La mancia a Berlino? Va data!

trinkeld sonst schnauze

Buon grigio pomeriggio a tutti! Coraggio che da domani si mormora che torni l’inverno quello vero, quello berlinese, freddo e secco, e speriamo che rimanga per un po’, visto che comincio ad avere allucinazioni di ciel sereno all’improvviso mentre magari é solo un riflesso di qualcosa…

Un brevissimo articolo per spiegare a chi viene qua in vacanza o ad abitare la regola della mancia. In Italia si usa lasciare qualche moneta sul tavolo se si é rimasti soddisfatti, anche perché in Italia si paga già il cosiddetto coperto. Qua il coperto non ci sta, e la mancia non é obbligatoria ma viene data da tutti a meno che il personale non sia stato estremamente sgarbato. In quel caso nessuno obbliga nessuno a darla! Diciamo che fa parte delle regole non scritte, ed é proprio grazie a queste mance che per anni ho sbarcato il lunario facendo la cameriera mentre ero studentessa.

In genere si dà il 10% dell’importo ( avete capito bene: se la cena costa 100 euro dovreste dare sui 10 euro di mancia) e ci sono due possibilità: al momento in cui il cameriere porta il conto o si aggiunge la cifra ( con circa il 10% appunto) e si dice  a voce l’importo che si vuole dare ( esempio: il conto é di 2o euro e volete dare 2 euro di mancia.Non ce li avete spicci, allora si danno 25 euro e si dice “22 euro” ) oppure si arrotonda ( es: il conto é di 27€, voi date 30 € e dite “Stimmt so!”). In genere i camerieri sono sempre molto riconoscenti per questa cosa. Se non la date invece…Schnautze! (la Berliner Schnautze sarà il tema del mio prossimo articolo)

Sperando di avervi preservato da brutte figure, vi auguro un buon weekend :-)

Posted on by Ruth in Cultura, Curiosità, Gastronomia, Ristoranti, Società, Turismo

5 Responses to La mancia a Berlino? Va data!

  1. Arturo

    A proposito della figliola qui sopra. Ad Ancona c’è una ragazza tedesca che lavora in una filiale della Lufthansa. Ruth, mi piacerebbe conquistare la sua amicizia, senza sembrare invadente o sfacciato.Sai consigliarmi cioè se per conquistare la sua fiducia, io sia me stesso e lasci fare il resto al tempo? Credo che tu conosca come funzioni la testolina tedesca, ormai. Grazie, buon anno.

  2. Arturo

    Ruth, io rispetto le tue idee, ma se non mi vuoi rispondere, lascio stare

  3. Ruth

    Caro Arturo, difficile consigliarti non conosco la ragazza né so quanto spesso la vedi.
    penso che come regola generale per tutti i rapporti di amicizia valga che essere se stessi sia la prima regola, ma anche educati e non troppo sfacciati ..insomma ti sei praticamente riposto da solo! buona fortuna!

  4. Arturo

    Mi son fatto una domanda, mi son dato una risposta, citando G.Marzullo, Ruth. ;-D
    Se vuoi, passa,sulla mia suscettibilità. Grazie.
    Mein Deutsch werdet guter.
    Auf Wiedersehen!

  5. Arturo

    A proposito; ieri, ad una coppia di tedeschi ho indicato un ristorantino che trovo ottimo qui ad Ancona.
    – Ein Restaurant? Hier links!-
    ho risposto loro avendomi essi chiesto in inglese dove ce ne fosse uno.(a parte la fortuna che il ristorante era davvero lì vicino speriamo che non li abbia spediti al porto, alla peggio ci sono le recinzioni.Prima di incazzarsi con me al meno le hanno viste di sicuro)

Add a Comment