Cose da sapere prima di andare in Erasmus a Berlino

Buongiorno a tutti! Leggendo questo bell’articolo di Ivana Casertano mi sono ben ricordata la trafila che feci io a suo tempo per fare il passaggio dall’università di Roma a quella di Berlino. Io non feci il progetto Erasmus ( decisi di trasferirmi del tutto e continuare tutto il mio studio a Berlino)  ma decisi di farmi riconoscere i due esami che avevo già fatto per proseguire qui  il normale corso di studio di biologia. Ho ricordi abbastanza nitidi del mare di documenti in cui navigavo a vista. L’esame da fare al Goehte, l’iscrizione a numero chiuso attraverso la ZVS, poi l’ulteriore esame di lingua fatto qua a Berlino ( ricordo che eravamo circa in 100 e durò 3 giorni), traduzioni , certificati, etc etc.  Fare tutto ciò però non mi pesava, la voglia di partire e di venire a Berlino e i miei 20 anni mi davano quell’energia per superare e organizzare tutto. La nostra Ivana sta soffocando nelle scartoffie ma anche lei ce l’ha quasi fatta e ha deciso di scrivere questo articolo per aiutare chi come lei si accinge a fare un periodo Erasmus a Berlino. Buona lettura e buona giornata settembrina, col sole che va e viene 😉

 

 

 

erasmus_logo_neu_354

http://www.polsoz.fu-berlin.de

 Il Wintersemester 2014/2015 è ormai alle porte e Berlino è giorno dopo giorno sempre più invasa da studenti provenienti da tutto il mondo. Basti pensare che la Humboldt Universität zu Berlin per quest’anno accademico accoglierà circa 830 studenti Erasmus provenienti da ogni angolo del mondo: Russia, Cina, Giappone, Scandinavia, Spagna, Francia, Brasile, Italia. La Freie Universität non sarà da meno.

Chiunque abbia scelto Berlino come méta Erasmus sa che per questo tipo di studenti sono continuamente organizzati eventi tra cui: speeddate, serate universitarie internazionali, escursioni a Praga, Amsterdam e Budapest; tutti consultabili presso le pagine Facebook (Erasmus Party in Berlin o tramite il sito ESN.de). Quello che non vi hanno detto peró, è che per essere accettato in una di queste Università berlinesi bisogna compiere una trafila burocratica a dir poco stremante, poiché la fiscalità del popolo tedesco non è da ricondurre unicamente ad un cliché.

La Humboldt Universität accetta unicamente una ristretta cerchia di studenti che esaurisca appieno requisiti di media e crediti e di ottima conoscenza della lingua (è infatti richiesto come livello minimo d’accesso un B2). Per la Freie Universität la selezione è al contrario meno rigida per quanto riguarda il criterio linguistico.

Una volta accettati dall’Università ospitante, dovrete compiere una serie di passi necessari all’immatricolazione. Innanzitutto avrete bisogno di un contratto di fitto REGOLARE (evitate assolutamente di occupare abitazioni “a nero”). Potreste ottenere una stanza o appartamento in una residenza (ad esempio sul sito Studentenwerk.de); in alcuni caso è la stessa università a fornirvi un alloggio. Dopo aver risolto il problema della sistemazione bisognerà registrarsi (Anmeldung) presso il Bürgeramt più vicino al quartiere di residenza e aprire un conto in banca in modo da non avere problemi con il pagamento delle tasse universitarie (che per gli Erasmus sono circa 200€  a semestre) e per agevolare il prelievo dagli sportelli automatici.

Per gli studenti sotto i 30 anni la Sparkasse (https://www.sparkasse.at/sgruppe/Privatkunden/Produkte/Konto-und-Karten/Girokonten/Studentenkonto) offre delle ottime opportunità. Una volta compiuti questi passi bisognerà pagare una tariffa (di circa 180€) per ottenere il Semesterticket, vale a dire una sorta di abbonamento valido per 6 mesi in tutta la zona di Berlino ABC e del Brandenburgo. Come ultimo passo bisognerà ottenere un’assicurazione sanitaria.

Se si è già in possesso di una Tessera Sanitaria italiana è possibile inviarla all’ AOK (http://www.aok.de/nordost/index.php) che rilascerà un certificato di esenzione dal pagamento di tasse sanitarie poiché già in possesso di una copertura. Con le fotocopie di tutti questi documenti più carta di identità, sarete finalmente pronti per recarvi alla vostra Università ospitante e procedere con l’immatricolazione.

A questo punto potrete tirare un sospiro di sollievo e dichiarare effettivamente iniziato il vostro indimenticabile soggiorno Erasmus.

erasmus_01 http://www.fplusd.org/uploads/pics/erasmus_01.jpg

Posted on by Ruth in Corsi di tedesco, Cultura, Curiosità, Documenti, Lavoro, MicroPost, Società, Studio, Varie

Add a Comment