I quartieri di Berlino: Köpenick

quartieri-distretti-berlino-Köpenick

È il quartiere piú spazioso di Berlino e fa parte del distretto cittadino con la più bassa densità di popolazione: circa 2/3 della superficie del distretto sono infatti costituiti da laghi, boschi o parchi.

Era inizialmente un insediamento di pescatori. Ospita il lago piú grande di Berlino, il Müggelsee, che d’estate attira moltissimi bagnanti.
Typisch Köpenick:  Verde, acqua, laghi, memorie di pescatori.
CONTRO: é proprio lontano

Posted on by Ruth in Quartieri, Turismo

7 Responses to I quartieri di Berlino: Köpenick

  1. giulietta

    altro contro oltre ad essere am Arsch der Welt, non c’è molto da fare, e quindi bisogna sempre “migrare” anche per una pizza. Inoltre è spesso teatro di litte tra i neo-fascisti e l#estrema sinistra. Ogni tanto se le danno di santa ragione, ma tra di loro, io non ho mai avuto problemi

  2. Sandro

    idistretti fuori dalle rotte turistiche. Treptow-Köpenick.

    Il distretto è il più esteso della città, dei meno abitati, dei più variegati, visto che si passa da zone molto povere a quelle forse tra le più ricche della città, ed ospita alcuni tra monumenti e parchi che meriterebbero più visibilità,….continua su

    http://palermo-berlino.blogspot.com/2009/11/fuori-guida-prima-tappa-treptow.html

  3. sandro

    è il più esteso della città, dei meno abitati, dei più variegati, visto che si passa da zone molto povere a quelle forse tra le più ricche della città, ed ospita alcuni tra monumenti e parchi che meriterebbero più visibilità, a partire dal verde. I 2/3 della superficie del distretto sono infatti costituiti da laghi, fiumi boschi e parchi, tra i piu grandi della città.

    Tra i parchi più belli sicuramente vi è il Treptower Park, uno dei più grandi della città. Il parco, diviso in due da una strada che nulla toglie alla sua bellezza, si affaccia sul fiume Spree, dove vi è uno dei porti della città e da e dove ci si può imbarcare per fare un giro in traghetto delle città. All’interno del parco si trova uno dei monumenti più grandi della città, il Sowjetisches Ehrenmal, eretto per commemorare le vittime sovietiche cadute per la presa di Berlino. Al suo interno, oltre alla grande statua vi sono anche 5000 tombe di soldati URSS. Sempre all’interno del parco è presente un antico osservatorio, dell’800, e merita una sbirciata l’isola dei giovani ed il suo ponte. L`isolotto si trova al centro dello Spree sempre nella zona del parco.

    Lasciando il parco e andando sempre verso Est incontreremo, nel quartiere di Schöneweide, il Centro di documentazione della topografia del Terrore.

    Il centro si trova nell’ex campo di concentramento 75/76 e costituisce un complesso architettonico unico per Berlino, visto che delle 13 baracche presenti 11 sono tuttora rimaste intatte sino ad oggi. Sempre nello stesso quartiere si può ammirare il complesso industriale della AEG . Costruito alla fine dell’800 comprendeva gli stabilimenti e le case degli operai che si affacciavano sullo Spree, ottimo esempio di archeologia industriale. Un altro grande parco presente nel quartiere è il Wuhlheide, un ex bosco trasformato in parco che ospita tra le altre cose il FEZ, Freizeit- und Erholungszentrum. Un centro costruito ai tempi della DDR, una delle poche istituzioni conservate, rivolto interamente ai bambini. All’interno del centro si trova una scuola di musica, un teatro, un centro sportivo, biblioteche ed vi vengono organizzate varie manifestazioni a favore dei giovani tra cui il festival per i giovani politici, dove vengono spiegati ai bambini i vari aspetti della politica. Altre cose all’interno del parco sono il Modellpark Berlin-Brandenburg, ricostruzione in miniatura dei monumenti cittadini , e l’arena Parkbühne.
    Storicamente il quartiere si è sempre battuto contro i regimi totalitari. prima contro il nazismo poi contro il regime comunista
    Ancora più ad Est troviamo il quartiere di Köpenick. Come dicono i Berlinesi, una città nella Città, in verita lo dicono anche di Spandau e di Charlottenburg comunque. In ogni caso il quartiere è particolare, ed almeno nell’altstadt uno dei più belli e ricchi della città. Il piccolo centro storico è in un isola tra il fiume Spree e Dahme con un bel Promenaden lungo il Dahme. Le costruzioni sembrano tra le più vecchie della città. Qua troviamo il municipio del quartiere è un altra piccola isola con il relativo castello cittadino, vista la storia di Berlino quasi ogni quartiere ha un castello, ed il suo parco. Köpenick è anche sede del festival del jazz di Berlino.

    Ultima tappa del distretto è Il Müggelsee, il lago più grande lago all’interno di Berlino. Sulle sue rive si affacciano i quartiere residenziali di Müggelheim e Friedrichshagen. Per oggi abbiamo finito, ma prima di passare alla Prossima tapp,a Bezirk Pankow, due consigli su dove mangiare. se volte mangiare sulle rive dello Spree, da non perdere Das Zenner, mentre per chi ama il jazz consiglio il Rathauskeller nella vecchia Koepenick

  4. Kopenicker

    Nemmeno un pro! Sinceramente non sono d’accordo. Sarà perchè ci vivo…

  5. Koepenicker

    “am Arsch der Welt” starebbe a significare nel sedere del mondo? Però… 12 minuti di metro e sei ad Ostkreuz, coincidenza e sei a Warschauer Strasse in tre minuti… in 25 minuti sei ad alex ed in 30 a friedrichstrasse. E’ il quartiere più naturale di Berlino. Definirla una zona pericolosa dove si sono scontri tra neo-fascisti e sinistrorsi bah… Sarà anni che non capita nulla di violento. Più ci vivo e più sono contento di viverci. Si è a Berlino senza il caos della grande città. Lascio agli altri italiani le zone “cool”. Calcolando che la zona cool per eccellenza è, a detta di molti e pure mia, Friedrichshain ci vivo a 15 minuti. Sto nella mia oasi naturale, ho i mezzi, i supermercati, posti bellissimi dove andare nella zona della città vecchia, sono vicino a friedrichshagen. Sarà un caso ma molti distretti vengono trattati da agenzie in mano a stranieri, koepenick no… Altro valore aggiunto.

  6. catia gatelli

    mi sono trasferita da poco a Köpenick; sapete dirmi se c’e’ un bar interessante, frequentato da gente interessante?
    d’accordo che köpenick e’ molto bella!!!
    e non e’ poi cosi’ lontano.
    catia

  7. oriella

    andrò in agosto a kopenik, cercherò le baracche dove mio babbo fu prigioniero e schiavo nei processi produttivi bellici all aeg , se avete indirizzi dove subito andare questi loghi vi ringrazio, già la ricerca
    sarà dolorosa …

Add a Comment