ma non troppo…) vita cittadina per ricavarsi un attimo di relax in piena tranquillità e serenità. Numerosissime le specie arboree presenti, dalle conifere alle latifoglie, che lo rendono pressoché verde durante gran parte dell’anno.

Al suo interno trova sede anche il “Castello Bellevue”, residenza del Presidente della Germania, nonché  anche il famosissimo Cafè am Neuen See, locale posto in prossimità di un delizioso laghetto.

251582_10150323351914638_7817057_n

 

 

Posted on by Ruth in Curiosità, Famiglia e bambini, Quartieri, Società, Sport, Turismo

One Response to Tiergarten, il polmone verde di Berlino.

  1. Dalal Irene Al Zuhairi

    Infinita e nei suoi contrasti affascinante …
    Grazie Ruth dell’articolo, ogni angolo di Berlino è diverso.

Add a Comment