La porta d’Ishtar al Pergamonmuseum di Berlino

E come da programma a Berlino, dopo un assaggio di primavera estate, ecco per qualche giorno tornare il tempo balordo, che ci ricorda che non siamo al sud, e che quando meno te lo aspetti la temperatura crolla anche di 20 gradi e tu ti chiedi se la giornata di ieri con 25 gradi e sole caldissimo, gelati e gente sbracciata non sia stato tutto un frutto della propria immaginazione. Che fare quando il tempo é cosí e in realtá nei nostri piani ci stavano solo gite in bici, Biergarten e oziare nel parco? Pubblico appositamente oggi un articolo interessante di Raffaella Munno ( grazie!) sulla Porta d’Ishtar al meraviglioso Pergamonmuseum di Berlino. Vale assolutamente una visita. Buon weekend piovoso :-/ a tutti. Ruth

 

Ishtar_gate_Pergamon_Museum

Porta dIshtar  al Pergamon Museum di Berlino

 

Quando parliamo di meraviglie della storia, non possiamo non citare le mura di Babilonia, antica regione della pianura di Scinar sull’Eufrate.

Questa città mesopotamica era circondata da una doppia cinta di mura interrotta dalla porta di Ishtar che dava accesso alla via della processione .

Ishtar è una delle principali divinità del pantheon babilonese , interessante notare come nel libro “il tesoro dei templari” venga paragonata alla Maddalena, per il duplice aspetto di natura vergine e prostituta.

La più antica apparizione della dea nella mitologia mesopotamica è rappresentata da Nana, figura dalle forme abbondanti con le mani che coprono il seno; come tutte le grandi dee madri (Gaia, Era, Demetra ,Iside) essa rappresenta la fecondità ma anche morte.

La grande porta, che oggi si trova al museo di Pergamo a Berlino fu riportata alla luce nel 1902 dall’architetto–archeologo tedesco Robert Koldewey, e presenta tantissime raffigurazioni emblematiche e divine: leoni , tori e il famoso sirrush.

Il leone, da sempre collegato a forza e regalità , in età neolitica accompagnava l’ atto del parto delle divinità madri della natura e nel poema di Agusaya viene esplicitamente paragonato a Isthar .

Toro: simbolo antico associato alla forza distruttiva e alla fertilità, in generale tutti gli elementi tauromorfi delle divinità come le corna rappresentano potenza e dignità (per la serie non tutti i mali vengono per nuocere)

Sirrush: strettamente collegato al dio del sole Marduk che , contrariamente ad altri animali mitologici, viene sempre ritratto nello stesso modo. Scritti antichi ci portano a pensare che i sacerdoti babilonesi avessero catturato realmente un animale misterioso per spaventare i loro sudditi o addirittura che nella Mesopotamia di 4000 anni fa persistessero alcuni dinosauri , rari esemplari gelosamente custoditi dai sacerdoti del dio Marduk.

 

Pergamon Museum

Am Kupfergraben 5

10178  Berlin

Lunedì-Domenica 10-18

Giovedì 10-22

 

 

Posted on by Ruth in Cultura, Famiglia e bambini, Musei, Quartieri, Società, Turismo

Add a Comment